Calendario:
Altritasti
Data:
Sab 13 Lug 2019 21:30 - 23:00

Descrizione

Inizia il festival “Paesaggi e oltre” nelle terre Patrimonio dell'Umanità: Sabato 13 luglio a Loreto di Costigliole lo spettacolo "Gino Bartali, eroe silenzioso".

“Il paesaggio si fa teatro. Il teatro diventa paesaggio.”
Al via la diciottesima edizione del festival “Paesaggi e oltre”, teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO.
L’iniziativa  è promossa dalla Comunità Collinare con il contributo di Regione Piemonte, Fondazione CRAsti e Fondazione CRT.
Verrà realizzata dal 13 luglio al 20 agosto con dieci appuntamenti nel territorio dei Comuni di Castagnole Lanze, Coazzolo, Costigliole d’Asti e Montegrosso d'Asti.
La direzione artistica e organizzativa è del Teatro degli Acerbi.
Un teatro fuori dai teatri: prove d’artista, spettacoli internazionali, teatro popolare e narrazione, musica nel e per il paesaggio.

Sabato 13 luglio, alle ore 21:30 sul piazzale del Santuario di frazione di Loreto di Costigliole d’Asti, è in programma lo spettacolo "Gino Bartali, eroe silenzioso" con Federica Molteni, di Luna e Gnac Teatro.
Nel 2013 Gino Bartali è stato dichiarato «Giusto tra le nazioni» dallo Yad Vashem, il memoriale ufficiale israeliano delle vittime dell’Olocausto, per aver salvato centinaia di ebrei durante la Seconda Guerra mondiale.
Un grande omaggio al ciclismo eroico degli anni ’30, sul piazzale del Santuario alla sommità della frazione, a fianco dell’aereo militare del sacrario regionale dell’arma aeronautica. L’apertura del festival nel paesaggio di colline, scorci, vigne e boschi.
In scena una narrazione al femminile che emoziona, diverte, fa riflettere e che ha già all'attivo più di centocinquanta repliche tra festival, stagioni teatrali e manifestazioni sportive nazionali, oltre ad essere stata ospite del Festival di New York IN SCENA Theater Festival NY.
Gino Bartali, a soli ventiquattro anni, ha un grande sogno: vincere Giro d’Italia e Tour de France nello stesso anno. Ma la Storia, incarnata nel fascismo, entra prepotentemente a cambiare i suoi piani: la sua vita sportiva viene piegata alle mire del Duce, che vorrebbe fare di Bartali l’ambasciatore azzurro del fascismo nel mondo...ma lui non ci sta.
E’ qui che inizia la pagina meno nota della vita di Ginettaccio, che aderisce come staffetta alla rete clandestina organizzata dall’arcivescovo di Firenze Elia Dalla Costa.
Comincia così una “corsa giusta”, nella speranza che il mondo cambi e ritrovi il suo senso.
Una storia per parlare dell’Italia e degli italiani al tempo del fascismo, della fatica dello sport e del silenzio delle azioni più coraggiose; per raccontare la vita di un campione sportivo, ma soprattutto di un uomo che ha scelto da che parte stare.
Una storia che Bartali ha sempre tenuto nascosta, perché “il bene lo si deve fare ma non lo si deve dire, che se lo dici si sciupa”.
Lo spettacolo è tratto dal romanzo “La corsa giusta” di Antonio Ferrara (editrice Coccole Books), la regia è di Carmen Pellegrinelli.
Al termine degustazione a cura dell'Associazione Amici di Loreto, con vini dei produttori locali Cascina Castlet, Vigne dei Mastri e Cantina Carel.
Gli spettatori che percorreranno le varie tappe del viaggio nel festival potranno avere il “passaporto paesaggieoltre” in cui collezionare un timbro di “visto” per ogni evento ed inoltre potranno “raccontarlo” sui social.

L’ingresso è gratuito. Info: 339/2532921. Il programma completo sui siti http://www.langamonferrato.it / http://www.teatrodegliacerbi.it e su fb teatro.degli.acerbi.

 

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino