A cura di ARI-Associazione Rurale Italiana.

Lancio del nuovo documento contadino di analisi sulla pandemia.
Siamo contadini e contadine coinvolti/e anche noi nella pandemia Covid 19, esprimiamo qui il nostro punto di vista, con l’intenzione di dialogare con le realtà sociali e le esperienze che condividono queste visioni. Partendo dal necessario sguardo sui caratteri biologici dei coronavirus ed osservando alcune significative correlazioni sulla diffusione epidemica del Sars-Cov 2 nel territorio italiano, abbiamo inteso approfondire gli aspetti maggiormente in relazione con la dimensione agroecologica che comprende anche salute, economia, e società...

di Paolo Maddalena, Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente dell’associazione “Attuare la Costituzione”

Il coronavirus ha fatto segnare ieri in Italia 280 nuovi contagiati e cioè 87 unità in più rispetto al giorno precedente, di cui i due terzi in Lombardia. Sul piano mondiale, l’Oms ha invitato tutti alla massima prudenza, poiché con l’apertura delle frontiere il rischio del contagio può aumentare in modo imprevedibile.

Sul piano economico emergono talune notizie sulla relazione finale della task force, con a capo il manager Colao, la quale ha compiuto il suo lavoro dicendo che ora le decisioni passano al governo...

di Sergio Motolese.

Il mensile Le Scienze, edizione italiana di Scientific American, rivista ritenuta prestigiosa in ambito scientifico, a maggio 2020 titola in copertina: IL PROSSIMO VIRUS.
Insomma, invece di chiedersi quali cambiamenti siano necessari per riportare armonia negli ecosistemi, nell'economia, nelle anime, nei pensieri e nei comportamenti umani e sociali, ci si prepara a nuove guerre e nuove armi, le solite: medicine sempre più potenti e distruttive, vaccini ottenuti con l'ingegneria genetica, tecnologia 5G ecc. Nulla deve cambiare, o meglio bisogna far finta che tutto cambi perché nulla cambi. Tranne la paura, che deve essere sempre nutrita e carezzata, tenuta in campo e continuamente rinnovata con trovate sempre più efficaci...

di Gianni D’Elia.

In questo tempo si impone a noi l’evidenza e l’importanza del volto, dello sguardo.
Volti spesso celati dalle mascherine, anche quando non necessarie o addirittura dannose. Per paura, per obbligo, per protezione di sé o degli altri, per avvio di una moda.
Chissà quante persone che indossano con convinzione, con determinazione e quasi con orgoglio la mascherina magari fino a tre mesi fa, criticavano le donne che per loro cultura, mostrano solo gli occhi...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino