AltritAsti chiude ...

ImageOgni cosa ha un inizio ed una fine e, spesso, tutto ciò ha la forma circolare di un anello fatto di consequenzialità e privo di interruzioni: origine e terminale non possiedono distinzioni, a ben osservare ...
E' quello che capita ogni giorno, nella nostra vita. E che non poteva non verificarsi anche nel caso di AltritAsti, questa “scommessa sociale”, di comunità allargata, nata ufficialmente e in punta di piedi il 23 Gennaio di quest'anno e che oggi, dopo 28 settimane (cioè 7 mesi) chiude i battenti, lieta di avere fatto la propria parte, lanciato un messaggio, diffuso stimoli, essersi eretta a dimostrazione imperitura che volontà, impegno e decisione (cioè coraggio più un filino di faccia tosta ...) possono farcela a bucare l'ozono denso delle nostre apatie.
Ora tocca ad altri ...

In questi sette mesi abbiamo macinato chilometri di pensieri e di idee, stretto mani callose e sfiorato unghie perennemente limate. Abbiamo annusato. Ci siamo fatti sezionare.
Avevamo un obiettivo: condividere.

E abbiamo condiviso. Lo scrutiamo non nella palla di vetro del presunto e presuntuoso preveggente, ma in qualche numero che riassume percezione ed orgoglio: quasi 300 articoli originali pubblicati (l'80 per cento dei quali a firma di uomini e donne di Asti e provincia), 64 Associazioni o Comitati o Organizzazioni sociali varie partecipi alla costruzione di questa sorta di “redazione all'agire comune”, oltre 400 appuntamenti censiti, annunciati, raccontati.
Pulsioni.
Idem sentire.
Obiettivi.
Aspettative.
Speranze ultime a morire.
Conigli saltellanti in cappelli a cilindro dal doppio effetto.

Avremmo potuto continuare tranquillamente, tanta la materia scritta in ingresso e la sua rapida trasformazione in input esternalizzati. Che, ora, ha iniziato ad assumere anche forme fisicamente meno lontane, ovvero espressioni orali attraverso letture pubbliche tra l'asfalto poco accogliente delle piazze astigiane e le foglie sempre più deboli delle erbe (s)pettinate dei nostri giardini.
Pubblici.

Avremmo potuto.

Ma c'è un inizio e c'è una fine.
E in mezzo ci siamo noi.
Noi e voi.
Insomma: NOI.

Così abbiamo scelto la più naturale delle vie: fermarci qui. Senza troppo scandagliare i motivi di una scelta.

E se siete giunti fino a qui per leggere questa “notizia”, a noi piace pensare che anche Voi apparteniate ad una di queste due manicheistiche classi sociali: quelli che stanno per disperarsi per la perdita del “loro” AltritAsti o quelli che “non vedevano l'ora” ...

E se siete giunti fino a qui, vogliamo dirvi che (in fondo, in fondo ...) noi siamo un po' sadici e un po' abituati a sorriderci addosso. E, naturalmente, anche in questa occasione ci siamo lasciati trasportare dall'irruenza dell'iperbole e – beh, sì, forse .... - potrebbe essere che abbiamo esagerato e che “non ci siamo spiegati tanto bene”: AltritAsti chiude.
Ma soltanto per ferie !!!!

Tutto Agosto a sollazzarci in vario modo: chi a raccogliere nocciole, far conserve o marmellate. Chi a bearsi degli spruzzi di onde spumeggianti intrise di mucillagine, di ghiacci perenni prima dello scioglimento planetario, di laghetti silenti prima della pioggia caduca, di merende nei prati sotto il temporale, di vento fra i capelli o sotto i baffi.
Eccetera eccetera ...

Il sito web, quello rimarrà vigile e sempre pronto ad ospitare messaggi emergenziali (vorreste forse dirci che nessuno approfitterà dell'apparente distrazione delle masse per inventare nuove e vecchie guerre, demolizioni di diritti, torture all'intelletto, smantellamenti di welfare già parecchio smantellati ????).
Mentre la newsletter settimanale se ne va in vacanza.
Ma non per sempre: torneremo abitualmente nelle vostre caselle di posta elettronica fra cinque settimane, il prossimo 3 Settembre.

Dunque AltritAsti chiude.
Perché c'è un inizio, una fine. Un mezzo ...

Buone vacanze ! A chi le farà e a chi continuerà a nuotare in questo mare ...

Commenti  

0 #1 daniela grassi 2008-07-29 22:12
Ehm...si dopo aver letto questo editoriale,che mi è stato segnalato da Gian un po' preoccupato, direi che è proprio il caso di un po' di vacanza, nel senso di lasciar vagare corpo e anima per altri lidi in cui si riposino e rinfreschino.
Arrivederci a presto e baci, Daniela e Gian
Citazione
0 #2 cristina 2008-07-30 08:40
al diavolo. ci avevo creduto!!!! :-)
Citazione
0 #3 Roberto 2008-07-30 09:34
..e dire che ci avevo creduto :D

Io sarò a sollazzarmi in quel delle valli di lanzo 8) dove siete ovviamente invitati caso mai passaste a cercare funghi o formaggi...

Buone vacanze anche a voi
Citazione
0 #4 silvana 2008-07-30 10:52
mi avete fatto prendere un colpo! son boccalona lo so!buone meritate vacanze anche a voi! io x ora do della tinta poi mi coltivo il mio amore appena nato. baci
Citazione
0 #5 Gabriella 2008-07-30 14:05
Ravviso in questo bell'articolo di commiato, nell'ironia e nel sadismo l'impronta di qualcuno che conosco ma non definisco.. un po' di sadismo anche da parte 'nostra' (lettori) non guasta...
Devo dire che.. ci son cascata! E mi chiedevo come mai il 'comitato redazionale' volesse gettare l'osso.. Delusioni? Frustrazioni? Impegni improrogabili? Motivazioni recondite? Ma fortunatamente no, il 'comitato' di Altritasti non molla.. e ci ritroveremo dopo le vacanze (trascorse a casa propria o in giro per il mondo non è importante: fondamentale è fare il vuoto (vacuum)) proprio per poter tornare a reagire, scrivere, leggere, inca....rsi per questo mondo che va alla deriva , ma che noi pochi o tanti tentiamo umilmente di salvare...Buone vacanze oziosissime a tutti!
Citazione
0 #6 Luisa Rasero 2008-07-30 18:54
Eh no, non si può dover arrivare quasi alla fine dell'articolo per capire che è una chiusura per ferie! Preparatevi, appena vi vediamo vi picchiamo con nonviolenza (Michele), macché nonviolenza (Luisa)

Buone ferie
Citazione
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino