Extra oneri della Banca d’Italia: il comune di Cuneo non ascolta le richieste del comitato

Il Comitato di Quartiere Cuneo Centro non può che prendere atto della decisione del Comune di escludere le due proposte avanzate dal Comitato congiuntamente ai cittadini per l’uso degli extra oneri di urbanizzazione dell'ex Banca d’Italia. Ci riferiamo agli interventi su Corso IV novembre per diminuire la velocità delle vetture e il collocamento di servizi igienici nel Piazzale della Stazione.
 
Il Comune investirà invece i € 122.095,64, che non avevano ancora ricevuto una destinazione, nella manutenzione straordinaria della zona adiacente alle ripe in Corso Solaro e dei marciapiedi in alcune strade comprese tra Piazza Galimberti e Corso Dante.
 
Riteniamo che  questi siano interventi sicuramente altrettanto importanti, ma non urgenti. Lo sono invece, a nostro parere, quelli da noi proposti per delle  questioni di sicurezza stradale e di disagio urbano
 
Si sono verificati infatti nel corso degli anni diversi incidenti in Corso IV novembre, alcuni dei quali in codice rosso, non per ultimo quello occorso lo scorso 7 ottobre, a cui si aggiungono quelli avvenuti nel 2018 (il 1 agosto), nel 2017 (il 7 marzo e il 12 agosto), nel 2014 (il 18 agosto) e nel 2013 (il 9 marzo).  Questi sono solo una parte dei sinistri occorsi e riportati dagli organi di stampa. Sicuramente presso gli Uffici della Polizia Municipale e delle FF.OO. vi saranno dati più precisi, che possono senz’altro giustificare l’installazione di apparecchiature elettroniche in corso IV Novembre.
 
La richiesta d’installazione di un bagno pubblico nella piazza antistante della stazione ferroviaria, invece, ci era stata presentata da alcuni cittadini residenti in Corso Giolitti e via Silvio Pellico. Infatti, a causa dell’assenza di strutture pubbliche in zona, sono molte le persone che urinano vicino ai portici (e quindi alle entrate dei condomini), creando disagio anche a chi attraversa a piedi l’area di passaggio per entrare o uscire dalla nostra città. Ma anche questo intervento è stato “cassato”, senza alcuna spiegazione in merito

Ci auguriamo che  l’Amministrazione voglia riconsiderare le nostre richieste e l’invitiamo a farlo in tempi brevi,  affinché si possa porre fine alla situazione di pericolo permanente in corso IV Novembre e di disagio non più tollerabile nel piazzale della stazione. 
 
Comitato di Quartiere Cuneo Centro

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino