Pochi giorni al 12 e 13 Giugno: ancora uno sforzo per difendere la Democrazia

Imagedi Marisa Pessione e Alessandro Mortarino.

Mercoledì 25 Maggio: mancano appena 17 giorni al voto del 12 e 13 Giugno per i 4 referendum popolari. E in tv il silenzio continua. Un silenzio grave, pericoloso, antidemocratico interrotto soltanto da qualche lieve “sussurro” di dibattito, normalmente in orari lontani dal prime time e dalle grandi audience. Si sta facendo di tutto perché il quorum necessario non venga raggiunto, questo è evidente. Ma la Democrazia popolare agli italiani piace, c’è una grande “tv di strada” al lavoro ovunque. E ora tocca anche a te …

Qui ci sono due suggerimenti operativi – semplici e diretti - che tutte le persone super indaffarate possono applicare senza bisogno di dedicare energie eccessive. Il primo è di Marco Bersani, del Forum nazionale dei Movimenti per l’Acqua che qualche settimana fa aveva suggerito questa azione individuale:

Ogni giorno esco di casa con 50 volantini, che distribuisco alle persone che incontro durante la giornata.

Facendo così, da oggi al voto avrò distribuito 1.500 volantini.

Le 1.500 persone che hanno ricevuto il volantino ne parleranno con circa tre altre persone (familiari, amici).

Quindi in un mese, distribuendo 50 volantini al giorno, avrò raggiunto 6.000 persone.

Se 1.000 persone fanno come me in un mese avremo raggiunto 6.000.000 di cittadini.

Se 4.000 persone fanno come me in un mese avremo raggiunto 24.000.000 di cittadini.

Si può fare.

Marco Bersani

 

Il secondo suggerimento è nostro: fate un copia incolla di questo messaggio da inviare via email, sostituite la nostra firma con la vostra (personalizzate come vi pare) e inviate a tutta la vostra rubrica, invitando a fare altrettanto. Aggiornate il “conto alla rovescia” ogni giorno e inviate:

 

Mancano 17 giorni al voto del 12 e 13 Giugno per i 4 referendum popolari.

E in tv il silenzio continua ...
Dunque cerchiamo (nel nostro piccolo) di fare ciò che le tv non fanno, cioè porgiamo un po' di corretta informazione agli ignari cittadini elettori.
Perchè il referendum popolare è uno dei principali pilastri della Democrazia

e dell'assetto previsto dalla nostra Costituzione.
E l'informazione dovrebbe essere la base della Democrazia e della corretta applicazione di quanto sancito dalla Costituzione.


Se possiamo fare qualcosa, facciamolo ora:

fra qualche giorno sarà troppo tardi  !!!!


Parlaneconunamico sussurraloallafidanzata spiegaloallanonna aicolleghidilavoro aquellichebevonoacquamineraleconlebollicine eancheaquellichenon spengonomaileluci aquellichenoncredonoallapolitica perchènonsannochequestireferendum possonosgretolareunmodellodisviluppo
chenellarealtàsignificasolo volereunacrescitacontinua sempredipiùsempredipiù finoachequestosistemanonscoppierà comelaranachevolevadiventaregrandecomeilbue

trattenendoilrespiro
(Boom ...)


Marisa Pessione e Alessandro Mortarino

 

 

VOTIAMO QUATTRO SI’ AI REFERENDUM POPOLARI

 

Primo quesito (Acqua e servizi pubblici locali):

 Vuoi eliminare la legge Ronchi che obbliga i Gestori pubblici degli acquedotti italiani a cedere almeno il 40 % delle quote azionarie a soggetti privati, a cui sarà inoltre affidata la gestione stessa del servizio idrico?

Abrogando la legge Ronchi, fermiamo la vendita della nostra acqua e

di tutti i servizi pubblici locali.

 

Secondo quesito (Acqua)

Vuoi eliminare la norma che consente al gestore di avere, per legge, un profitto garantito nella bolletta dell’acqua ? Abrogando questo articolo di legge, elimini l’interesse economico che un privato avrebbe nel gestire un acquedotto e che permette di lucrare  anche senza reinvestimenti nella riqualificazione della rete idrica.

 

Terzo quesito (Centrali Nucleari)

Vuoi eliminare la legge che permette la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano? Nel 1987 un analogo referendum popolare aveva già dato la sua plebiscitaria risposta a questo quesito: gli Italiani NON vogliono più il nucleare nel nostro Paese (e la stessa decisione andrebbe proposta a livello europeo).

 

Quarto quesito (Legittimo Impedimento)

Vuoi eliminare la legge che permette al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri di non comparire in udienza penale durante la loro carica? Insomma: tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge, anche il Presidente del Consiglio in carica …

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino