TAV motore di sviluppo: le infrastrutture presupposto per la crescita dei nostri territori

Il 4 febbraio la nostra redazione ha ricevuto il comunicato stampa e una locandina relativi ad un convegno promosso da Confabitare-Associazione nazionale per la tutela dei diritti dei Proprietari Immobiliari e dall'Associazione Argonauti di Asti. Incontro fissato per l'8 febbraio nel Polo Universitario di Uni Astiss, tema di quelli "caldi" per un luogo come la città di Asti, nevralgico punto di snodo dell'agognata ferrovia che potrà salvare le nostre terre dall'abbandono all'incuria del non sviluppo...


L'invito ci entusiasma davvero, perchè è di facile evidenza constatare come gli organizzatori del super evento abbiano immaginato un incontro iperdemocratico e megainclusivo che ospiterà tutte le visioni in campo, pro e contro la TAV.
Per essere certi di queste loro scelte, sufficiente leggere queste frasi contenute nell'invito e poi leggere i nomi dei Relatori: "Si vuole con questo incontro contribuire a meglio illustrare e chiarire i motivi per cui questa opera è cosi importante per il territorio e per lo sviluppo dell’economia locale e nazionale, e lo si vuole fare con chi questa opera ben la conosce e con chi ben comprende le conseguenze economiche che le decisioni in senso positivo o contrario sulla sua realizzazione potrebbero portare. La competenza e la conoscenza dell’argomento come attori, e non solo spettatori, degli ospiti invitati a parlare della TAV e dei motivi per cui la stessa è un’opera necessaria per lo sviluppo dei nostri territori sono la premessa per una discussione focalizzata su argomenti concreti e liberi da aspetti ideologi e/o di parte. Si parlerà del tema con PAOLO FOIETTA, Commissario del Governo per l’asse ferroviario Torino-Lione e Presidente dell’Osservatorio della nuova linea Torino-Lione e CARLO ALBERTO BARBIERI, Professore del Politecnico di Torino esperto presso l’Osservatorio della nuova linea Torino-Lione, già rappresentante della Città di Torino e attualmente membro del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Inoltre, vista l’importanza che il tema riveste per la città di Asti e il suo territorio, al dibattito interverranno ANDREA AMALBERTO, Presidente dell’Unione Industriale della Provincia di Asti, ROBERTO DELLAVALLE, Presidente Confartigianato di Asti, MAURIZIO RASERO, Sindaco della Città di Asti".

Non c'è un invitato che abbia idee critiche rispetto alla TAV...

Il giorno dopo un giornale astigiano contatta il nostro Alessandro Mortarino e lo informa di una iniziativa in corso: una serie di domande che il giornale ha ottenuto di poter formulare al commissario Foietta a corredo del convegno e che la redazione ha scelto di non rivolgere in prima persona ma attraverso i quesiti di alcuni esponenti della società civile astigiana. Gli organizzatori danno conferma al giornale, che inizia a raccogliere le domande. Il giorno dopo il convegno il giornale si scusa (pur non avendone colpa) per la decisione all'ultimo minuto di Foietta di sottrarsi al contraddittorio. Risultato: niente dibattito tra i Relatori e zero discussioni a "distanza". Ottimo risultato: quorum al 100 % !!!!

Ultima nota sui due organizzatori dell'incontro: Confabitare è rappresentata ad Asti dall’Ing. William Carucci, uno dei responsabili del progetto Agrivillage che per anni ha fatto discutere la città di Asti prima di essere bocciato dal Comune (ma nella stessa area incombe ora un progetto finalizzato alla realizzazione dell'insediamento di un polo innovativo incentrato sul divertimento, sport e tempo libero, ove si potranno praticare attività sportive e per l’impiego del tempo libero indoor ed outdoor in Val Rilate).
L'Associazione Argonauti nasce dall’avventura politica nazionale di “Fare per Fermare il Declino” di Oscar Giannino.
Per entrambi pare evidente che l'importante nella vita è FARE, non FARE LA COSA GIUSTA... E per farlo, non ci si può permettere che qualcuno avanzi (democraticamente) dubbi e obiezioni!

Commenti  

0 #11 Fabio 2019-02-15 21:12
"secolo scorso (era il Novecento!)"
Mi scuso e faccio pubblica ammenda .. ho mal digerito il nuovo millennio .. comunque dopo la figuraccia mi arrendo .. Io non sono tra quelli che cambierà il mondo
Citazione
0 #12 Gianfranco Monaca 2019-02-16 07:28
se ci ripensa lo faccia sapere, non è mai troppo tardi. Il mondo è già cambiato un po': riconoscere un errore, in un mondo di pretesi infallibili, è il cambiamento!
Citazione
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino