E' nato il Coordinamento Regionale Ambientalista - Rifiuti

Nel corso del 2007, tutte le forze ambientaliste piemontesi hanno ritenuto utile formare una forma di aggregazione e dato vita al CRA-R, un coordinamento che si propone come strumento di formazione ed informazione e come soggetto di confronto con le Istituzioni.

CARTA DEGLI INTENTI

1) Il CRA-R è un ente autonomo che opera in sintonia con tutte le Associazioni Ambientaliste, i Comitati, le Persone anche singole, che aderiscono esplicitamente a questo documento fondativo.
2) I soggetti, singoli o collettivi che aderiscono al CRA-R, accettano lo spirito e le regole contenute in questa 'carta degli intenti'.
3) Il CRA-R è un ente apartitico che si interessa alla tematica dei rifiuti in tutta la sua filiera, orizzontale e verticale.
4) Il CRA-R intende stimolare la partecipazione di associazioni, aziende pubbliche e private, partiti, enti di vario genere quali, ad esempio: università, centri studi, istituzioni, comitati formalizzati e non, ecc., anche in termini di collaborazioni occasionali su problemi e/o manifestazioni.

LO SCOPO E LA MISSIONE DEL CRA-R
Il CRA-R nasce nel febbraio 2007 per consentire a tutti gli interessati di partecipare, approfondire e dibattere le tematiche che scaturiscono dall'intero ciclo di gestione dei rifiuti, siano essi di origine urbana che industriale. Assimilati compresi.
L'orientamento politico è quello del favorire processi di riduzione, riuso, riciclo dei rifiuti in termini di massima ecosostenibilità, quindi di salvaguardia dell'uso di materie prime 'non rinnovabili', di risparmio energetico, di difesa dall' inquinamento di aria, acqua, suolo... Di conseguenza, le ricerche, gli approfondimenti, dovranno confrontarsi con logiche 'non distruttive' misurabili in termini di ecobilanci.
Si ritiene che lo smaltimento, ovvero la distruzione della risorsa rifiuti sia da ridimensionare per giungere di fatto alla sua estinzione.
Con questi principi di riferimento si devono avviare ragionamenti ed attività pubbliche, che inducono al superamento della modalità 'smaltimento', se non per frazioni marginali, le forme principali di trattamento finale dei rifiuti quali: discarica e/o incenerimento, non sono più accettabili perché rispondenti a sistemi consumistici ancora basati sullo spreco, da cui la tragica espressione 'usa e getta',che ne è pure la più evidente testimonianza.

ATTIVITA' DEL CRA-R
Al fine di perseguire la propria missione il CRA-R organizzerà seminari, dibattiti, conferenze, manifestazioni, in proprio od in alleanza con altre forze sociali, per realizzare scopi ed obiettivi sulla più vasta scala Regionale.
Su proposta del Portavoce e in accordo con l'assemblea del partecipanti promuove una campagna di adesioni esplicite al fine di compattare e rendere più coese le forze in campo. Alla vigilia della revisione del Piano Regionale dei Rifiuti, il CRA-R deve poter esprimere il massimo delle competenze, partecipazione, mobilitazione.
Per decisione propria o su richiesta, il CRA-R deciderà di interloquire con qualsiasi soggetto pubblico o privato su scala regionale, nazionale ed internazionale.
Potranno altresì essere avviate campagne di comunicazione. Al proposito potranno essere editi materiali di propaganda e/o di studio, i quali saranno forniti gratuitamente o essere venduti. Il CRA-R al fine di conservare sia la più ampia partecipazione, sia il ruolo di ente scientifico, non si pone obiettivi di agitazione partitica diretta.

ORGANI DEL CRA-R
Organi del CRA-R sono:
Portavoce: è eletto dall'assemblea di inizio anno (da svolgersi entro il 31 gennaio) e può essere riconfermato.
Al Portavoce compete la responsabilità politica del buon funzionamento delle attività di istituto, è responsabile dei rapporti verso i soggetti terzi, ha compiti di rappresentanza del CRA-R nei confronti dei mondo civile e politico.
Comitato di Scientifico: è composto da tutti coloro che si iscrivono e operano nei 'Gruppi di Interesse' lanciati nella presente circostanza.
Assemblea degli aderenti: viene convocata tutti i primi sabato del mese (salvo slittamenti per concomitanze significative).
L'assemblea di inizio anno deve procedere alla nomina o alla riconferma del Portavoce.
Per le cariche sopra definite non è previsto alcun compenso. Le stesse attività dovranno essere svolte secondo il principio del massimo contenimento dei costi, con la copertura finanziaria 'a priori', essendo noto che le risorse economiche sono alquanto limitate.
Eventuali entrate straordinarie e/o attivi di bilancio, saranno investiti per il miglioramento delle attività del CRA-R.
La sede, segreteria, del CRA-R è allocata presso Pro Natura, via Pastrengo 13, Torino.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino