a cura del Comitato cuneese per la Democrazia Costituzionale

Continua anche a Cuneo con buon successo la campagna per la raccolta firme per i Referendum contro la nuova legge elettorale (Italicum) e contro le modifiche alla carta Costituzionale, approvate in Parlamento da una “strana” maggioranza, composta dal Partito di Renzi e dalla pattuglia di seguaci di Verdini, pluriinquisito per una serie di reati (dal concorso in corruzione all' associazione a delinquere, dalla bancarotta semplice e fraudolenta alla truffa semplice e aggravata anche ai danni dello Stato) ...


di Gianni Rinaudo, maestro elementare di Bra e socio APEI (associazione pedagogisti educatori italiani).

I Maestri della scuola italiana sono quasi estinti: meno del 4% degli insegnanti della primaria, elementare, sono maschi, 8.193 su 224.124 donne. A quella dell’infanzia, addirittura lo 0,7%: 590 mosche bianche. È così per tutti i livelli della scuola, che mediamente è in «rosa» per l’80%, anche se la presenza di donne diminuisce con il crescere del livello scolastico e del prestigio sociale connesso: le professoresse alle superiori sono il 65% ...


Proprio in questi giorni è in fase di votazione alla Camera il Disegno di legge AC. 2039, denominato “Contenimento del Consumo del suolo e riuso del suolo edificato”, che il Forum Italiano per i movimenti per la Terra e il Paesaggio, dopo lunghe analisi, ha evidenziato non soltanto come insufficiente a fermare il consumo di suolo nel nostro Paese ma addirittura controproducente, sottoponendo ai parlamentari una nuova proposta, volta a migliorare in modo sostanziale diversi punti del DDL.
Nel frattempo è utile ricordare l'elenco dei Comuni peggiori nel consumo di suolo, inerenti la Provincia di Cuneo ... 


di Giuliana Masante

A Mondovì si è tenuto il convegno "Cibo è Comunità". Ad aprire l'interessante dibattito è stato Gianni Scarpace, della redazione del settimanale Provincia Granda, il quale ha fornito in particolare i dati sulla povertà alimentare a Mondovì: dal 2009 al 2015 i pasti giornalieri serviti dalla Caritas sono aumentati del 74%. I pasti serviti agli italiani sono aumentati del 116% ...


a cura di Officine di Resistenza.

L’antifascismo non interessa ormai che a pochi: quello coltivato retoricamente dalle istituzioni ha poi il raro dono di risultare respingente per ogni moto di fascinazione e attrazione verso le vicende resistenziali. Le celebrazioni ufficiali sono inerti e avulse dalla vita reale, del tutto sconnesse dai problemi, dalle gioie e dai desideri delle persone. Odorano di cloroformio, evocano il calore della ghiacciaia piuttosto che lo spirito e la passione dei partigiani. Gli unici momenti veri di queste manifestazioni sono quelli in cui i protagonisti del tempo raccontano di sé, e attraverso le loro storie personali rispecchiano le ragioni e la forte carica etica ed esistenziale di un movimento collettivo straordinario. Abbiamo ascoltato tante volte i loro interventi, e ci sembra che solo questi riescano a sciogliere la camicia di forza in cui la narrazione ufficiale ha imprigionato la Resistenza...
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino