Davanti alla Prefettura di Cuneo in solidarietà ai passeggeri della SeaWatch

di Cristina Mazzariello su TargatoCN. Articolo 2 della Costituzione. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. "Venerdì 28 giugno, alle 17 saremo davanti alla Prefettura di Cuneo per chiedere ai rappresentanti del Governo che in nome dell'articolo 2 della nostra Costituzione i passeggeri della SeaWatch siano fatti scendere dalla nave e accolti nel nostro Paese”. A parlare è Gigi Garelli, presidente associazione Orizzonti di Pace.

“Una manifestazione partita dal basso, da un gruppo di cittadini che appartengono a diversi movimenti e associazioni, ma anche adesioni personali – spiega Garelli -. Andremo ad esprimere il nostro disappunto per come, ancora una volta, è stata gestita la situazione della SeaWatch, in piena violazione dell'articolo 2 della Costituzione”.

“Visto che la Prefettura è il front office del Governo in periferia, noi andremo lì davanti a dire che non vogliamo rientarere nei 60milioni di seguaci millantati dal ministro Salvini. Porteremo un comunicato ribadendo che non siamo d'accordo e chiediamo che i passeggeri di questa nuova "Saint Louis" (ndr, transatlantico tedesco divenuto famoso per aver effettuato un viaggio nel 1939 dalla Germania a Cuba con a bordo 963 esuli ebrei) siano accolti. Dopo verranno le considerazioni politiche”.

Anche si risolvesse il problema della SeaWatch in queste ore, la manifestazione si svolgerà lo stesso: “Anche perché la situazione andrà a ripetersi ogni volta che ci sarà una nave carica di migranti. Di fatto andiamo a contestare il decreto sicurezza 2”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino