A cura del Coordinamento Donne Cgil Asti, Camera del Lavoro di Asti.

Cara Silvia, ben tornata a casa. Queste sono le parole che un paese civile dovrebbe rivolgere ad una connazionale, una giovane donna che svolgeva un lavoro di cooperazione a favore delle persone più deprivate, e che (anche) per questo ha subito un lunghissimo sequestro di persona...

L'Italia e il mondo intero stanno affrontando la gravissima emergenza sanitaria derivante dalla pandemia di coronavirus COVID-19, forse la più grande crisi di salute pubblica (e non solo) del dopoguerra per i paesi ricchi ed industrializzati. Rete della Pace e Rete italiana per il Disarmo si uniscono alle voci di vicinanza e compartecipazione ai problemi che l'intero Paese sta vivendo, con un particolare pensiero ai familiari delle vittime e un forte sostegno nei confronti degli operatori della sanità e di chi mantiene operativi i servizi essenziali.
La drammatica situazione causata dal COVID-19 deve farci riflettere e ripensare alle nostre priorità, al concetto di difesa, al valore del lavoro e della salute pubblica, al ruolo dello Stato e dell’economia al servizio del bene comune, con una visione europea ed internazionale, costruendo giustizia sociale, equità, democrazia, pieno accesso ai diritti umani universali, quali condizioni imprescindibili per ottenere sicurezza, benessere e pace...

di Paolo X Viarengo.

E’ di questi giorni la notizia che una quarantina di nostri connazionali  all'estero sono stati prima bloccati in aereo e poi fatti rientrare in Italia. Si tratta di una quarantina di lombardi e veneti, senza alcun sintomo influenzale o di altro genere, che sono stati discriminati solo perché provenivano da zone infettate dal coronavirus. Provenivano, però, anche da una zona infettata da un altro virus: il virus della paura del diverso. Cavalcato di gran lena da chi si presenta come il salvatore della stessa nazione che avrebbe voluto dividere solo qualche anno fa. Dispiace cosa è successo ai nostri connazionali. Fa riflettere cosa è successo ai nostri connazionali...

Pagina 1 di 44

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino