25 Mag 2019 21:04
Il ritorno del lupo

di Franco Correggia. Il recente ritorno del lupo nelle campagne collinari nord-astigiane (documentato in modo inequivocabile dalle osservazioni dirette, dai video delle fototrappole, [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
25 Mag 2019 20:51
Uno spiraglio di luce sul diritto all'abitare (il gesto del cardinale elemosiniere)

di Domenico Massano. Nella tarda serata di sabato 11 maggio a Roma, Konrad Krajewski, il Cardinale elemosiniere del Vaticano, si è calato in un tombino, ha strappato i sigilli della [ ... ]

Diritti SocialiLeggi...
25 Mag 2019 20:49
Le imprese devono essere al servizio del bene comune

Recuperare il significato originario del concetto di “economia” e mettere a disposizione delle aziende strumenti che misurino e certifichino il loro impatto sul bene comune. In [ ... ]

Lavoro e DignitàLeggi...
25 Mag 2019 20:39
Un grande messaggio riapre il Cinema-Teatro Balbo a Canelli

di Alessandro Mortarino. Le parole sono importanti. Ma molto più importanti sono le emozioni. Il 10 maggio una partecipata e corale cerimonia ha salutato la riapertura del Teatro [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
23 Mag 2019 08:07
L'Istituto

Il collegio docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Piera Cillario Ferrero” ha condiviso e sottoscritto un documento di solidarietà nei confronti della collega di Palermo [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
19 Mag 2019 09:02
Le risposte dei Candidati alle Europee ai tre quesiti del Forum Salviamo il Paesaggio

I temi della tutela del suolo e del paesaggio sembrano assenti dal dibattito politico di questa campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento Europeo. E anche nei programmi elettorali [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
19 Mag 2019 08:59
National Geographic: possibile che una prestigiosa rivista possa scegliere di consumare il suolo?

Il Forum nazionale Salviamo il Paesaggio scrive ai Dirigenti del National Geographic invitandoli a recedere dalla partecipazione a una nuova speculazione che porterà all’edificazione [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
19 Mag 2019 08:53
Ripubblicizzare si può, ripubblicizzare si deve!

A cura del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua. Giovedì 16 maggio si è svolta a Milano la presentazione del dossier “Il costo della ripubblicizzazione del servizio idrico [ ... ]

Acqua Diritto di TuttiLeggi...
19 Mag 2019 08:30
STOP 5G, moratoria subito in difesa della salute pubblica

Al via una petizione dell'alleanza italiana Stop 5G diretta al Governo italiano. Considerata la Risoluzione di Vicovaro seguita al 1° meeting nazionale Stop 5G in cui, tra gli altri, [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
19 Mag 2019 08:24
La dura realtà del grano duro...

Arrivano le prime stime sulla produzione annuale del grano duro a livello mondiale e i dati devono farci riflettere: meno 32% negli Usa, meno 27% nel Nord Africa, meno 11% in Canada, [ ... ]

Consumo CriticoLeggi...
Mag
26

Dom 26 Mag 2019 08:30 - 16:00

Mag
26

Dom 26 Mag 2019 10:00 - 18:00

Mag
26

Dom 26 Mag 2019 16:00 - 18:00

Mag
26

Dom 26 Mag 2019 17:00 - 21:00

Mag
28

Mar 28 Mag 2019 14:00 - 17:00

Mag
28

Mar 28 Mag 2019 18:00 - 21:00

Mag
29

Mer 29 Mag 2019 18:30 - 19:30

Mag
29

Mer 29 Mag 2019 21:00 - 23:00

Mag
30

Gio 30 Mag 2019 19:30 - 20:30

Mag
31

Ven 31 Mag 2019 17:00 - 19:00

Mag
31

Ven 31 Mag 2019 21:00 - 23:00

Mag
31

Ven 31 Mag 2019 21:00 - 23:00

Mag
31

Ven 31 Mag 2019 22:00 - 23:30

Arriva Expo 2015 e Asti può giocare la sua carta vincente



di Massimo Longo.


Una proposta per trasformare l'appuntamento internazionale - che si terrà il prossimo anno a Milano - in una grande opportunità per promuovere Asti e la sua Provincia, utilizzando il Festival delle Sagre 2015 come “leva” anche in grado di generare nuovi rapporti economici tra i trasformatori e gli agricoltori locali ...

L'idea nasce dalla necessità di creare concrete possibilità per intercettare parte dei turisti dell'Expo 2015 all'interno della nostra Provincia. Ma anche dalla volontà di provocare una migliore relazione tra gli "attori" principali del Festival delle Sagre, cioè le Pro Loco con la loro offerta gastronomica. In particolare si vorrebbe stimolare un forte utilizzo di materie prime e ingredienti prodotti localmente, al fine di consentire virtuosi sviluppi economici e sociali del tessuto astigiano e una maggiore conoscenza dei prodotti-materie prime del territorio da parte delle migliaia di turisti "golosi" che ogni anno fanno le fila dinanzi agli stand.

I due obiettivi possono essere avvicinati utilizzando un semplice strumento di certificazione, che non deve spaventare i meno esperti: la norma ISO 20121.
Proviamo a sintetizzare i temi cardine della nostra proposta.

Il Festival delle Sagre
Il Festival delle Sagre Astigiane è una manifestazione che si svolge nella seconda domenica di settembre. Nel 2013 si è tenuta la 40° edizione. L’edizione 2015 si svolgerà in concomitanza con l’Expo milanese. In accordo con le centinaia di aderenti al Movimento Stop al Consumo di Territorio astigiano e molti altri soggetti, propongo di svolgere l’edizione di quell’anno sulla base di una certificazione ISO 20121.

La certificazione ISO 20121
La Norma ISO 20121 riguarda l’organizzazione e la gestione degli eventi in un’ottica di sostenibilità. È stata congegnata da esperti del settore, sotto l’egida dell’International Organization for Standardization. I Giochi Olimpici di Londra, ad esempio, sono stati certificati ISO 20121.
Gli eventi hanno sempre un impatto sull’ambiente e l’economia del luogo. Il consumo di acqua, la produzione di scarti solidi, il consumo energetico, gli effetti sulla biodiversità, i rapporti con le comunità stesse o quelle vicine. Il sistema di gestione della sostenibilità ISO 20121 aiuta a stabilire le politiche e le procedure per condurre tutte le fasi dell’evento nel modo più opportuno, raggiungendo così i migliori traguardi ambientali.
La ISO 20121 riguarda tutti gli attori coinvolti nell'organizzazione e conduzione di un evento:
• Organizzatori o proprietari di eventi
• Mano d'opera
• Fornitori di materiali e servizi (ad esempio ristoratori, costruttori di stand, compagnie di trasporto)
• Partecipanti
• Organismi di regolamentazione
• Comunità.

Risultati attesi
Riuscire a certificare ISO 20121 il Festival delle Sagre 2015 sarebbe un successo in sé e darebbe un’enorme visibilità internazionale ad Asti e Provincia. Inoltre avrebbe un effetto a cascata su tutti i Comuni e le Pro Loco partecipanti, che sarebbero indotti a comportamenti ancora maggiormente virtuosi, tra cui l’utilizzo di materie prime locali per la preparazione delle oltre ottanta specialità gastronomiche che normalmente sono proposte nel quadro del Festival.
Ad esempio, sarebbe socialmente ed economicamente molto interessante ed utile se tutti i tajarin o gli agnolotti offerti dalle nostre Pro Loco fossero prodotti con farina macinata da un mulino astigiano e coltivata nella nostra Provincia. Abbiamo un anno abbondante di tempo per stimolare le Pro Loco ad essere d’accordo all’utilizzo di ingredienti locali e vedere tanti agricoltori astigiani seminare frumento per soddisfare una domanda che genererebbe un circuito di sviluppo reale e di facile attivazione. L’esempio vale, ovviamente, per le uova, il pollo, il cavolo e ogni altro elemento alla base del piatto tradizionale di ciascuna nostra Pro Loco (ovviamente tutelando la tradizionalità onde evitare che proprio la nostra bagna cauda rischi di essere penalizzata a causa della lontananza di Asti dal mare e dall'ingrediente base, cioè le acciughe …). E dopo il 2015 c’è il 2016, il 2017, il 2018 … !
Il richiamo suscitato da un evento del genere potrebbe fungere da catalizzatore per la fruizione turistica di tutto il territorio Astigiano. Pertanto proponiamo che sia svolta un’edizione speciale del Festival delle Sagre 2015 per l’Expo milanese, che impegni due fine settimana invece di una.

Sistema di gestione dell’evento
La norma ISO 20121 specifica i requisiti per i sistemi di gestione di sostenibilità degli eventi per qualsiasi tipo di evento o attività correlata e fornisce, inoltre, una guida su come conformarsi a questi requisiti.
Le certificazione ISO 20121 può essere affrontata con diverse modalità tecniche.
Il soggetto che organizza l’evento deve stabilire, implementare, mantenere e migliorare il sistema di gestione di sostenibilità degli eventi, e dimostrare la conformità volontaria alla norma. Ciò avviene normalmente avvalendosi di un organismo di certificazione, ma la norma prevede anche un’auto-dichiarazione. L’Ente, a nostro parere, che possiede le migliori caratteristiche per stabilire quale possibilità adottare è la Camera di Commercio di Asti.

Modalità operative

La Camera di Commercio dovrà implementare il Sistema di gestione sostenibile del Festival delle Sagre. Un Manuale di gestione descriverà il sistema e stabilirà le procedure da seguire, nel quadro del dettato della Norma.
Le singole Pro Loco dovranno attivarsi per garantire che quanto di loro competenza sia svolto nel quadro della sostenibilità. In particolare, per quanto concerne la parte produzione e somministrazione delle specialità gastronomiche, si suggerisce di rispettare i Disciplinari del Marchio Sommi, un Marchio istituito dalla Regione Piemonte per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (Legge regionale 29 dicembre 2006, n. 38 - Disciplina dell'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande - B.U. 4 gennaio 2007, n. 1). Tale Marchio è stato realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Merceolgiche dell’Università di Torino.
I Disciplinari del Marchio Sommi (e in particolare quello specifico per i Ristoranti Tipici) prescrivono tra l’altro l’utilizzo di prodotti tipici, prodotti a km 0 e a filiera corta, prodotti biologici. In questo modo si sensibilizzerebbero le Pro Loco ad impiegare materie prime di provenienza locale per la realizzazione delle loro specialità tradizionali, rendendo più profondo e coerente il legame con il territorio. Inoltre i Disciplinari Sommi prescrivono vincoli in termini di produzione e consumo di energia, di contenimento dei rifiuti, di tutela e uso razionale delle risorse naturali.

Conclusioni
La certificazione ISO 20121 è una norma internazionale che trova sempre maggiori riscontri nell’organizzazione degli eventi sostenibili. Il Marchio Sommi focalizza l’attenzione sulla ristorazione sostenibile: è una buona iniziativa (seppur poco promossa) dell’amministrazione pubblica Piemontese. Sono due norme più che compatibili.
Riteniamo che un evento come il Festival delle Sagre, in generale e a maggior ragione in occasione dell’Expo 2015, debba naturalmente prendere in considerazione temi legati alla sostenibilità. Già lo fa, utilizzando piatti e posate biodegradabili. Proseguiamo su questa strada virtuosa e facciamo ancora di più.
E preoccupiamoci di valorizzare davvero i sudati frutti dei nostri agricoltori !

Link utili
http://www.iso.org/iso/home/standards/management-standards/iso20121.htm
http://www.regione.piemonte.it/commercio/qualita.htm
http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/ufstampa/comunicati/dettaglio_agenzia.cgi?id=14668

Commenti  

0 #1 Giuseppe Ugonia 2014-01-14 22:05
Il Festival delle Sagre va abolito perchè da un punto di vista ambientale è un disastro. Centinaia di tonnellate di scarti prodotti, anche con la certificazione ISO 20121. Tonnellate di liquami che non possono essere smaltiti in modo selettivo e che anche se lo fossero, determinerebbero comunque un consumo improprio di energia per lo smaltimento stesso. Un impatto sull'ambiente di indescrivibile entità che provoca un danno non quantificabile ma certamente reale. Dunque non possiamo far altro che decretarne la cessazione, per il bene dell'ambiente.
Citazione
0 #2 Massimo Longo 2014-01-14 22:34
Ogni attività umana determina scarti e sottoprodotti. A maggior ragione un evento come il Festival, dove sono presenti l'equilavente di 40 ristoranti. Basta organizzarsi con adatte procedure e rispettarle. Ho qualche riserva sulle quantità che Lei segnala (centinaia di tonnellate di scarti, immagino alimentari), che in ogni caso sono raccoglibili facilmente e successivamente compostabili. A quali liquami si riferisce (oli, acque di lavaggio, acque di cottura, altro)? Comunque, resto dell'idea che un Festival ben organizzato possa avere ritorni positivi, anche in tema ambientale.
Citazione
0 #3 pannelli solari 2014-01-17 11:49
Per conoscere i risultati di questo evento bisognerà aspettare; per adesso sembra interessante.
Citazione

I vostri commenti

  • Fuori Casa Pound da Cuneo!

    Nicola CONTI 23.05.2019 08:35
    Sono pienamente d'accordo con il fatto che bisogna impedire quanto già la Costituzione vieta in maniera molto chiara condannando l'apologia di fascismo, teniamo conto che in modo piàù nascosto Casa Pound si sta infiltrando anche nelle prossime elezioni amministrative con almeno 1 o 2 personaggi ...

    Leggi tutto...

     
  • Nuovi bandi per i Centri di Accoglienza Straordinaria: tagli contro i diritti

    Cinzia 15.05.2019 10:22
    Sono disperata e preoccupata per le nuove generazioni. Molto preoccupata! Le mie nipotine (14 e 10 anni) in quale società stanno vivendo? Sono buone, generose e molto comunicative con i loro compagni di scuola che arrivano da altri paesi. Ragazzi, dove stiamo andando? Dove ci vogliono portare? Grazie ...

    Leggi tutto...

     
  • Diserbanti ? NO, GRAZIE...

    vittorino 08.05.2019 06:22
    Anche lungo le strade per chilometri vengono irrorati diserbanti con lo scopo di "evitare" lo sfalcio dell'erba. I fossi sottostanti vengono ripetutamente impregnati e con lo scorrere delle acque meteoriche, il glifosate si sparge su aree lontane, penetra nel suolo e... come successe per l'atrazina ...

    Leggi tutto...

     
  • Venerdì 24 maggio: tenetevi liberi per una serata/festa di Altritasti!

    adriana 07.05.2019 21:43
    ottima idea!

    Leggi tutto...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino