Calendario:
Altritasti
Data:
Sab 16 Feb 2019 17:00 - 19:00

Descrizione

Sabato 16 febbraio alle ore 17, nel castello Asinari di Costigliole d’Asti si svolgerà l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea “Stanze Attigue”, un percorso espositivo artistico proposto dal Gruppo Artiste Astigiani “ASHTART- Universi espressivi al femminile” guidato da Silvia Ravetti che sarà visibile fino al 17 marzo.
L’evento, organizzato dal Comune di Costigliole d’Asti insieme alla Associazione Costigliole Cultura, propone una esposizione di opere delle pittrici Roberta Fassio, Caterina Gallo, Christina Logiotatou, Marisa Ravera, Silvia Ravetti e della scultrice Manuela Incorvaia. Il gruppo  nasce nel 2010, ha esposto a Roma (galleria Pentart di Trastevere e Trittico Art Museum), Santa Margherita Ligure (La Tigulliana), Chiavari (Società di mutuo soccorso), Alessandria (Libreria Mondadori), San Damiano (Hotel Reale), Comune di Baldissero Torinese (Go art exibition Expocasa), Santo Stefano Belbo (Casa natale di Cesare Pavese) e Cannes (Chalet di l’Isère ex dimora di Guy de Maupassant). Silvia Ravetti parla delle sue allieve come di chi è animato del “respiro del bello e del sentimentale“, intendendo richiamare l’atmosfera magica in cui opera questo gruppo di artiste astigiane.

Al termine, vernissage con vini offerti dal consorzio della Barbera.
Orari di apertura: sabato pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18, domenica mattina dalle ore 10 alle ore 12.30 ed il pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18.

Per informazioni: 348 1387521.
 

Domenica 17 febbraio alle ore 17, nella Sala degli Specchi del castello, è prevista la presentazione del libro “Il cielo dopo di noi” (editrice Nord) di Silvia Zucca.
Diventata un caso editoriale grazie al successo internazionale del suo romanzo d’esordio, ne “Il cielo dopo di noi” Silvia Zucca racconta la fragilità della vita e la forza dei legami familiari, parlando delle donne di ieri e di oggi e dei segni che tutti noi lasciamo nel mondo e nel cuore delle persone, quelle che ci hanno preceduto e quelle che continueranno il nostro cammino.

Silvia Zucca, laureata in letteratura inglese con una tesi sul teatro shakespeariano, e appassionata di narrazione nelle sue diverse forme, accompagna la scrittura con lo studio del cinema e della regia. È inoltre traduttrice letteraria (sue le traduzioni di "Cinquanta sfumature di nero", di E.L. James, e dei primi due capitoli della trilogia "Crossfire" di Sylvia Day). Il suo romanzo d'esordio, "Guida Astrologica per Cuori Infranti" è stato pubblicato nel Giugno 2015 dalla Casa Editrice Nord ed è stato annunciato da La Repubblica come il romanzo più atteso dell'anno. Silvia Zucca vive e lavora a Milano e, oltre alla scrittura, ama il ballo folk, i gatti, il vino, il cinema e le buone letture.
 

Domenica 17 febbraio alle ore 16, il teatro comunale ospita invece lo spettacolo “Il melo gentile” di Dino Arru, liberamente ispirato a "L'albero" di S. Silverstein, con Dino Arru e le marionette del Dottor Bostik, voce narrante Silvano Antonelli, presentato dalla compagnia IL DOTTOR BOSTIK / UNOTEATRO.

Il melo gentile è uno spettacolo poetico di teatro di figura rivolto ai bambini, che parla a persone di ogni età. In scena ci sono due protagonisti, un albero e un bambino, due oggetti marionetta: un animatore-attore li anima a vista, per raccontare la storia del loro amore. Che è fatta di arrampicate, di altalene, di giochi infantili che poi, con il passare del tempo, cambiano perché il bambino del melo gentile cresce e all’albero chiede sempre di più. E l’albero, generosamente, dà le mele per far ricco il ragazzo, cede i rami perché si faccia la casa, regala il tronco perché si costruisca una barca e con quella salpi verso luoghi lontani. Sembra che i due destini si allontanino per sempre, ma non è così. Il ragazzo, non più ragazzo, ritorna e l’albero, ormai spogliato di tutto, gli offre ancora il ceppo per il riposo. Tema portante dello spettacolo è l’incontro di due vite nello scorrere del tempo, quella dell’albero che generosamente si spoglia e dona, e quella del bambino che riceve, raccoglie, porta via, e si fa uomo grazie a questi doni.

A seguire merenda in teatro. Info: tel. 339.2532921, http://www.teatrodegliacerbi.it,  facebookteatro.degli.acerbi.

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino