di Maurizio Bongioanni.

"Questo nuovo mondo con questo nuovo ordine mi fa schifo. E paura. Io a Torino non ci vivo, ma andare all'Imbarchino, al Bunker o in altri locali ormai chiusi da tempo era uno dei motivi per cui ci andavo volentieri. In generale, essere cresciuta in una città piena di spazi di aggregazione fra i quali scegliere mi ha formato come cittadina e come persona. Mi dispiacerebbe molto se i miei figli non avessero la mia stessa fortuna... Ora, è ovvio che mi preoccupa molto di più vivere in un paese in cui si propone di censire la gente per motivi etnici, o in cui l'odio etnico porta ad attacchi terroristici di matrice razziale perpetrati finora solo da italiani , ma si parte dalla censura della cultura, dell'informazione di qualità, quindi anche la chiusura dei locali è una battaglia per la quale vale la pena spendersi" ...

di Daniela Grassi.

Ho controllato con una breve ricerca e pare che in italiano il termine non esista.
Però a me è sorto dal profondo qualche giorno fa, quasi un neologismo spontaneo, e propongo di inserirlo nel dizionario partendo da esempi concreti, legati alla nostra attuale vita di cittadini astigiani ...

 Un anno fa a Serravalle d’Asti ha preso avvio un progetto di scuola elementare pubblica sperimentale, nella quale la costruzione della comunità educante passa attraverso una forte relazione con l’ambiente naturale (cioè con i principi e la pratiche della scuola nel bosco e con gli orizzonti della Rete di Cooperazione Educativa), il gioco come strumento educativo, esperienze sociali profonde (dove ad esempio l’inglese si impara con i richiedenti asilo e dove in generale si impara facendo…). Ora cercano una mano ...

di Alessandro Mortarino.

Vorrei essere un bambino. Un bambino di Asti. Vorrei essere un bambino di Asti per dire a voi adulti che quel cartello segnaletico che avete scelto di imbullonare in piazza San Secondo per avvisare che noi bambini non dobbiamo più giocare (tanto meno con la palla) in quella piccola isola di asfalto, è cosa buona e giusta. In fondo ci avete da tempo già vietato di rincorrere palle e palloni nei prati dei giardini pubblici e nei cortili, dunque negarci anche le piazze non può essere considerata una così grave privazione ...

Mercoledì 16 maggio si è riunito il Tavolo tecnico per la mobilità sostenibile presso la sede dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Asti allo scopo di fare il punto sull’iter di riattivazione della Linea ferroviaria Asti-Alba dopo l’avvenuta sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra la Regione Piemonte e i Sindaci del territorio (il 25 ottobre scorso a Neive) e una serie di incontri operativi successivi, anche con l'Assessore regionale Francesco Balocco, a Castagnole delle Lanze il 20 febbraio scorso, in occasione del quale furono ribaditi i propositi di procedere nella direzione da tutti auspicata della completa riapertura della linea ...

Pagina 1 di 83

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino