di Padre Alex Zanotelli.


I Comitati Acqua di Napoli e Campania festeggiano una seconda insperata vittoria in difesa di Sorella Acqua bloccando un disegno di legge proposto dal governatore Caldoro che avrebbe privatizzato l’acqua campana. L’altra straordinaria vittoria è avvenuta il 9 marzo, quando il Consiglio Comunale di Napoli ha affidato - con Convenzione trentennale - l’acqua partenopea ad ABC (Acqua Bene Comune), azienda speciale ...



Riflessione nella Giornata Mondiale dell'Acqua (22 Marzo).


Nel giugno 2011 oltre 26 milioni di italiani hanno votato i referendum per portare l'acqua fuori da logiche di profitto e di mercato. A distanza di quasi 4 anni si può affermare che quella straordinaria vittoria ha segnato un passaggio epocale di rifiuto dei processi di mercificazione dell'acqua e dei beni comuni, oltre ad aver messo un freno alle privatizzazioni, anche grazie all'attenzione dei comitati per l'acqua che non si è mai smorzata. L'attuale Governo, in continuità con quelli precendenti, sta però rilanciando un piano che prevede la messa sul mercato della gestione dell'acqua e degli altri servizi pubblici locali, incentivando aggregazioni e dismissioni delle aziende partecipate dagli Enti Locali ...



di Alessandro Mortarino.


Vi racconto un (altro) paradosso della nostra modernità. Protagonista è Castello di Annone, l'unico (l'ultimo ...) Comune della nostra provincia che gestisce in proprio, e da sempre, un suo acquedotto cittadino. Buona qualità dell'acqua, tecnologie impiantistiche all'altezza della situazione, bilancio in regola e tariffe basse per le bollette dei cittadini-utenti. Eppure una nuova norma nazionale (il famigerato "Sblocca Italia") lo dichiara fuorilegge e ne impone il passaggio di gestione ...



di Padre Alex Zanotelli.


“Tra i tanti processi di privatizzazione dei servizi pubblici in corso, quello dell’accesso all’acqua è il più criminale,” ha scritto l’attivista R. Lessio nel suo libro All’ombra dell’acqua. “Un progetto folle a cui possono credere solo persone profondamente malate, ammalate del nulla”. E in questo paese sono tante le persone "ammalate del nulla", che spingono di nuovo l’Italia verso la privatizzazione dell’acqua ...



.... Quindi, il calcare fa male ? La risposta è sì, fa male alla caldaia, alla lavatrice, al ferro da stiro, perché provoca incrostazioni a discapito dell’efficienza degli apparecchi, ma certamente non è nocivo per la salute dell’uomo.
Infatti, il calcio contenuto nell’acqua è quello più facilmente assimilabile e non è corretta l’associazione, che spesso viene fatta tra acqua calcarea e calcoli renali ...
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino