29 Nov 2020 18:00
Il cemento avanza, ancora e nonostante tutto...

di Paolo X Viarengo. Si va dal contadino. Si propone l'acquisto del terreno a tre volte il suo valore di mercato. Il contadino, felice, vende il suo terreno. Incassa la somma, che [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
29 Nov 2020 17:52
Giocare con la vita delle persone

di Piero Angelo Tartaglino. Nell'ultimo anno il mondo ha scoperto che la distinzione tra stati e culture non esiste e non ha alcuna rilevanza politica.
L'unità mondiale arriva tramite [ ... ]

Editoriali di AltritastiLeggi...
28 Nov 2020 21:46
Legge per l'arresto del consumo di suolo: il Forum Salviamo il Paesaggio chiede l'intervento dei Presidenti di Senato e Camera

Con una lettera, il nostro Forum nazionale sollecita l'intervento della Senatrice Casellati e dell'Onorevole Fico per far giungere la loro voce istituzionale e l'indiscutibile peso [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
28 Nov 2020 21:42
CGIL Asti: Intervenire contro gli sfratti

Il Segretario Generale della CGIL di Asti, Luca Quagliotti, scrive ai Parlamentari astigiani, al Sindaco e all’Assessore al Welfare di Asti.

La Caritas italiana, sempre attenta al [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
28 Nov 2020 21:36
Virus: produci, consuma, crepa?

di Marco Bersani, Attac Italia. Come in un cinico gioco dell’oca, le strategie messe in atto dal governo per fronteggiare la pandemia continuano a perseguire l’eterno ritorno [ ... ]

Diritti SocialiLeggi...
26 Nov 2020 17:05
Violenza maschile sulle donne: a che punto siamo?

di Luisa Rasero, Coordinamento Donne Cgil Asti. Sarebbe bello, ogni 25 novembre, fare una rassegna di quello che è successo durante l’anno. Mi limiterò agli ultimi giorni. L’organizzazione [ ... ]

Pace e LegalitàLeggi...
26 Nov 2020 11:26
Nasce Mondovivo, che raccoglie 1800 firme contro il progetto di polo logistico

a cura dell'associazione Mondovivo. Oggi abbiamo inviato l'esito della raccolta firme per la nostra petizione al Comune di Mondovì, nello specifico al Sindaco, al Presidente del Consiglio [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
26 Nov 2020 11:20
Scuola, cosa si può fare dal 3 dicembre in poi

A scrivere è un gruppo di persone che da anni si incontra, ora virtualmente, in un contenitore che era nato come “Tavolo delle Associazioni del Cuneese”. Stimolati dalla importante [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
25 Nov 2020 13:50
Venti proposte per la rinascita del “Treno delle Meraviglie”

Oggi la linea ferroviaria di collegamento tra Piemonte, Riviera ligure e Costa Azzurra attraverso il Colle di Tenda è a una svolta storica. Delle grandi decisioni sul suo avvenire verranno [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
23 Nov 2020 21:31
Asti e altre 44 città danno il via alla Società della Cura

di Alessandro Mortarino. Lo scorso sabato 21 novembre si è avviato il primo atto formale di un percorso civico nazionale denominato "Per una Società della Cura. Fuori dall'economia [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...

La Carta di Villanova d'Asti a difesa delle alberate pubbliche

La crescente sensibilità mostrata dalla popolazione astigiana rispetto al ruolo e all'importanza degli alberi e, più in generale, delle alberate stradali, in termini di valore ambientale, ma anche di rilevanza storico culturale e paesaggistica, ha portato l’Amministrazione comunale di Villanova d’Asti, insieme all’Associazione per la difesa della piana villanovese, con la collaborazione  tecnico-scientifica dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori forestali della Provincia di Asti, del Circolo Legambiente Valtriversa e dell’Associazione “Terra, Boschi, Gente e Memorie”, ad organizzare un partecipato Convegno che si è concluso con la sottoscrizione collettiva di questa importante "Carta" ...

Documento guida della progettazione e gestione delle alberate nell'Astigiano, letto ed approvato al termine del Convegno “Quali specie arboree ed arbustive per la progettazione del verde stradale nel paesaggio astigiano ?”, Confraternita dei Batù a Villanova d’Asti, sabato 11 gennaio 2014.

Considerato che le alberate pubbliche rappresentano un patrimonio estremamente importante da un punto di vista ambientale, culturale e paesaggistico per la collettività, con la presente CARTA, si richiede con forza che:

1) si attui su tutto il territorio astigiano un censimento preciso e puntuale di ogni esemplare arboreo di tutte le alberature stradali, come premessa fondamentale per la loro corretta manutenzione e conservazione (anche in relazione alla recente normativa nazionale sul Verde urbano Legge n° 10 del 14 gennaio 2013);

2) ogni nuovo intervento progettuale sia preceduto da un attento e preciso esame del contesto paesaggistico ed ambientale con particolare riferimento alle caratteristiche pedologiche e microclimatiche dei siti considerati, al fine di evitare grossolani errori nelle scelte botaniche, prediligendo in via ordinaria la flora autoctona, soprattutto al di fuori dei centri abitati;

3) ogni nuovo intervento progettuale e/o manutentivo, con particolare riferimento alle potature e agli abbattimenti, venga attuato solo dopo una preliminare ed accurata informazione dell’Ente Pubblico responsabile localmente e della stessa popolazione, nei modi e tempi previsti dalle regole della democrazia;

4) si esegua con le moderne tecnologie informatiche una rappresentazione grafica dell’evoluzione dell'alberata per un congruo periodo di tempo (5 - 10 anni), al fine di prospettare visivamente i risultati degli interventi proposti per poterne meglio apprezzare il rapporto costi/benefici;

5) venga sempre predisposto un accurato programma manutentivo (secondo quanto previsto dalla vigente normativa sulle Opere Pubbliche) per un periodo almeno decennale, per definire in modo preciso e puntuale gli interventi necessari, anche su base stagionale;

6) venga messa in atto una difesa attiva delle alberate, soprattutto nei primi anni, da fattori esterni diversi, taluni aggressivi e imprevedibili (attacchi parassitari, eventi meteorologici eccezionali), altri prevedibili (contatti corticali da mezzi meccanici, contatti radicali da sostanze distribuite sul manto o bordo stradale, tagli dell’apparato radicale a seguito di lavori stradali di scavo);

7) si ricorra solo ed esclusivamente nella realizzazione degli interventi manutentivi, soprattutto in riferimento alla potatura, a maestranze ed operatori altamente qualificati sotto la guida di professionisti abilitati ad operare in campo agrario e forestale;

8) venga programmato ed attuato un accurato e periodico monitoraggio delle alberate,facendo riferimento ai protocolli internazionali nel campo specifico dell’arboricoltura, attraverso valutazioni visive (VTA) e, nei casi richiesti, ad apposite indagini strumentali, al fine di accertare, prevenire e correggere eventuali anomalie o problematicità, anche da un punto di vista fitostatico;

9) venga prevista, in relazione alla straordinaria importanza e ruolo delle alberate nel contesto astigiano, una loro sistematica realizzazione ovunque sia possibile, anche e soprattutto in riferimento alle aree di sosta e di parcheggio, compatibilmente con le attuali norme in materia stradale, attraverso un
adeguamento degli strumenti di pianificazione territoriale e la destinazione di appositi fondi pubblici;

10) emerga, proprio da Villanova d’Asti, il principio per cui gli interventi di progettazione, gestione, monitoraggio e salvaguardia delle alberate nell’Astigiano – e da qui in tutta Italia - sia in capo solo ed esclusivamente alla responsabilità di figure professionali appositamente formate ed abilitate secondo la normativa vigente ad operare in campo agrario e forestale e specificatamente dell’arboricoltura, potendo diversamente ricorrere gli estremi per una compromissione di un pubblico patrimonio con danni ambientali ed erariali per la collettività.

Villanova d’Asti, sabato 11 gennaio 2014

LETTO ED APPROVATO

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I vostri commenti

  • Asti e altre 44 città danno il via alla Società della Cura

    irene ciravegna 25.11.2020 03:07
    molto interessante. Nel l primo punto aggiungerei , a partire dalla progettazione e riconversioen dei modelli abitativi

    Leggi tutto...

     
  • Riattivare le linee ferroviarie: delibera unanime del Consiglio comunale di Alba

    GIUSEPPE SAMMATRICE 19.11.2020 19:23
    accolgo con soddisfazione la ferma risposta del Comune di Alba ad un tentativo da parte di alcuni Comuni della provincia astigiana e della dirigenza regionale piemontese. auspico una condivisione di pari entità da parte del Consiglio e della giunta di Asti. Il partito dei Verdi si stanno muovendo per ...

    Leggi tutto...

     
  • Asti BenEssere 2020

    gianfranco monaca 18.11.2020 07:43  
  • Dalla decrescita al benvivere

    gianfranco monaca 18.11.2020 07:40
    il problema e culturale. L'ha detto prima Alfieri: Molto oprar, poco dir, nulla vantarsi - base son di chi vuol libero farsi (Misogallo , Epigramma XX) . Bisognerà ripensare a come si calcola il PIL. Ma a quanto pare Alfieri disturba e il Centro Studi Alfieriani corre rischio di chiudere (non fa ...

    Leggi tutto...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino