Città in (lenta) trasformazione

Lunedì, 24 Gennaio 2022 17:23

Per il quinto anno consecutivo l’Istituto Comprensivo Asti3 in collaborazione con Genitorinsieme...

Pace e Legalità

Lunedì, 24 Gennaio 2022 16:51

di Domenico Massano.Nel 1947, 75 anni fa, si concluse il processo dei medici nazisti a...

Città in (lenta) trasformazione

Domenica, 23 Gennaio 2022 21:23

di Paolo X Viarengo. Primo nome ufficiale per le prossime elezioni comunali ad Asti e non è una...

Editoriali di Altritasti

Sabato, 22 Gennaio 2022 18:08

di Silvana Bellone. Il 27 gennaio sarà nuovamente il giorno della memoria e quest'anno, forse,...

Editoriali di Altritasti

Sabato, 22 Gennaio 2022 17:53

Nel 2008, all'incirca in questi giorni di gennaio, usciva il primo numero della newsletter...

Editoriali di Altritasti

Sabato, 22 Gennaio 2022 16:18

di Paolo X Viarengo. L’uomo ragno ha le ragnatele. Hulk la forza. Il mio superpotere, invece, è...

Cuneo Langhe e Roero

Giovedì, 20 Gennaio 2022 21:49

A cura dell’Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero. Le recenti...

Cuneo Langhe e Roero

Mercoledì, 19 Gennaio 2022 18:29

A cura di Bruno Piacenza (presidente Legambiente Cuneo), Domenico Sanino (presidente Pro Natura...

Acqua Diritto di Tutti

Mercoledì, 19 Gennaio 2022 18:17

di Paolo X Viarengo. E’ di questi giorni la notizia che anche quest’anno il direttore di questa...

Ambiente e Territori

Mercoledì, 19 Gennaio 2022 09:02

di Alessandro Valfrè. É dei giorni scorsi l'ordinanza che, a seguito del rilevamento di...

Diritti Sociali

Mercoledì, 19 Gennaio 2022 08:55

A cura di Coordinamento Donne Cgil Asti, Nuovi Diritti Cgil Asti, Camera del lavoro provinciale...

Ambiente e Territori

Martedì, 18 Gennaio 2022 11:19

Lo scorso 12 gennaio la Commissione Trasporti della Regione Piemonte si è occupata dei problemi...

27 Gen
ASTI: Appuntamenti dedicati ai genitori separati
Gio 27 Gen 2022 18:00 - 19:30
27 Gen
CANELLI: Camminata in tecnica Nordic Walking
Gio 27 Gen 2022 19:30 - 21:30
27 Gen
CANELLI: Guido suonava il violino
Gio 27 Gen 2022 21:00 - 23:00
29 Gen
29 Gen
NIZZA MONFERRATO: Corso Base di Nordic Walking
Sab 29 Gen 2022 14:00 - 17:00
29 Gen
ALBA: E’ tutto finito adesso, baby blue
Sab 29 Gen 2022 17:30 - 19:30
1 Feb
ASTI: La forza della parità
Mar 1 Feb 2022 16:00 - 17:00
4 Feb
NIZZA MONFERRATO: Guido suonava il violino
Ven 4 Feb 2022 21:00 - 23:00
10 Feb
ASTI: Appuntamenti dedicati ai genitori separati
Gio 10 Feb 2022 18:00 - 19:30
15 Feb
ASTI: La forza della parità
Mar 15 Feb 2022 16:00 - 17:00
24 Feb
ASTI: Appuntamenti dedicati ai genitori separati
Gio 24 Feb 2022 18:00 - 19:30

Anche a Barcellona l’acqua torna pubblica

Per la prima volta, il Consiglio comunale di Barcellona ha deciso a grande maggioranza di porre fine alla gestione privata dell’acqua della città. Barcelona en Comú ritiene che l’acqua sia un diritto umano, un servizio fondamentale e un bene comune da porre sotto il controllo democratico pubblico ...

Venerdì 25 Novembre 2016, Barcelona En Comú ha presentato una Mozione per riprendere in mano pubblica la gestione del ciclo idrico, uno degli impegni più importanti del programma elettorale. Un obiettivo tra i più popolari tra i cittadini, come è risultato dal processo partecipativo con il quale si è definito il Piano d’Azione Municipale (il programma di governo della città).

A favore della Mozione hanno votato tutti i gruppi di sinistra del Consiglio comunale di Barcellona, il che significa che il governo cittadino può procedere con il programma di rimuncipalizzazione dei servizi idrici nell’area metropolitana. Essi sono attualmente in mano a società miste che controllano la distribuzione nelle 23 Municipalità dell’Area Metropolitana di Barcellona (AMB) e di cui Agbar (Suez) è l’azionista di maggioranza. Il  Consiglio ha approvato anche una Mozione analoga presentata dalla CUP (Cadidadura Unidad Popular) di Barcellona.

Eloi Badia, Assessore alla presidenza, acqua e energia, ha dichiarato: “Oggi la maggioranza assoluta ha votato per una più grande trasparenza, una migliore qualità del servizio e per tariffe più basse. Quello di oggi è un momento storico perché la maggioranza del consiglio ha detto che le cose devono cambiare”.

Risparmi per la Città e per i cittadini.
Secondo i dati della Corte dei Conti, la gestione pubblica risulta del 18% più economica; le perdite sono del 23% inferiori e gli investimenti sono superiori del 18%. Un confronto sulle tariffe idriche nei Comuni catalani indica che la gestione privata è del 25% più costosa di quella pubblica.

I risparmi suddetti si tradurrebbero ovviamente in una riduzione delle tariffe.  Badia ha dichiarato che le bollette dell’acqua potrebbero diminuire di almeno il 10% per un totale di 38,7 milioni di euro di cui 29 milioni dai profitti aziendali e 9,7 milioni da “knowledge levy”: “La miglior tariffa sociale è quella che non comprende le spese inutili – e ha aggiunto -  Dobbiamo dare risposte agli utenti che non possono far fronte a bollette aumentate dell’85% negli ultimi 10 anni.”

Il processo in corso si basa sui precedenti di grandi città come Parigi, Berlino e Napoli che hanno dimostrato i vantaggi di avere un servizio al 100% a gestione pubblica, così come città catalane quali Arenys de Munt e Montornès del Vallès.

È solo l’inizio di un percorso che può essere lungo e complesso. Barcelona En Comú continuerà ad impegnarsi per i servizi pubblici e il bene comune di tutti i cittadini.

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino