Undicesima Mezza Stagione del Teatro degli Acerbi a Costigliole

Si sta per alzare il sipario sull' undicesima edizione della “mezza stagione”, il cartellone della Stagione invernale 2014 del Teatro Municipale di Costigliole d’Asti.
La stagione teatrale è realizzata dal Comune di Costigliole d'Asti con la direzione artistica del Teatro degli Acerbi ed in collaborazione con la Biblioteca Comunale e con il supporto delle Associazioni Costigliole Cultura e Costigliole Internazionale.
Fondamentale è il contributo della Regione Piemonte, della Fondazioni C.R.Asti e C.R.T. e di importanti sponsor locali (Bosca e Bianco Auto)
Si conferma la collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte per le domeniche a teatro ed il patrocinio del Parco Culturale Piemonte Paesaggio Umano.
Dopoteatro a cura delle Associazioni Symphòniam e Costigliole Cultura.

Un luogo di cultura a dimensione famigliare” in cui ritrovarsi con una programmazione per “tutti i gusti”, capace di attirare un pubblico numeroso di tutte le età, famiglie, appassionati, giovani.
Un vero e proprio progetto culturale per il territorio.
Commentano Fabio Fassio del Teatro degli Acerbi, il Sindaco Giovanni Borriero e l’Assessore Filippo Romagnolo:
"La Mezza Stagione torna per la decima volta. Due lustri di sogni, speranze, fatiche, investimenti umani e artistici sul territorio da parte del Comune di Costigliole d’Asti e della Compagnia Teatro degli Acerbi. I frutti continuano ad essere sotto gli occhi di tutti ed è per questo che i primi ringraziamenti vanno a chi crede nell’iniziativa e la sostiene. Gli sponsor privati, che dimostrano una sensibilità encomiabile, le fondazioni bancarie che continuano ad essere prezioso motore della cultura locale, le fondazioni teatrali regionali che ci onorano del loro sostegno per il secondo anno consecutivo, la regione Piemonte e naturalmente la Cantina dei Vini  che ci permette di far vivere i dopoteatri in un luogo suggestivo e confortevole.
La Mezza, per motivi di budget ritorna “mezza”, un ritorno alle origini quindi carico di significato e che ci riporta al senso profondo che ha spinto il Comune di Costigliole, dieci anni fa, a proporre la sfida agli amici Acerbi. Per questo motivo nell’anno più difficile dal punto di vista delle risorse, abbiamo preferito sacrificare la quantità di proposte anzichè la qualità e il valore artistico degli spettacoli. Anche la formula, che si è rivelata vincente nel decennio, non cambia: uno spettacolo in teatro e uno nella cornice caratteristica della Cantina dei Vini, degustazioni di qualità e vini del territorio. Collaborazioni importanti con le compagnie più interessanti del panorama regionale, due domeniche a teatro per le famiglie con spettacoli a circuitazione nazionale, una inedita commedia di Shakespeare, uno spettacolo sulla vicenda umana e letteraria di uno dei nostri più grandi scrittori, spettacoli di teatro-canzone e big band straordinarie, dopo teatri intriganti che seguono il filo rosso delle “Altre”, le donne vissute dietro le quinte della storia. Tutto questo e molto altro nella Mezza Stagione del decennale.
Teatro degli Acerbi e Amministrazione Comunale sono così certi di aver realizzato un modo ancora più completo di vivere la serata del sabato in un ambiente a misura d’uomo, lontani dai bui pensieri dei tempi di crisi".


Il pubblico troverà, come sperimentato con successo nelle passate edizioni, un luogo di incontro accattivante e “caldo”, ove assistere a spettacoli di qualità e poter trascorrere nel tradizionale spazio del “dopo teatro”, sorseggiando un bicchiere di vino, una serata piacevole, assistenza a piccoli recital.
Il cartellone comincerà sabato 1° dicembre e si svilupperà su 5 serate e 2 domeniche a teatro, fino a sabato 9 marzo 2013.
Collaborazioni importanti con le compagnie più interessanti del panorama regionale, uno spettacolo sulla vicenda umana e letteraria di uno dei nostri più grandi scrittori (Cesare Pavese, in collaborazione con l'omonimo festival, sabato 1 dicembre), una inedita commedia di Shakespeare ("Doppio inganno", sabato 2 febbraio con "Il mulino di Amleto"), spettacoli di teatro-canzone e big band straordinarie (un omaggio a Frank Sinatra e lo spettacolo "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" di Assemblea Teatro), intriganti dopoteatri originali "a puntate" sulle donne vissute dietro le quinte della storia.  

Gli abbonamenti, con prevendite negli abituali punti ad Asti presso Cartoonia. a Costigliole d’Asti presso la Tabaccheria Sisters e a Motta di Costigliole presso la pizzeria “Al peperone rosso”, saranno disponibili da venerdì 16 novembre: abbonamento intero € 45, ridotto € 40.
Biglietti per le singole serate in abbonamento in prevendita dal 27 novembre (intero € 11, ridotto € 9).
Per informazioni e prenotazione abbonamenti e biglietti: Teatro degli Acerbi 339-2532921 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., http://www.teatrodegliacerbi.it e su facebook.

PROGRAMMA:

Domenica 9 febbraio 2014
in teatro ore 16 con merenda


SIAMO FATTI DI STELLE
omaggio a Margherita Hack
con Patrizia Camatel e Giulia Masoero
testo di Roberta Arias e Patrizia Camatel
Teatro degli Acerbi

Una professoressa di astronomia ha, tra i suoi allievi, una giovane studentessa molto appassionata delle bellezze e dei misteri del cosmo. I dialoghi tra le due protagoniste, ora dal tono spiritoso ora scientifico o poetico, costituiscono il gioco teatrale che introduce il pubblico alla scoperta di tante meraviglie dell’universo che ci circonda: dal Sistema Solare alle Supernove, alle stelle comete e tanti altri corpi celesti che incuriosiscono – e talora spaventano - l’umanità fin dalle sue origini. Al discorso più propriamente astronomico, che viene affrontato con il rigore dovuto alla disciplina, si affianca anche un percorso stimolante di domande, poste dall’allieva alla studiosa, in merito a tante curiosità che in qualche modo hanno a che vedere con le stelle: i miti legati alle costellazioni, l’astrologia, l’ufologia...
Un modo per far accostare il pubblico, specie quello dei giovanissimi, a una materia affascinante, che ciascuno di noi può cominciare ad esplorare ...mettendosi col naso all’insù!


Sabato 15 febbraio 2014
in teatro ore 21


MI HA SALVATO LO SWING!!
Con Patrick Mittiga & The Swing Crew
PMPromotion

Lo spettacolo racconta le vicende, in gran parte autobiografiche, di un musicista obbligato a suonare brani di ogni genere, spesso controvoglia, come accade nei piano-bar. Lo stanco protagonista vive una escalation di situazioni raccontate con la musica dal vivo. La chiave di volta della sua carriera artistica arriva poi con la scoperta dello Swing, del Jazz e di quelle forme musicali libere da schemi e preconcetti che permettono di modificare a proprio piacimento i brani più “famosi”.
Il repertorio comprende tanti brani evergreen rivisitati e ri-arrangiati in chiave Swing, Jazz, latin da un ensemble formato da cantante e quartetto jazz (sax, basso/contrabbasso, piano, batteria): miti come Sinatra, Dean Martin, Nat King Cole si intrecciano a Modugno, Baglioni, Paoli, Tenco, Morandi, Dalla ed altri tra i più rappresentativi artisti italiani.

ore 22.45 DOPOTEATRO nella Cantina dei Vini con degustazione
UN BICCHIERE E…DUE NOTE
a cura delle Associazioni Symphòniam e Costigliole Cultura


Sabato 22 febbraio 2014
in teatro ore 21


ZUPPA DI LATTE (SUPA 'LAIT)
Aspetand Carlin, dall'omonimo libro di Carlin Petrini, fondatore dell'Associazione Slow Food, con Massimo Barbero, Patrizia Camatel, Dario Cirelli, Fabio Fassio ed Elena Romano.
Uno spettacolo di Luciano Nattino e del Teatro degli Acerbi, in collaborazione con la Condotta Slow Food Monferrato Astigiano e Colline Alfieri.
PRIMA NAZIONALE

"Qui si fa scuola di umanità". Carlo Petrini
Uno spettacolo tra realtà e favola, ispirato al racconto "Zuppa di latte" del fondatore di Slow Food, Carlo Petrini. Una storia dai toni a volte surreali, quasi beckettiani, impregnata anche delle tipiche coloriture popolari, che si svolge tutta in una latteria anni '70 dimenticata, come sospesa una bolla di eterno presente, ove una famiglia di lattai e i loro clienti abituali vivono nell'attesa del ritorno di Carlin, il figlio visionario e rivoluzionario...Tra gag comiche, canzoni popolari e momenti di commozione si giunge al finale... cosa sta succedendo fuori dalle annose mura della bottega? Chi è che sta spronando una fiumana di gente a cercare quella latteria dimenticata?
E per finire...zuppa di latte per tutti!

ore 22.45 DOPOTEATRO nella Cantina dei Vini con degustazione
UN BICCHIERE E…DUE NOTE
a cura delle Associazioni Symphòniam e Costigliole Cultura


Sabato 8 marzo 2014
in teatro ore 21


NON TI PAGO
di Eduardo De Filippo
con Angelo Alù, Bruna De Maria, Alfonso Di Blasio, Francesco Di Monda, Stefania Giordano, Claudio D’Acierno, Claudia Di Giulio, Vincenzo Inserra, Pina Porzio, Salvatore Puzo, Alfonso Rinaldi, Silvia Ruggiero, Aniello Santoro, Francesca Zago.
Costumi di Madame Sissì, scenografie di Giuseppe Faretina.
Regia di Alfonso Rinaldi.
Compagnia Teatrale Masaniello

Un grande classico di Eduardo De Filippo, scritto e rappresentato per la prima volta nel 1940.
In questa pièce il motivo del gioco rimanda a quello del destino, quando la vita di don Ferdinando, che gestisce un banco lotto avuto in eredità dal padre, si scontra in un gioco delle parti con quella di Mario Bertolini, suo impiegato, vincitore di quattro milioni con i numeri avuti in sogno dal padre di Ferdinando. Questi non vuole pagare, convinto che quei numeri il padre aveva inteso darli a lui, infatti era apparso nella stessa casa prima abitata da Ferdinando e poi affittata a Bertolini.
Eduardo così contrappone alla verità dei fatti quella dei sogni, fantasmi di chi non vuole credere alla realtà, la cui religiosità è indissolubilmente legata alla superstizione tra equivoci, fantasie paradossali e logiche squinternate.

ore 22.45 DOPOTEATRO nella Cantina dei Vini con degustazione
UN BICCHIERE E…DUE NOTE
a cura delle Associazioni Symphòniam e Costigliole Cultura


Domenica 9 marzo 2014
in teatro ore 16 con merenda


VERSO LA LUNA
con Alessandro Calabrese e Anna Gussoni
regia di Angelo Facchetti
Teatro Telaio

Carnevale a teatro con uno spettacolo divertente e poetico della storica compagnia bresciana: un viaggio alla scoperta della leggerezza e della meraviglia, adatto anche ai bimbi più piccoli.
Una fiaba contemporanea all’insegna di un gioco d’attore vivace e giocoso in cui il nonsense e l’umorismo sottile suggeriscono ai bambini molte riflessioni ed incantano gli occhi con colori e luci di onirica ispirazione.
Due topolini vedono la luna. E per la prima volta si accorgono di quanto è bella e decidono che è ora di andarla a trovare, perché la luna è lontana ma, se ci credi davvero, può anche finire che ci balli sopra per un po’… Due attori in scena si cimentano nell'ardua impresa di conquistare la luna in quanto topi...ma poi decidono di farlo senza costume da topi, senza naso e addirittura senza luna! Ma con la bicicletta sì! Fra tentativi disparati e disperati riusciranno ad arrivare fin lassù attraversando lo spazio per poi scoprire che...


Sabato 22 marzo 2014
in teatro ore 21


LA BAMBINA CHE RACCONTAVA I FILM
di Hernan Rivera Letelier (Arnoldo Mondadori Editore)
traduzione di Pierpaolo Marchetti
con Chiara Tessiore, Sonia Belforte e la straordinaria partecipazione di Pietro Del Vecchio
regia di Lino Spadaro e Renzo Sicco
Assemblea Teatro

"Visto che in casa il denaro andava a cavallo e noi a piedi, quando arrivava un film che a mio padre sembrava bello, si mettevano insieme le monete a una a una, quanto bastava per un biglietto, e mandavano me a vederlo. Poi, una volta tornata dal cinema, io dovevo raccontarlo alla famiglia riunita al completo nel soggiorno."
Maria Margarita ha un dono, quello del raccontare, e la sua vita si snoda attraverso parole che riportano alle miniere di salnitro come agli anni delle grandi star del cinema (da Marilyn Monroe a José Alfredo Jiménez, re della musica e del cinema messicano). Protagonista un’umanità variopinta, povera, ma mai arresa. Una sola sala per le pellicole e un unico bazar: questo è il paese. Ma in casa di Margarita non ci sono neppure i soldi per vedere gli spettacoli. Così tra la durezza del quotidiano e l’immaginario dei film ecco nascere il mito della “bambina che raccontava storie” … almeno fino all’arrivo in paese di una nuove “scatola magica”.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino