Per tutti i Comuni un risparmio vero è possibile

di Claudio Gallo, Associazione Culturale “L’Obiettivo” di Agliano Terme.
ImageLed e B2B: il futuro del risparmio è qui. Led è un acronimo che sta per Light Emitting Diode (diodo che emette luce). E’ la lucina colorata che fa capolino da molti apparecchi elettrici ed elettronici caratterizzata da un consumo di energia bassissimo; le sue applicazioni sono praticamente illimitate e una delle più recenti può senz’altro venire incontro agli enti locali che, a volte per la “riduzione dei trasferimenti da parte dello stato” (frase fatta che spesso torna utile quando si vuol scaricare la colpa di una difficile situazione di bilancio su qualcun altro) o per vere situazioni contingenti, devono stare molto attenti alle spese.

In Italia, già parecchie amministrazioni hanno scelto di sostituire i vecchi lampioni con altri che sfruttano questa moderna tecnologia: la luce più morbida, così come soccorre una bella signora smorzandole le rughe, migliora i centri storici rendendoli più accoglienti e, nel contempo, dona nuovo ossigeno alle casse comunali.
Il risparmio si aggira sul 60-65% e, valutato a livelli adeguati, sta a significare parecchie migliaia di euro in meno a fine anno.
Da sottolineare anche l’aspetto della sicurezza, che risulta maggiorata dato che per il funzionamento di questi lampioni bastano soli 48 volt.

Diverso il discorso del B2B (Business to Business) cioè la gestione degli acquisti da parte di Enti pubblici e aziende private per via telematica: una sorta di gara on-line che può mettere in tempo reale i vari contendenti l’uno contro l’altro. Per aggiudicarsi l’appalto o la fornitura non più buste chiuse con ceralacca e possibilità (o certezze …) di brogli, ma rilanci al ribasso. Niente di meglio per i Sindaci per sapere subito qual è la convenienza maggiore.
Anche in questo caso, i comuni italiani che già sfruttano l’IT ne sono entusiasti.

Tutto bello, quindi ? Non proprio, se si considera l’altro lato della medaglia e cioè che come per tutte le innovazioni sono richiesti investimenti e solo i comuni attenti e risparmiatori possono permettersi il lusso di ammodernarsi.

Anche questo, purtroppo, non è concesso a tutti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino