di Carlo Sottile.
ImageGli Amministratori del Comune di Cassinetta di Lugagnano hanno approvato un “piano di governo del territorio a crescita zero”, dunque un piano di riqualificazione urbana e non un piano di espansione. E' una buona notizia. Sta per costituirsi un comitato di tutela del territorio Roero-Langhe-Monferrato, che assume il territorio come un bene comune. E' un'altra buona notizia.
Altri comitati con le stesse finalità si sono già costituiti altrove e se ne parla nel sito di Eddyburg (
http://www.eddyburg.it), che vi consigliamo di visitare.
L'urbanistica tenta di sottrarsi allo strapotere delle corporazioni che si nutrono di rendita urbana e di spericolate operazioni finanziarie ? Sembra di si, e allora dobbiamo dare una mano affinché questo avvenga al più presto. Dobbiamo far giungere ai proprietari dei suoli e ai costruttori, nonché a tutta la loro corte di professionisti,  l'idea che esiste un interesse pubblico al di sopra del loro tornaconto personale: l'idea che il progetto delle città e dei relativi sobborghi non è solo “affare loro” ...

di Alessandro Mortarino.
ImageSi è conclusa una settimana importante per l'ambientalismo astigiano: dopo il “tutto esaurito” registrato nel primo incontro pubblico tra Amministratori e Cittadini, altra grande partecipazione popolare nella sala consiliare della Provincia per l'attesa conferenza del professor Paul Connett e della sua strategia “Rifiuti Zero”.
E se il primo incontro ha consentito di mettere a fuoco l'esatto punto della situazione e le intuibili strategie delle amministrazioni riguardo al progetto di costruzione di un possibile inceneritore di rifiuti nell'astigiano, le parole di Connett hanno steso una sorta di pietra tombale sull'esile argomentare di quanti si ostinano a considerare l'incenerimento come una soluzione al problema della gestione dei rifiuti: una operazione che l'osannato professore statunitense ha definito “stupid”. Quanta distanza tra le sue concezioni e quelle della Presidente della Provincia Maria Teresa Armosino che, solo tre giorni prima, aveva ribadito il suo radicato orientamento: “meglio un inceneritore che una nuova discarica” ...

di Alessandro Mortarino.
ImageSono passate poche ore dalla conclusione del primo incontro/confronto pubblico (di Lunedì 20 Ottobre) tra Amministratori e Cittadini sul tema del possibile inceneritore di rifiuti ad Asti o nel Piemonte orientale, organizzato dal Comitato “Asti non brucia” e da me condotto e moderato. AltritAsti “reclama” una rapida cronaca, ma oggi il mio telefono è quanto mai rovente: molte persone che non hanno potuto seguire fisicamente l'incontro mi stanno ripetutamente chiamando e la mia stesura ne soffre. Ad ogni telefonata, la stessa domanda: “com'è andata ?” ...
Davvero una gran bella domanda, a cui non è facile rispondere in modo lapidario con un semplice  “bene”, “così e così” “decisamente male” eccetera. Qualche indizio potrebbe però pilotarci verso un'esatta percezione: sala gremita all'inverosimile, incontro concluso pochi istanti prima dello scoccare delle ore 21 (dunque quasi un'ora oltre il limite orario previsto e dopo circa tre ore di confronto serrato, civile, ordinato, partecipato). Diciamo così: il dialogo tra Istituzioni e Società Civile ora è aperto ...

di Domenico Finiguerra, Sindaco di Cassinetta di Lugagnano (Mi).
ImageL'articolo pubblicato nelle scorse settimane sull'idea di costituire un “Movimento dal basso” che poggi le proprie basi di modello sociale alternativo su una sorta di moratoria dei piani di cementificazione delle nostre aree, ha ottenuto una notevole attenzione e ci è parso il caso di domandare al coraggioso Sindaco di Cassinetta di Lugagnano di raccontarci in modo ancora più completo il quadro delle sue azioni.
Questa che vi proponiamo, è la sintesi di un suo intervento ad un recente convegno in quel di Dobbiaco: estremamente utile, crediamo, per ampliare il nostro approccio al delicato argomento ...

di Marco Bersani, Attac Italia.
ImageNell'analisi del portavoce italiano del movimento internazionale Attac, il percorso popolare che portò alla vittoria del referendum per il “NO” al nucleare nel nostro paese, senza costruire una vera politica energetica alternativa.
Una base di conoscenze e di stimoli essenziali per porre nuove basi alle sfide prossime che il futuro pare volerci offrire, dopo le scelte del nuovo Governo nazionale di riproporre un articolato piano energetico fortemente canalizzato sull'uso del nucleare di “nuova generazione” ...
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino