02 Ago 2017 14:50
Perchè MSF non ha firmato il Codice di Condotta ONG per le operazioni di ricerca e soccorso

a cura di Medici Senza Frontiere. Nel corso di queste ultime settimane MSF ha avuto una serie di scambi e discussioni aperte e costruttive con il Ministero dell’Interno sul Codice [ ... ]

Diritti SocialiLeggi...
02 Ago 2017 14:41
“Riportare i treni sulla Asti-Alba è una scelta che guarda al futuro”

di Domenico Catrambone*. Mi rivolgo a lei, Marco Gabusi, Presidente della Provincia, come rappresentante del tavolo tecnico per la riattivazione delle ferrovie locali sospese, che raggruppa [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
01 Ago 2017 20:36
2 agosto 2017: è il Giorno del Sovrasfruttamento della Terra

Impietoso, come ogni anno, l'Earth Overshoot Day ricorre puntuale a ricordarci la critica situazione ambientale in cui di trova il nostro Pianeta: quest'anno il “Giorno del Sovrasfruttamento [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
31 Lug 2017 08:45
Nuovo look per Altritasti. E ora si va in vacanza ...

"Chi lascia la via vecchia per la via nuova, sa ciò che lascia ma non ciò che trova". Così recita la saggezza popolare e noi di Altritasti ne eravamo ben consapevoli quando abbiamo [ ... ]

Editoriali di AltritastiLeggi...
31 Lug 2017 08:40
Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

di Alessandro Mortarino. Caro Padre Francesco,
era da diverse settimane che attendevamo un Suo intervento per chiarire i contorni dell'intricata questione dell'Oasi dell'Immacolata e [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
06 Ago 2017 10:00
Ecco i vincitori del Premio Cesare Pavese 2017

Il Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale ha annunciato i nomi dei vincitori della 34/a edizione del Premio Cesare Pavese, la cui cerimonia si terrà il 27 agosto a Santo Stefano Belbo. [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
02 Ago 2017 12:07
Figli di Dio orgogliosamente De-Generi: risposta al comunicato stampa della Diocesi di Alba

di Mario Bonfanti, reverendo della Metropolitan Community Churches.  Sabato 8 luglio si è svolto per la prima volta il Pride ad Alba. E la Diocesi ha sentito il bisogno di emanare [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
02 Ago 2017 10:54
Come sostenere il documentario su Islafran, la brigata internazionale delle Langhe

di Maurizio Bongioanni. Pochi sanno che sulle colline delle Langhe ha combattuto una brigata partigiana internazionale, chiamata ISLAFRAN, in cui si sono uniti, per lottare contro la [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
27 Lug 2017 07:08
Cosa è successo a Villa Sarah?

di Ugo Sturlese, Consigliere Comunale Comune di Cuneo. Nel Mese di giugno, al presidente dell'associazione “Salviamo Villa Sarah” sono pervenute immagini relative ad affreschi e [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
20 Lug 2017 09:51
Gli schiavi dei kiwi nell’Africa di Cuneo

di Maurizio Pagliassotti*. Saluzzo, secondo giardino ortofrutticolo d’Europa non è Rosarno: ci sono i neri che arrivano da tutto il mondo, i «moru» come vengono chiamati da queste [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...

Cerca nel sito

MONTEGROSSO D'ASTI: Dal paese dei balocc…

Agosto
Martedì
22
Ultimo appuntamento per "PAESAGGI E OLTRE 2017", Teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO: M…
16:30 h

CASTELNUOVO DON BOSCO: Festival Basta ch…

Agosto
Giovedì
24
Prosa, teatro musicale, spettacoli per bambini. Quarta edizione del festival “Basta che siate giovan…
21:00 h

GRINZANE CAVOUR: Attraverso Festival

Agosto
Venerdì
25
Venerdì 25 agosto: 
dalle ore 21:30: FABRIZIO BOSSO & JULIAN OLIVER MAZZARIELLO in "Tande…
19:30 h

ASTI: Notte d'Organo

Agosto
Venerdì
25
Notte d'Organo 2017 è il festival organistico internazionale della Cattedrale di Asti, organizzato d…
21:00 h

CUNEO: Sacco e Vanzetti

Agosto
Venerdì
25
Il 23 agosto del 1927, esattamente novant’anni fa, venivano uccisi in America sulla sedia elettrica …
21:00 h

VINCHIO: Sulle colline partigiane

Agosto
Sabato
26
Passeggiata resistente tra storia, memoria e letteratura: Vinchio - sabato 26 agosto.

Per…
15:30 h

MONTEMAGNO: Il calcio dalle origini ai g…

Agosto
Sabato
26
Appuntamento con la storia del calcio a Montemagno in occasione della festa del paese organizzata da…
16:00 h

BARBARESCO: Attraverso Festival

Agosto
Sabato
26
Attraverso Festival: arti, paesaggio, cultura materiale e resiliente nei territori patrimonio dell’U…
18:30 h

Come se occupare fosse un divertimento!



di Michele Clemente.

Natale è passato, con Maria e Giuseppe che cercavano un tetto dove far nascere Gesù. E trovarono solo una capanna.
Per le Marie e i Giuseppe di oggi, anch'essi senza un tetto, nessuna simpatia, anzi giudizi sommari sparati sulle colonne dei giornali, magari dopo aver assistito alla Messa d'ordinanza. A costoro provo a raccontare come si può diventare Occupante (cosiddetto) Abusivo di Casa ...

Finché hai un lavoro e un reddito, sei una persona normale, puoi pagare l'affitto, le bollette, le spese. Ad un certo punto il lavoro non c'è più o diventa precario o nero o malpagato. In casa entrano meno soldi o non ne entrano affatto. Oppure capita un grave problema di salute o qualche altra disgrazia per cui le spese esplodono.
Ti trovi a dover scegliere: pagare l'affitto o far mangiare i tuoi figli? Pagare l'affitto o le cure mediche? E' così, banalmente e semplicemente così, che accumuli mesi di affitto arretrato e diventi un inquilino moroso.

Arriva lo sfratto, a volte riesci a rimandarlo, ma prima o poi diventa esecutivo. Cerchi aiuto e non lo trovi, le Istituzioni non sanno cosa dirti, ti suggeriscono di farti ospitare da parenti (che magari hanno gli stessi problemi tuoi). Oppure  propongono di dividere la famiglia: Giuseppe al dormitorio e Maria e i bambini in una casa-accoglienza. La famiglia è sacra, è stato anche inventato il Family Day. Evidentemente non si riferiscono alla tua, di famiglia.

Qualcuno (a volte gli stessi Servizi Sociali) ti indica un'associazione, il Coordinamento Asti Est, ci vai e trovi altri con gli stessi problemi tuoi. E provate a cercare una soluzione insieme. Venite a sapere che ad Asti ci sono oltre 2 mila appartamenti sfitti sia pubblici che privati! A fronte di gente sbattuta per strada!
Allora, si inizia a pronunciare la parola che spaventa i benpensanti ben pasciuti: occupazione degli edifici vuoti e inutilizzati. Si stabilisce che non saranno mai occupati alloggi di case popolari, non si deve fare la guerra tra poveri.

Al Coordinamento suggeriscono di darsi delle regole, come tenere bene gli stabili e se possibile apportare anche delle migliorie. Vi dicono che potrete andare incontro a processi e a denunce, non sarà una passeggiata. Sarà una scelta difficile, non tutti se la sentiranno. Chi deciderà di percorrerla, lo farà perché non ne aveva altra per salvaguardare la sua dignità.

Ad Asti le occupazioni hanno interessato quattro stabili, di cui due pubblici, uno derivante da fallimento e uno di proprietà di una società immobiliare. Tutti vuoti, abbandonati da anni e lasciati all'incuria.  
Non sono mai state occupate abitazioni destinate ad altri né riconducibili a piccoli proprietari. Sono passati almeno 7 anni dalla prima occupazione, possiamo dire che si è trattato quanto meno di un tampone che ha evitato l'esplosione di un dramma sociale?  
Che la cosiddetta illegalità ha fornito una risposta che nessuno voleva dare?

Nel frattempo lì sono nati bambini e bambine, altri hanno iniziato ad andare a scuola: la vita, insomma. E non sono mancati episodi di solidarietà fattiva da parte di associazioni e singoli privati, ma è difficile mantenere l'attenzione su una situazione che si trascina senza soluzioni.
Nel frattempo il Governo Nazionale, invece di applicare la Costituzione (ad esempio art. 3 "E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale ..."), ha prodotto leggi che criminalizzano la povertà. Come la Legge 80/2014 (Governo Renzi), che ha condannato all'estinzione le case popolari e il cui famigerato art. 5 vieta gli allacciamenti delle utenze (acqua, luce, gas) nelle case occupate. Vendetta sociale.

Il Tribunale ha emesso alcune ordinanze di sgombero, di fatto non eseguite perché erano coinvolte troppe persone, tra cui molti bambini, e nessuno se la sentiva di far scoppiare questa miccia, di fare "macelleria sociale".
Mia personale opinione da cittadino: processi lunghi, sentenze non eseguibili, reati minori (aver forzato la porta di un edificio abbandonato ...). Non è uno spreco di denaro pubblico? Non conveniva usare questi soldi per aiutare le famiglie in difficoltà?

Quanto al Comune. Siamo passati da un'amministrazione ostile e solo preoccupata di perseguire l'illegalità, ad un'amministrazione - l'attuale - che, pur sempre biasimando le occupazioni (non sia mai!) si è impegnata almeno ad ottenere qualche rinvio degli sfratti e ha risolto qualche problema di singole famiglie o singoli individui.
Ecco, l'attuale Amministrazione, per bocca del Sindaco Brignolo e dell'Assessore Vercelli, prova a cercare una soluzione per volta ma non sopporta il confronto collettivo, con gli occupanti, con gli sfrattati o, peggio ancora, con alcune associazioni e in particolare con il Coordinamento Asti Est.

Eppure il Coordinamento Asti Est – di cui faccio parte - in questi anni ha rappresentato in questa città un punto di elaborazione sul bisogno abitativo, ad Asti e non solo. E ha proposto (invano!) possibili soluzioni, che non passano certo dalla costruzione di nuovi edifici; siamo d'accordo con il movimento “Stop al Consumo di territorio”: si è cementificato già troppo, quanto costruito è più che sufficiente se si vogliono risolvere i problemi.
Come Coordinamento abbiamo sempre sostenuto la necessità di strategie che andassero oltre la normale amministrazione, come le requisizioni e i comodati d'uso, ma ci vorrebbe una visione politica altra ed alta e coraggiosa. Le soluzioni per le persone (persone!) devono essere da casa a casa e non da casa a parcheggio.

Invece a fine 2016 il Comune ha presentato in pompa magna una sorta di parcheggio per sfrattati, soluzione vecchia e risibile a fronte dell'estendersi delle difficoltà abitative causa il perdurare della crisi.
A chi non vede il problema sociale ma solo quello giudiziario, a chi manda lettere inviperite ai giornali, dedico le parole di una canzone di Francesco De Gregori: "Stai dalla parte di chi ruba nei supermercati? O di chi li ha costruiti? Rubando?".

Io sto con i primi.



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I vostri commenti

  • Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

    Aurelio 13.08.2017 06:39
    Cambiare, cambiare rotta! ....non sempre è facile ma, ne abbiamo un tremendo bisogno... se non "svoltiamo" siamo fritti!!

    Leggi tutto...

     
  • Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

    Paolo Crivelli 02.08.2017 09:16
    molto bella questa riflessione che proponi Alessandro , è piena di saggezza, grazie

    Leggi tutto...

     
  • Lettera a cuore aperto al Vescovo di Asti

    gianfranco Monaca 02.08.2017 06:45
    27 7 17 La Nuova Provincia sintetizza il discorso del vescovo: «Come Diocesi non intendiamo costruire un supermercato, ma solo procedere ad una vendita di cui abbiamo estremo bisogno. Nel caso in cui l’autorità competente bloccasse l’operazione, accetteremo la decisione senza recriminazioni, salvo ...

    Leggi tutto...

     
  • Un commento fuori dalla cronaca

    gianfranco Monaca 02.08.2017 06:32
    io ci sono

    Leggi tutto...

     
  • Copenhagen, una capitale a misura di ciclista

    Stefano B. 26.07.2017 09:47
    Quanti secoli dovremo ancora attendere perchè Asti segua gli esempi europei ????? Stefano B.

    Leggi tutto...

     
  • Nasce AstiRooms, casa per studenti, lavoratori e turisti

    adriana marchia 26.07.2017 09:18
    ancora congratulazioni per la completezza e polifunzionalità degli obiettivi pratico-sociali. State facendo una comunicazione multimediale?

    Leggi tutto...

     
  • A scuola per trasformare il tuo in mio...

    Paola 20.07.2017 05:25
    Che bello! Sono sempre più convinta che, come dici tu, il tempo dedicato a creare situazioni di collaborazione e condivisione, sia tempo guadagnato e non perso!! Anche, e soprattutto, queste sono competenze: in alcuni casi se non è la scuola a lavorarci sopra, che cosa resta? Grazie!

    Leggi tutto...

     
  • Lo sbilancio delle Province e delle Città Metropolitane

    giovanni pensabene 19.07.2017 12:27
    Erano così convinti che il popolo avrebbe osannato la loro schiforma costituzionale che il comma 51 dell'art 1 della legge Delrio (del 2014, due anni prima del referendum costituzionale) recita, ancora oggi, testualmente: "51. In attesa della riforma del titolo V della parte seconda della Costituzione ...

    Leggi tutto...

     
  • Chiusa la vicenda Teleriscaldamento, si apre quella per l'Oasi dell'Immacolata

    M.G. 14.07.2017 07:04
    Ma il Piano Territoriale della Regione Piemonte non dice che PRIMA occorre riutilizzare le strutture edilizie inutilizzate ??? M.G.

    Leggi tutto...

     
  • A scuola per trasformare il tuo in mio...

    M.G. 14.07.2017 06:59
    Bravissimi ! E' dall'infanzia che si deve imparare a condividere con gli altri e non a competere ... M.G.

    Leggi tutto...

 

Newsletter

Eventi ad Asti e Provincia

Eventi Cuneo, Langhe, Roero

Salviamo il paesaggio
Stop Consumo di suolo
Forum Acqua
Il gasti
Centro San Secondo
Progetto Radis
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino