Signori, assisterete ad un piccolo grande miracolo !
In questa mano ho un barile di petrolio: lo porto alla centrale di Moncalieri (concedetemi l'esempio: so che va a metano ! Ma i conti li ho fatti come se andasse a olio combustibile ') dove lo bruceranno e mi daranno 550 KWh di elettricità, che al mercato valgono circa 35 euro.
Ci sarà un po' di fumo (ossidi di azoto, polveri, anidride carbonica) e del calore per scaldare il Po e (ma solo in inverno) anche le case.

Dopo l'approvazione della convenzione con la Silvateam si apre il dibattito con un incontro promosso ed organizzato dal Comitato Difesa Valle Tanaro.
Martedì 27 febbraio scorso il Consiglio Comunale di Castagnole Lanze ha approvato una convenzione con l'azienda Silvateam S.p.A. di San Michele Mondovì, per la costruzione sul territorio della frazione Valle Tanaro di una centrale termoelettrica funzionante a biomassa legnosa.
Questa decisione è stata presa senza informare né consultare adeguatamente la popolazione di Castagnole, e senza che fossero resi noti i dati tecnici dettagliati dell'impianto.
Si sa comunque dalle fonti comunali che la centrale brucerà legna per produrre elettricità e consumerà circa 130.000 tonnellate di legno all'anno. La sua potenza (circa 13,5 MW elettrici) sarà pari o addirittura superiore a quella della centrale di Airasca, la più potente di questo genere finora costruita in Piemonte.
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino