Il serrato dibattito sull'intricata situazione di ASP esce dai confini squisitamente locali. Eleonora Artesio, consigliera comunale di Torino (Torino in Comune-La Sinistra) ha depositato oggi una Interpellanza per richiedere alla Sindaca Appendino (anche Assessore delegato alle partecipazioni societarie) di conoscere quando e con quali atti sia stata autorizzata e consentita la partecipazione delle aziende ex municipali - e ora a maggioranza di partecipazione comunale - a società per azioni multiservizi operanti all'esterno del territorio comunale e della Città metropolitana, tanto da portare all'acquisizione da parte di SMAT di quote di NOS SpA fino all'assunzione della sua stessa presidenza e quali conseguenze possono derivare dagli attuali rapporti incrinati tra le stesse aziende e l'astigiana ASP...

di Paolo X Viarengo.

A Basilio Magno, cristiano greco del III secolo, è attribuita una delle più feroci definizioni del denaro: lo sterco del diavolo. Titolo ripreso da Jacques Le Goff nel suo saggio sull’economia nel mondo medievale, dove l’usura era bandita in quanto contraria al precetto evangelico di prestare senza nulla chiedere in contraccambio (Luca 6, 34-35). La possibilità di redimersi, di fronte a Dio e agli uomini, veniva dal restituire il “maltolto” sotto forma di opere di carità. Redenzione che non era arrivata al protagonista della novella del Verga “La roba”, in cui il protagonista, ossessionato dall’accumulo compulsivo, vedendo giungere la morte, esce da casa e, come un pazzo, si mette ad uccidere le oche che aveva, tra le altre cose, accumulato nel corso della sua vita. Spesa per nulla...

Intervento di Pierluigi Graziano al Consiglio comunale aperto di Asti sulla situazione di ASP SpA.

La mia presenza in questo consesso non rappresenta l'espressione di un gruppo di lavoro o di un formazione politica, anche in fieri, semplicemente vuole esprimere la preoccupazione di un cittadino che nell'arco della sua ormai non più breve esistenza si è occupato professionalmente della nascita ed evoluzione di ASP, prima municipalizzata, poi SpA ed infine SpA a capitale misto pubblico e privato e che, vivendo in questa città, utilizza i servizi resi e paga le conseguenti tariffe, su cui occorrerebbe porre attenzione stante che per il sistema rifiuti sono tra le più care in Italia...

A cura del Comitato Astigiano a favore delle acque pubbliche.

Abbiamo scelto di intervenire al consiglio comunale aperto del 17 febbraio affidando al nostro Alessandro Mortarino il compito di sintetizzare alcune riflessioni sull'attuale situazione in seno al bacino idrico Astigiano-Monferrato (EgATO5) e al ruolo di ASP. Eravamo ben consci che in una fase di difficili rapporti tra socio pubblico e socio privato all'interno della compagine proprietaria di ASP e non essendo note le ragioni di tale malessere, sollevare la questione di una possibile ripubblicizzazione - almeno del ramo idrico - della ex municipalizzata corresse il rischio di rendere la vicenda ancora più intricata, ma abbiamo ritenuto che in una democrazia matura valutare tutte le ipotesi, con serenità e voglia di confrontarsi in maniera non ideologica, fosse necessario. E abbiamo fatto bene: notiamo che le nostre considerazioni non sono cadute nel vuoto e ora riteniamo opportuno ampliarne la visione per consentire a tutti di possedere le necessarie informazioni...

A cosa serve un Consiglio Comunale Aperto? La risposta è semplice: serve a dare voce in forma collettiva a un dibattito su un tema di particolare rilevanza che riguarda l'intera collettività territoriale. E', dunque, uno strumento "alto" di democrazia per favorire lo scambio di notizie, suggerimenti, analisi, proposte ed è strettamente legato a una situazione di attualità e di "allarme". Non è il caso del CCA (abbreviamo per comodità) tenutosi in municipio ad Asti la sera di lunedì 17 febbraio: un momento di democrazia, sì; ma "monco" in quanto tutti coloro che hanno avuto l'opportunità di declinare concetti e di ampliare l'orizzonte di un dibattito necessario, hanno dovuto scontrarsi con il vero punto di partenza di qualunque allargata discussione: qual è la situazione attuale? Difficile proporre soluzioni per un problema di cui non si sa, compiutamente, quale sia la dimensione...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino