di Paolo Tomatis

Anche quest’anno, come accade ormai da decenni, gli abitanti della Granda hanno ricevuto festosi aggiornamenti sullo stato dell’autostrada Asti-Cuneo, informati da numerosi articoli comparsi su giornali cartacei e web oltre che da reportage televisivi: «Il via libera del Cipe alla conclusione dei lavori è stato accolto con enorme soddisfazione dal presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio...», il quale ha rilasciato soddisfatte dichiarazioni: «È una bellissima notizia che attendevamo da moltissimo tempo: ora finalmente possono ripartire i cantieri di un’infrastruttura strategica per il nostro territorio che i piemontesi aspettano da più di 30 anni».

Ops, ci siamo sbagliati...

di Gino Scarsi.

La notizia dell'impossibilità di organizzare le feste di Canale, stante i rischi e le restrizioni imposte dal coronavirus, ha lasciato tutti i canalesi con l’amaro in bocca. Certamente condividiamo questa scelta dettata dal buon senso, ma è facile prevedere che l’annullamento farà sentire un mortorio Canale, l’ultima settimana di luglio...

di Gino Scarsi.

Gavio, Gavio per piacere

vieni qua, fatti vedere, non star lì dietro le quinte

a mestare e rimestare con pretesti e con ricatti:

l’autostrada è un’ incompiuta perche tù hai rotto i patti.

 

Or ti riempion di quattrini, concessioni a mai finire

col miliardo del subentro, concorrenza fai morire.

E ancora non ti basta e continui a dettar legge:

paesaggi tutti rotti, propinandoci i viadotti.

 

E perché dover pagare

la gabella del malato, per raggiunger l’ospedale?

Non vogliamo un’autostrada

già fallita in prima istanza (con lo schiaffo della zeta),

superstrada basta e avanza.

 

Gavio, Gavio, senti bene, non tirar troppo la corda

già ci hai dato troppe pene, molla l’osso, fai sto tunnel,

che un viadotto fa mortorio, basta sfregi al territorio.

E voi sindaci straniti, vi preghiamo: non mollate!

son richieste sacrosante che vi abbiamo delegate.

Pagina 1 di 64

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino