FIAB Asti presenta il programma delle attività del 2018

La sezione astigiana della FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta ha reso noto le sue prossime iniziative finalizzate a promuovere un cicloturismo di valorizzazione del territorio e una mobilità sostenibile in città, secondo le linee guida della FIAB Onlus nazionale ...

Domenica 15 aprile: IN BICI AGLI STAGNI DI BELANGERO
Dai fossili dell’Astigiano nel Museo Paleontologico ai percorsi nella futura Riserva Naturale di Belangero.

Domenica 20 maggio: CICLOVIA TERRE UNESCO
Pedalando lungo valli e colline del Monferrato sul percorso Asti-Portacomaro-Moncalvo e ritorno.

Altre proposte sono in preparazione per l’estate e l’autunno, come le Colline di Antignano e le Terre Alfieri, la Valle Belbo e le Cattedrali Sotterranee Unesco di Canelli.

La pratica del cicloturismo ha bisogno di infrastrutture e di interventi organizzati, oltre naturalmente a un marketing efficace: per questo FIAB Asti ha collaborato con la Provincia di Asti e i professionisti incaricati alla realizzazione dello studio di fattibilità dei “Percorsi ciclabili Terre Unesco”.

FIAB partecipa al Tavolo Tecnico per la Mobilità sostenibile, che sta lavorando concretamente con la Regione Piemonte e con Rete Ferroviaria Italiana per la riapertura e l’esercizio di linee ferroviarie sospese, come la Asti-Alba, Alba-Canelli-Nizza e Asti–Casale.

Bici è salute: divertimento e benessere in sicurezza.
FIAB ha partecipato nel 2017 al progetto “Benessere in Movimento” con LILT, CONI e NORDIC WALKING, per promuovere la pratica della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano non inquinante, salutare e silenzioso: un primo incontro con medici ed esperti su salute e sicurezza in bici, seguito da uscite in bici in Asti storica e nella Riserva naturale di Valle Andona – Valle Botto.
Collabora con scuole e associazioni locali per l’educazione alla sicurezza in bici e la pratica del cicloturismo.

Mobilità ciclistica urbana: un impegno primario.
FIAB ha presentato recentemente al Sindaco e alla Giunta del Comune di Asti lo studio di fattibilità "NODO CICLABILE DI ASTI",

per partecipare al bando regionale di co-finanziamento e promuovere un intervento migliorativo dei percorsi ciclabili in città.
L’Amministrazione ha detto che in questo momento non ci sono possibilità nel Bilancio Comunale per la copertura finanziaria della partecipazione al bando e ci sono interventi più urgenti da portare avanti.
FIAB è convinta che anche Asti può diventare una città più accogliente per biciclette e pedoni, prendendo come riferimento gli interventi fatti e in corso di realizzazione in molte altre città del Piemonte e auspica che si faccia una scelta consapevole e differente rispetto all’uso prioritario delle auto in città, con interventi strutturali per ampliare le zone percorribili in bici e a piedi, collegando i percorsi ciclabili esistenti lungo le direttrici est-ovest e nord-sud con la stazione ferroviaria, creando punti di parcheggio anche custodito per le biciclette, realizzando campagne mediatiche di promozione all’uso di bici private e a noleggio per gli abitanti e i turisti.

FIAB chiede al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio Comunale di riprendere a breve e in modo concreto la collaborazione iniziata lo scorso ottobre con il Cicloraduno FIAB Nord Ovest,  che ha portato ad Asti e lungo il Tanaro un centinaio di cicloturisti di Piemonte e Liguria, che hanno gradito e apprezzato la nostra città e l’accoglienza ricevuta.

FIAB è in campo per migliorare la mobilità sostenibile della nostra città.

Per maggiori informazioni: http://www.fiabasti.it - http://www.facebook.com/fiabasti - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenti  

0 #1 Mauro Bolla 2018-04-10 23:26
Forse più concretezza sulla reperibilità dei finanziamenti, se no rimane il libro dei sogni ...
MB
Citazione
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino