di Lorenza Zambon, Casa degli Alfieri Teatro e Natura.
ImageRingraziando l’Autore, pubblichiamo il testo di uno spettacolo teatrale targato “Casa degli Alfieri” che tratta del ruolo attivo di un giardiniere hobbysta fortemente legato all’idea che la Natura sia un tutt’uno con l’esistenza umana e che, di conseguenza, un seme può dare frutti da mangiare ed anche frutti socialmente “dimostrativi” …
Questo spettacolo era in scena lo scorso Venerdì 14 Marzo all’Entropia di Alba, spazio sociale giovanile autogestito, quando un nucleo di carabinieri faceva irruzione nel centro di aggregazione; 20 identificati, 2 fermi per resistenza a pubblico ufficiale, il dubbio (nostro) che essere giovani (soprattutto in Provincia) equivalga ad essere colpevoli di un reato grave: credere che il futuro ci appartenga …

di Claudio Gallo, Associazione Culturale “L’Obiettivo” di Agliano Terme.
ImageSiamo tutti chiamati a un’importante riflessione sul significato e sulle conseguenze della crisi dell’industria che ha colpito il Piemonte. L’incrollabile Fiat dapprima, e parecchie altre industrie poi, hanno fatto capire a molti che l’”americanizzazione“ che ci ha contagiati, la frenetica rincorsa al budget non hanno altro merito che rendere più violenta la società, esasperando la competizione tra individui. E creando, di rimando, una serie di problemi collegati all’occupazione. Questo sta spingendo le Amministrazioni e la stessa Provincia di Asti a rivedere certe posizioni e a ripensare al nostro territorio in un’ottica più mirata allo sviluppo del turismo.

ImageIl termine “Bioregione” deriva dal greco bios (vita) e dal latino regere (governare). Si tratta, quindi, di un luogo/territorio geografico omogeneo in cui dovrebbero essere predominanti le regole dettate dalla natura e non le leggi che, troppo spesso, l'uomo ha definito artificialmente a proprio uso e consumo. Ognuno di noi vive all'interno di una Bioregione e ciò che dovremmo imparare a fare è di riconoscerla, ritrovarsi in essa come nella propria casa e conoscerne tutte le potenzialità e le risorse naturali, sociali e culturali, alla ricerca di un modo di vivere sostenibile e locale in armonia con le leggi della natura e con tutti gli esseri, viventi e non viventi.

Vi proponiamo un “test” per imparare a riconoscere il “vostro” territorio …

ImageE’ con orrore che apprendiamo della decisione del Presidente del Consiglio Romano Prodi sulle ecoballe della Campania: almeno 7 milioni di tonnellate  (che di eco non hanno nulla, ma sono solo rifiuti tal quali), accatastate in buona parte a Giugliano.
Si tratta dell’ordinanza n. 3657 del 20 febbraio 2008: “Disposizioni urgenti per fronteggiare l’emergenza nel settore dei rifiuti nella regione Campania”.
La disposizione che lascia più stupefatti è quella contenuta nell’articolo 4: “Per accelerare  le iniziative finalizzate al superamento dello stato di emergenza, in particolare per consentire la messa in esercizio in tempi rapidi dell’impianto di termodistruzione di Acerra, è autorizzato il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti contraddistinti dai codici Cer 191212, 190501 e 190503 (rispettivamente le ecoballe campane, la frazione organica non stabilizzata, ossia l’ex fos, e il compost fuori specifica) presso detto impianto, assicurando comunque il rispetto dei livelli delle emissioni inquinanti già fissati nel provvedimento di autorizzazione.
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino