24 Apr 2019 15:08
Ancora Fridays for Future: resoconto prima assemblea in Italia

di Guido Viale. Il 12 e il 13 aprile si è svolta a Milano la “due giorni” di Fridays for future Italia. La sera del 12 con una conferenza scientifica affidata a quattro esperti: [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
24 Apr 2019 15:01
Perché escludere gli ambientalisti dai protocolli di salvaguardia del Tanaro?

a cura di Italia Nostra, sezione albese. Il giorno 28 Febbraio vari rappresentanti dei Comuni, territorialmente competenti lungo il tratto fluviale fra Cherasco (CN) ed Isola d’Asti [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
24 Apr 2019 14:53
Da Cuneo alla Siria per combattere per la liberazione

*di Davide Grasso.   Siria, questa sconosciuta. O conosciuta male. Volentieri rispondo alla domanda "cosa ti spinge a lasciare l'Italia per combattere in Siria?". Premetto che non [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
20 Apr 2019 20:31
Ecatombe di alberi. Intralciano il wireless del 5G!

di Maurizio Martucci, Oasi Sana. Altro che potature programmate fuori stagione. Un abbattimento di alberi per le strade di mezzo mondo. Una vera e propria strage di verde pubblico [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
19 Apr 2019 20:54
Il libro del cuore

A cura dei volontari in servizio civile presso CPIA 1 Asti. “Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà”. [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
19 Apr 2019 20:50
Il nuovo TTIP parte con l’ok dell’Italia

A cura della Campagna Stop TTIP. Il 15 aprile, tutti i governi dell’Unione – eccetto la Francia, contraria, e il Belgio, astenuto – hanno dato il via libera ai mandati chiesti [ ... ]

Diritti SocialiLeggi...
19 Apr 2019 20:44
Non una di meno

Si è costituito il gruppo Non una di meno – Asti, sulla spinta della necessità fortemente  sentita e condivisa di battersi contro l’approvazione del D.D.L. Pillon  da tutte [ ... ]

Città in (lenta) trasformazioneLeggi...
18 Apr 2019 16:02
Greta piace quasi a tutti. Forse perchè quasi nessuno la ascolta?

di Rolando Cervi*. La giovane Greta Thunberg, in visita in Italia con onori e accoglienze degne di un Capo di Stato o di una Rockstar, sembra raccogliere una simpatia praticamente unanime. [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
15 Apr 2019 14:52
A Bra, Italia Nostra si schiera contro il

a cura della sezione braidese di Italia Nostra. Troppo alto, con una monetizzazione irregolare degli standard urbanistici, di una tipologia architettonica incoerente con i fabbricati [ ... ]

Cuneo Langhe e RoeroLeggi...
14 Apr 2019 19:56
Il mondo si interroga sul 5G, in Italia si valutano solo i risvolti economici...

Il prossimo mercoledì 17 Aprile alle ore 17:00 presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica (Roma, Palazzo Madama, Piazza Madama 11) si terrà la conferenza stampa [ ... ]

Ambiente e TerritoriLeggi...
Apr
27

Sab 27 Apr 2019 08:00 - 12:00

Apr
27

Sab 27 Apr 2019 08:00 - 12:30

Apr
27

Sab 27 Apr 2019 16:00 - 19:00

Apr
27

Sab 27 Apr 2019 17:00 - 19:00

Apr
27

Sab 27 Apr 2019 20:00 - 23:00

Apr
27

Sab 27 Apr 2019 20:00 - 23:00

Apr
27

Sab 27 Apr 2019 21:00 - 23:00

Apr
28

Dom 28 Apr 2019 08:00 - 15:00

Apr
28

Dom 28 Apr 2019 09:30 - 18:00

Apr
28

Dom 28 Apr 2019 09:30 - 18:00

Apr
28

Dom 28 Apr 2019 13:30 - 17:30

La Carta di Villanova d'Asti a difesa delle alberate pubbliche

La crescente sensibilità mostrata dalla popolazione astigiana rispetto al ruolo e all'importanza degli alberi e, più in generale, delle alberate stradali, in termini di valore ambientale, ma anche di rilevanza storico culturale e paesaggistica, ha portato l’Amministrazione comunale di Villanova d’Asti, insieme all’Associazione per la difesa della piana villanovese, con la collaborazione  tecnico-scientifica dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori forestali della Provincia di Asti, del Circolo Legambiente Valtriversa e dell’Associazione “Terra, Boschi, Gente e Memorie”, ad organizzare un partecipato Convegno che si è concluso con la sottoscrizione collettiva di questa importante "Carta" ...

Documento guida della progettazione e gestione delle alberate nell'Astigiano, letto ed approvato al termine del Convegno “Quali specie arboree ed arbustive per la progettazione del verde stradale nel paesaggio astigiano ?”, Confraternita dei Batù a Villanova d’Asti, sabato 11 gennaio 2014.

Considerato che le alberate pubbliche rappresentano un patrimonio estremamente importante da un punto di vista ambientale, culturale e paesaggistico per la collettività, con la presente CARTA, si richiede con forza che:

1) si attui su tutto il territorio astigiano un censimento preciso e puntuale di ogni esemplare arboreo di tutte le alberature stradali, come premessa fondamentale per la loro corretta manutenzione e conservazione (anche in relazione alla recente normativa nazionale sul Verde urbano Legge n° 10 del 14 gennaio 2013);

2) ogni nuovo intervento progettuale sia preceduto da un attento e preciso esame del contesto paesaggistico ed ambientale con particolare riferimento alle caratteristiche pedologiche e microclimatiche dei siti considerati, al fine di evitare grossolani errori nelle scelte botaniche, prediligendo in via ordinaria la flora autoctona, soprattutto al di fuori dei centri abitati;

3) ogni nuovo intervento progettuale e/o manutentivo, con particolare riferimento alle potature e agli abbattimenti, venga attuato solo dopo una preliminare ed accurata informazione dell’Ente Pubblico responsabile localmente e della stessa popolazione, nei modi e tempi previsti dalle regole della democrazia;

4) si esegua con le moderne tecnologie informatiche una rappresentazione grafica dell’evoluzione dell'alberata per un congruo periodo di tempo (5 - 10 anni), al fine di prospettare visivamente i risultati degli interventi proposti per poterne meglio apprezzare il rapporto costi/benefici;

5) venga sempre predisposto un accurato programma manutentivo (secondo quanto previsto dalla vigente normativa sulle Opere Pubbliche) per un periodo almeno decennale, per definire in modo preciso e puntuale gli interventi necessari, anche su base stagionale;

6) venga messa in atto una difesa attiva delle alberate, soprattutto nei primi anni, da fattori esterni diversi, taluni aggressivi e imprevedibili (attacchi parassitari, eventi meteorologici eccezionali), altri prevedibili (contatti corticali da mezzi meccanici, contatti radicali da sostanze distribuite sul manto o bordo stradale, tagli dell’apparato radicale a seguito di lavori stradali di scavo);

7) si ricorra solo ed esclusivamente nella realizzazione degli interventi manutentivi, soprattutto in riferimento alla potatura, a maestranze ed operatori altamente qualificati sotto la guida di professionisti abilitati ad operare in campo agrario e forestale;

8) venga programmato ed attuato un accurato e periodico monitoraggio delle alberate,facendo riferimento ai protocolli internazionali nel campo specifico dell’arboricoltura, attraverso valutazioni visive (VTA) e, nei casi richiesti, ad apposite indagini strumentali, al fine di accertare, prevenire e correggere eventuali anomalie o problematicità, anche da un punto di vista fitostatico;

9) venga prevista, in relazione alla straordinaria importanza e ruolo delle alberate nel contesto astigiano, una loro sistematica realizzazione ovunque sia possibile, anche e soprattutto in riferimento alle aree di sosta e di parcheggio, compatibilmente con le attuali norme in materia stradale, attraverso un
adeguamento degli strumenti di pianificazione territoriale e la destinazione di appositi fondi pubblici;

10) emerga, proprio da Villanova d’Asti, il principio per cui gli interventi di progettazione, gestione, monitoraggio e salvaguardia delle alberate nell’Astigiano – e da qui in tutta Italia - sia in capo solo ed esclusivamente alla responsabilità di figure professionali appositamente formate ed abilitate secondo la normativa vigente ad operare in campo agrario e forestale e specificatamente dell’arboricoltura, potendo diversamente ricorrere gli estremi per una compromissione di un pubblico patrimonio con danni ambientali ed erariali per la collettività.

Villanova d’Asti, sabato 11 gennaio 2014

LETTO ED APPROVATO

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I vostri commenti

  • Ecatombe di alberi. Intralciano il wireless del 5G!

    adriana 24.04.2019 15:40
    cose da pazzi

    Leggi tutto...

     
  • Asti: Pm10 trentanove volte oltre i limiti nei primi tre mesi dell'anno

    Mario 10.04.2019 08:13
    Ho capito che anche questa amministrazione ha visuali limitate e non ha per niente la cultura/coscienza della salute visto che mette i divieti in centro città per certe vetture e poi, a quanto mi sembra, non c’è il minimo controllo quando si sa la propensione degli italiani a rispettare le regole.

    Leggi tutto...

     
  • Porti chiusi per migranti e persone con disabilità?

    Nicola De Lorenzo 10.04.2019 07:51
    Per poterlo combattere, il razzismo di stato va innanzitutto compreso. A tal fine, sarebbe un errore fatale pensare di poterne dar conto indicandone le radici nella rozzezza e pochezza dei suoi esponenti più in vista; diciamolo più chiaramente: nella miseria culturale e morale dei Salvini, dei Trump ...

    Leggi tutto...

     
  • Crescono i NO dei Comuni al 5G

    A.M. 09.04.2019 19:23
    Forse potevi evitarti la lettura della delibera fino a pagina 127 e leggere meglio l'articolo in cui è citato ciò che dice AGCOM. E che non cambia la questione di fondo... A.M.

    Leggi tutto...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino