Cia lancia la piattaforma “Lavora con agricoltori italiani”

Per far fronte alla mancanza di manodopera nei campi l’organizzazione ha lanciato “Lavora con agricoltori Italiani”, una piattaforma di intermediazione che facilita l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.
Il portale, riconosciuto dal Ministero del Lavoro, consente a chi cerca occupazione di entrare in contatto direttamente con le aziende della propria provincia, e alle imprese di intercettare velocemente i candidati con la massima trasparenza e legalità.

La modalità di utilizzo è molto semplice: nella home page l’azienda inserisce la propria offerta di lavoro, indicando le caratteristiche professionali richieste, le mansioni da svolgere, luoghi e tempi, mentre il lavoratore dichiara semplicemente la propria disponibilità.

In attesa di una soluzione efficace all’emergenza lavoro dall'Esecutivo, proviamo a dare delle risposte alle aziende agricole e ai cittadini che hanno dato la propria disponibilità a lavorare nei campi – spiega il Presidente di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino -. La mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni in tutti noi, senza interventi concreti come i voucher per l’utilizzo di cassaintegrati e pensionati, o una sanatoria per i lavoratori immigrati rischiamo seriamente di abbandonare nei campi tonnellate di frutta e verdura di stagione necessarie per rifornire gli scaffali dei supermercati”.

Cia Asti sta inoltre sviluppando il progetto “Migranti in campo”. Grazie alla collaborazione con l’associazione Piam è stata raccolta la disponibilità di una sessantina di migranti (profughi, rifugiati e richiedenti asilo) residenti nell’Astigiano, che hanno già acquisito competenze per i lavori in agricoltura avendo seguito corsi di formazione, tirocini e ottenuto diversi patentini.

Le nostre campagne hanno sete di manodopera che si fatica a reperire, oggi ancora di più per la chiusura delle frontiere – sottolinea Alessandro Durando, presidente di Cia Asti – la campagna può favorire l’integrazione sociale, come ci dimostrano numerosi casi concreti, e può diventare un salvagente per tanti italiani che sono rimasti senza lavoro a causa dell’emergenza Covid”.

Gli uffici Cia offrono tutta l’assistenza necessaria per l’inserimento lavorativo, le coperture assicurative e le necessità logistiche. Informazioni presso gli uffici e via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino