Rinnovati i consigli provinciali di Asti e Cuneo

di Alessandro Mortarino.

Non sono molti i cittadini che si sono accorti che lo scorso 31 ottobre le province di Asti e Cuneo hanno eletto i loro nuovi consigli. E chi si è distratto non ha grandi colpe: queste elezioni non lo vedevano come protagonista, perchè la nostra "nuova democrazia" ha deciso - e non è la prima volta - che l'Ente Provincia debba essere scelto non dai cittadini ma dai consiglieri comunali in carica. Il risultato? Che a Cuneo hanno votato solo in 850 (poco meno del 34% degli amministratori) e ad Asti poco più di 500 (40% degli aventi diritto). Ah, la democrazia ...

In entrambe le province sono state presentate liste uniche e ad Asti non si votava neppure per il nuovo presidente, essendo tuttora in carica Marco Gabusi che però l'anno prossimo sarà in scadenza poichè esaurito il suo ruolo da Sindaco del comune di Canelli (non più rielggibile dopo due mandati).

Democrazia, già. Un consiglio provinciale non eletto dai cittadini e trascurato dagli stessi possibili elettori (una vera elite ...).

Se si voleva abolire l'istituzione provinciale, il successo della scelta così è stato assicurato.

Democrazia: "governo del popolo".

Vero. ma il popolo dove lo abbiamo relegato? ...

Commenti  

0 #1 Gianluigi Arrigotti 2018-11-08 07:09
In realtà, almeno per Asti, si trattava non di una Lista Unica come proponeva l'attuale Presidente ma di una unica Lista in quanto tutte le possibili opposizioni non hanno avuto voglia di esporsi. Da Consigliere di un piccolo Comune ho provato a lanciare un appello alle precedenti minoranze presenti in Consiglio (PD e Provincia Civica) ed a chi ne era già fuori (M5S) ma le risposte sono state un totale ed assordante silenzio ! Personalmente ho deciso di partecipare al voto ma di annullare la scheda in forma di dichiarata protesta, per quanto certamente inutile. In conclusione : non ci lamentiamo troppo della Democrazia in vigore ma proviamo tutti ad esercitarla maggiormente nei fatti e nelle parole : DeAndrè cantava più o meno così "non crediamo di essere assolti siamo lo stesso tutti coinvolti".
Citazione
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino