Ad Asti nasce un magazzino solidale nella parrocchia di San Domenico



Oggi, accanto alle tradizionali forme di emarginazione, affiorano nuove condizioni di povertà che vedono coinvolte sempre più famiglie costrette a vivere in solitudine il loro disagio. Emerge quindi l’urgente necessità di adottare nuove forme di aiuto e solidarietà sociale. Noi abbiamo pensato al "Magazzino Solidale". Tutti possono contribuire per realizzarlo ...

Nei locali della Parrocchia di San Domenico Savio verrà aperto un magazzino dove raccogliere e smistare i prodotti necessari a coprire il fabbisogno di famiglie che incontrano gravi difficoltà economiche e sociali.
L’approvvigionamento dei beni è finalizzato a garantire i tre pasti principali e soddisfare le necessità primarie delle persone e delle famiglie anche con bambini piccoli o anziani.
Il magazzino vorrebbe offrire alle stesse un paniere di prodotti, alimentari e non, di prima necessità (scatolame, zucchero, caffè, omogeneizzati, pannolini, prodotti per l’igiene personale e la pulizia).
Il progetto è rivolto a famiglie in condizioni di reale e documentata difficoltà economica, per un periodo di tempo stabilito (da sei mesi ad un anno), con l'obiettivo di contribuire almeno in parte alla soddisfazione dei bisogni primari soprattutto in presenza di bambini e anziani.
Ogni famiglia avrà a disposizione  una tessera con una certa  quantità di punti che serviranno a rifornirsi  presso il magazzino mediante un catalogo.
Ognuno potrà inoltre incrementare la quantità di punti a sua disposizione attraverso azioni di volontariato o di aiuto ad altri in condizioni di necessità, creando una sorta di “rete solidale” per migliorare il clima nel quartiere e in tutta la città.

Per realizzare al meglio questo progetto chiediamo la collaborazione dei diversi soggetti sociali: ditte, esercizi commerciali, associazioni, enti pubblici e privati, comunità, semplici cittadini.

Tale azione si potrà sviluppare attraverso varie modalità quali:  
• finanziamenti,
• donazione e/o acquisto di merci,
• ore di volontariato,
• raccolta di merci presso il proprio negozio
in modo da garantire l'approvvigionamento e il funzionamento costanti del magazzino stesso.
Affinchè la struttura funzioni in modo continuativo ed efficace è essenziale che i contributi siano garantiti in modo costante.

Si possono portare i viveri in parrocchia o durante le Messe o il lunedì pomeriggio dalle 15,00 alle 18,00, o telefonando ai volontari che si preoccuperanno di venire a ritirarli.

Siamo fiduciosi in una risposta generosa da parte dei nostri concittadini.

I parroci don Dino e Don Mario e i volontari della parrocchia

Per contatti e info:
Don Dino 366/3460160
Silvana  338/9809145
Silvana 346/5818660
Rosalba 328/8726981
Laura 348/5526160




Commenti  

0 #1 vincenzo 2014-11-12 07:17
Credo che tale iniziativa possa non escludere la convenzione con il banco alimentare che avrebbe il vantaggio di "alimentare" di alimenti l'emporio creando una base solida di derrate difficilmente ottinibile dalla sola solidarietà dei cittadini parrocchiani.
Citazione
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino