02 Ago 2017 14:50
Perchè MSF non ha firmato il Codice di Condotta ONG per le operazioni di ricerca e soccorso

a cura di Medici Senza Frontiere. Nel corso di queste ultime settimane MSF ha avuto una serie di scambi e discussioni aperte e costruttive con il Ministero dell’Interno sul Codice [ ... ]

Diritti SocialiLeggi...
02 Ago 2017 14:41
“Riportare i treni sulla Asti-Alba è una scelta che guarda al futuro”

di Domenico Catrambone*. Mi rivolgo a lei, Marco Gabusi, Presidente della Provincia, come rappresentante del tavolo tecnico per la riattivazione delle ferrovie locali sospese, che raggruppa [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
01 Ago 2017 20:36
2 agosto 2017: è il Giorno del Sovrasfruttamento della Terra

Impietoso, come ogni anno, l'Earth Overshoot Day ricorre puntuale a ricordarci la critica situazione ambientale in cui di trova il nostro Pianeta: quest'anno il “Giorno del Sovrasfruttamento [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
31 Lug 2017 08:45
Nuovo look per Altritasti. E ora si va in vacanza ...

"Chi lascia la via vecchia per la via nuova, sa ciò che lascia ma non ciò che trova". Così recita la saggezza popolare e noi di Altritasti ne eravamo ben consapevoli quando abbiamo [ ... ]

Editoriali di AltritastiLeggi...
31 Lug 2017 08:40
Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

di Alessandro Mortarino. Caro Padre Francesco,
era da diverse settimane che attendevamo un Suo intervento per chiarire i contorni dell'intricata questione dell'Oasi dell'Immacolata e [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
06 Ago 2017 10:00
Ecco i vincitori del Premio Cesare Pavese 2017

Il Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale ha annunciato i nomi dei vincitori della 34/a edizione del Premio Cesare Pavese, la cui cerimonia si terrà il 27 agosto a Santo Stefano Belbo. [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
02 Ago 2017 12:07
Figli di Dio orgogliosamente De-Generi: risposta al comunicato stampa della Diocesi di Alba

di Mario Bonfanti, reverendo della Metropolitan Community Churches.  Sabato 8 luglio si è svolto per la prima volta il Pride ad Alba. E la Diocesi ha sentito il bisogno di emanare [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
02 Ago 2017 10:54
Come sostenere il documentario su Islafran, la brigata internazionale delle Langhe

di Maurizio Bongioanni. Pochi sanno che sulle colline delle Langhe ha combattuto una brigata partigiana internazionale, chiamata ISLAFRAN, in cui si sono uniti, per lottare contro la [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
27 Lug 2017 07:08
Cosa è successo a Villa Sarah?

di Ugo Sturlese, Consigliere Comunale Comune di Cuneo. Nel Mese di giugno, al presidente dell'associazione “Salviamo Villa Sarah” sono pervenute immagini relative ad affreschi e [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
20 Lug 2017 09:51
Gli schiavi dei kiwi nell’Africa di Cuneo

di Maurizio Pagliassotti*. Saluzzo, secondo giardino ortofrutticolo d’Europa non è Rosarno: ci sono i neri che arrivano da tutto il mondo, i «moru» come vengono chiamati da queste [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...

Cerca nel sito

MONTEGROSSO D'ASTI: Dal paese dei balocc…

Agosto
Martedì
22
Ultimo appuntamento per "PAESAGGI E OLTRE 2017", Teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO: M…
16:30 h

CASTELNUOVO DON BOSCO: Festival Basta ch…

Agosto
Giovedì
24
Prosa, teatro musicale, spettacoli per bambini. Quarta edizione del festival “Basta che siate giovan…
21:00 h

GRINZANE CAVOUR: Attraverso Festival

Agosto
Venerdì
25
Venerdì 25 agosto: 
dalle ore 21:30: FABRIZIO BOSSO & JULIAN OLIVER MAZZARIELLO in "Tande…
19:30 h

ASTI: Notte d'Organo

Agosto
Venerdì
25
Notte d'Organo 2017 è il festival organistico internazionale della Cattedrale di Asti, organizzato d…
21:00 h

CUNEO: Sacco e Vanzetti

Agosto
Venerdì
25
Il 23 agosto del 1927, esattamente novant’anni fa, venivano uccisi in America sulla sedia elettrica …
21:00 h

MONTEMAGNO: Il calcio dalle origini ai g…

Agosto
Sabato
26
Appuntamento con la storia del calcio a Montemagno in occasione della festa del paese organizzata da…
16:00 h

BARBARESCO: Attraverso Festival

Agosto
Sabato
26
Attraverso Festival: arti, paesaggio, cultura materiale e resiliente nei territori patrimonio dell’U…
18:30 h

DIANO D'ALBA: Sotto le stelle di Diana

Agosto
Sabato
26
Camminata proposta da Terre Alte, Sabato 26 agosto, ore 20:00 - 23:30.

Una camminata sera…
19:30 h

Teleriscaldamento: partita finita, iniziano i supplementari...



di Alessandro Mortarino.

Giornata davvero campale, quella di giovedì 22 dicembre. Mentre nella gremita sala consiliare del municipio di Asti si sviluppava un acceso dibattito interno alle 4 commissioni congiunte convocate per per far approvare il cambio di destinazione urbanistica dei terreni dell'ospedale e consentire di accogliere gli impianti industriali proposti da AEC SpA, sul sito della Provincia di Asti compariva l'agognato verdetto. Che sanciva la conferma dei motivi ostativi al rilascio dell'autorizzazione, il respingimento della richiesta di proroga ulteriore, l'archiviazione del procedimento e l'avvio di un nuovo procedimento. Un "modo elegante" di esprimere un diniego definitivo e invitare AEC "a riprovarci" ...

La quasi contemporaneità tra l'inizio della seduta congiunta delle commissioni e la pubblicazione del responso conclusivo della Provincia non ha, purtroppo, consentito un dibattito sui punti dell'importante documento. Ed è un vero peccato.
In estrema sintesi, cerchiamo di raccontarvi gli elementi salienti di queste ultime ore.

Le Commissioni
Sala gremita, dicevamo, e quasi 5 ore di serrato dibattito tra due visioni opposte che ha visto il Sindaco Brignolo, in prima persona, aprire la seduta con una interminabile prolusione che ha ripercorso l'iter complesso del progetto.
Ci si aspettava che le Commissioni discutessero di numeri e di dati, invece l'intervento iniziale del Sindaco (più volte interrotto dal pubblico) ha deviato il confronto sulle "bontà" (sue parole n.d.r.) del progetto proposto, in termini generali e assolutamente di "parte": a molti è parso che Brignolo non fosse il primo rappresentante della città e dei suoi interessi, ma un rappresentante di AEC (o ASP o IREN).
Dopo di lui è intervenuto il Vice Sindaco (e Assessore all'Urbanistica) Arri, che si è limitato a spiegare che il compito del Consiglio Comunale sarà semplicemente quello di indicare un "parere di conformità endoprocedimentale"; spetterà insomma solo alla Provincia la funzione di autorizzare o negare il teleriscaldamento e potrà farlo anche contrariamente al parere del Comune. Ma dal pubblico diverse voci hanno commentato che se il Comune desse un parere contrario, la Provincia avrebbe indubbiamente grosse difficoltà a giustificare un proprio orientamento positivo ...
Ad un certo punto si è addirittura giunti ad ascoltare (anche da un presidente di commissione) che le stesse commissioni "non contano nulla". Lo Statuto comunale recita, però, che le "commissioni hanno funzione preparatoria, consultiva e propositiva da esercitare nei termini stabiliti".
Molti cittadini, anche in rappresentanza di associazioni e comitati, sono quindi intervenuti segnalando elementi critici legati alla variazione della destinazione urbanistica dell'area. Ne citiamo sommariamente alcuni: assenza di elementi finanziari circa la concessione onerosa da parte dell'Asl, prescrizioni indicate dalla legge regionale 56/77 per le fasce di rispetto attorno agli edifici industriali, classificazione acustica incompleta in quanto mai è stato prodotto il necessario "Documento di verifica", inadeguatezza del progetto rispetto agli orientamenti del PAES (Piano d'azione per l'energia sostenibil) approvato dal Comune, indice fuori norma del fattore di conversione in energia primaria (PEF) che rende evidente come l'area ospedaliera sia non adeguata all'impianto proposto, mancanza (segnalata dall'ARPA) di dati e tabelle esaustive per poter consentire la validazione della proposta ai fini del rilascio dell'AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), riferimenti al lascito testamentario che lega l'utilizzo delle aree per fini esclusivamente didattici/assistenziali di pubblico interesse (che non tocca l'energia elettrica e il raffrescamento), registrato crollo dei valori immobiliari in questi mesi per gli appartamenti della zona.
A tutti ha risposto quasi sempre il Sindaco, che non è un tecnico, ripetendo in ogni caso le sue certezze sulla "bontà" del progetto.

La Provincia
Difficile sintetizzare il corposo documento di verdetto, per questo consigliamo a tutti di leggerlo integralmente qui: http://www.provincia.asti.gov.it/procedimenti-attivi-valutazione-ambientale-ippc/details/485-dlgs-11508-dlgs-15206-smi-lr-4098-smi
Il punto più importante è senza dubbio il 24, che indica il giudizio positivo di compatibilità ambientale ma lo subordina all'approvazione della variante urbanistica da parte del Comune di Asti secondo le procedure proprio della L.R. 56/77, al rispetto della pianificazione sovraordinata, all'accordo tra ASL AT e AEC, all'osservanza di tutte le previsioni dello Studio di Impatto Ambientale.

La stampa locale
Venerdì su alcuni media astigiani si riporta la notizia del responso della Provincia. La Stampa titola "Arriva il sì della Provincia e il no dei comitati". Non è esattamente così - come si comprende dalle note dell'articolo - e chi ha seguito la vicenda sin dall'inizio ha un moto di disapprovazione sulla semplificazione evidente.
Poche ore ed esce un comunicato stampa a firma di Marco Gabusi, presidente della Provincia, che riportiamo integralmente:

Provincia di Asti: nessun parere positivo sull'impianto di teleriscaldamento
"In merito alla questione del teleriscaldamento tengo a precisare che la Provincia di Asti, a differenza di quanto apparso in alcuni articoli pubblicati sulla stampa locale, non ha espresso alcun parere positivo sull’ impianto di teleriscaldamento nel Comune di Asti.
A fronte di una richiesta di proroga della ditta Aec (proponente dell’impianto) l'Ente di piazza Alfieri ha negato questa possibilità facendo però salvo il giudizio di compatibilità ambientale che discende dai pareri emersi in Conferenza dei Servizi, in particolare da parte di Arpa Piemonte e ASL di Asti.
La società ha deciso, contestualmente, di ritirare la pratica e di ripresentarla.
Per il raggiungimento dell'autorizzazione serviranno il parere di conformità urbanistica, che deve essere approvata dal Consiglio comunale di Asti, la disponibilità dell'area e il contratto Enel, tutti oggi non ancora disponibili.
È evidente, quindi, che la Provincia non ha detto alcun "si'" al teleriscaldamento ne potrà farlo finché tutti gli elementi ostativi non verranno rimossi".

Ancora poche ore e sul sito on line de La Stampa l'articolo pubblicato cambia il suo titolo in "Teleriscaldamento: la Provincia respinge la richiesta di proroga".

Quante altre news accadranno ancora nelle prossime ore ?

Nel frattempo pare che entro metà gennaio si terrà un consiglio comunale aperto sul tema del teleriscaldamento e, a seguire, il voto che decreterà la volontà dell'amministrazione in carica sulla trasformazione dell'area ospedaliera da luogo di protetta quiete a sede di impianti industriali.

L'area dell'ospedale non andrebbe sempre protetta ?

Lo sapremo fra qualche settimana ...

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I vostri commenti

  • Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

    Aurelio 13.08.2017 06:39
    Cambiare, cambiare rotta! ....non sempre è facile ma, ne abbiamo un tremendo bisogno... se non "svoltiamo" siamo fritti!!

    Leggi tutto...

     
  • Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

    Paolo Crivelli 02.08.2017 09:16
    molto bella questa riflessione che proponi Alessandro , è piena di saggezza, grazie

    Leggi tutto...

     
  • Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

    gianfranco Monaca 02.08.2017 06:45
    27 7 17 La Nuova Provincia sintetizza il discorso del vescovo: «Come Diocesi non intendiamo costruire un supermercato, ma solo procedere ad una vendita di cui abbiamo estremo bisogno. Nel caso in cui l’autorità competente bloccasse l’operazione, accetteremo la decisione senza recriminazioni, salvo ...

    Leggi tutto...

     
  • Un commento fuori dalla cronaca

    gianfranco Monaca 02.08.2017 06:32
    io ci sono

    Leggi tutto...

     
  • Copenhagen, una capitale a misura di ciclista

    Stefano B. 26.07.2017 09:47
    Quanti secoli dovremo ancora attendere perchè Asti segua gli esempi europei ????? Stefano B.

    Leggi tutto...

     
  • Nasce AstiRooms, casa per studenti, lavoratori e turisti

    adriana marchia 26.07.2017 09:18
    ancora congratulazioni per la completezza e polifunzionalità degli obiettivi pratico-sociali. State facendo una comunicazione multimediale?

    Leggi tutto...

     
  • A scuola per trasformare il tuo in mio...

    Paola 20.07.2017 05:25
    Che bello! Sono sempre più convinta che, come dici tu, il tempo dedicato a creare situazioni di collaborazione e condivisione, sia tempo guadagnato e non perso!! Anche, e soprattutto, queste sono competenze: in alcuni casi se non è la scuola a lavorarci sopra, che cosa resta? Grazie!

    Leggi tutto...

     
  • Lo sbilancio delle Province e delle Città Metropolitane

    giovanni pensabene 19.07.2017 12:27
    Erano così convinti che il popolo avrebbe osannato la loro schiforma costituzionale che il comma 51 dell'art 1 della legge Delrio (del 2014, due anni prima del referendum costituzionale) recita, ancora oggi, testualmente: "51. In attesa della riforma del titolo V della parte seconda della Costituzione ...

    Leggi tutto...

     
  • Chiusa la vicenda Teleriscaldamento, si apre quella per l'Oasi dell'Immacolata

    M.G. 14.07.2017 07:04
    Ma il Piano Territoriale della Regione Piemonte non dice che PRIMA occorre riutilizzare le strutture edilizie inutilizzate ??? M.G.

    Leggi tutto...

     
  • A scuola per trasformare il tuo in mio...

    M.G. 14.07.2017 06:59
    Bravissimi ! E' dall'infanzia che si deve imparare a condividere con gli altri e non a competere ... M.G.

    Leggi tutto...

 

Newsletter

Eventi ad Asti e Provincia

Eventi Cuneo, Langhe, Roero

Salviamo il paesaggio
Stop Consumo di suolo
Forum Acqua
Il gasti
Centro San Secondo
Progetto Radis
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino