A cura dell'Anpi, Comitato provinciale di Asti.

Una straordinaria figura di combattente per la libertà e per la democrazia, partigiana di prima linea in gioventù contro i nazifascisti e per tutta la vita impegnata nella lotta, politica e sociale, per l’affermazione dei diritti fondamentali previsti dalla nostra Costituzione con particolare riferimento a quelli delle donne. Se ci mancherà la sua presenza, non ci mancherà però l’impegno ad operare secondo i principi che hanno contraddistinto tutta la sua lunga esistenza”...

di Giulia Faraci.

Cosa si intende per processo decisionale per consenso?
Si tratta di un metodo che nasce all’interno di una ricerca di gruppi nonviolenti che cercavano una modalità per decidere che fosse rispettosa dei valori della nonviolenza. Il gruppo che usa questo metodo decisionale cresce progressivamente nell’ascolto e nella valorizzazione reciproca. L’obiettivo è quello di arrivare a scelte che siano arricchite da tutte le diversità presenti, apportando così un valore maggiore alla decisione finale. Si tratta di un processo faticoso e non indolore perché nel percorso di apprendimento e sviluppo del metodo a volte bisogna affrontare molti nodi critici...

di Luisa Rasero, Coordinamento Donne Cgil Asti.

Sarebbe bello, ogni 25 novembre, fare una rassegna di quello che è successo durante l’anno. Mi limiterò agli ultimi giorni. L’organizzazione Action Aid ha svolto un monitoraggio sui fondi ai Centri Antiviolenza, e non è un bilancio positivo. I fondi sono stati aumentati, ma sono ancora insufficienti al bisogno e, soprattutto, tardivi nell’arrivare a destinazione. Al 15 ottobre 2020, le Regioni avevano erogato il 72 % dei fondi relativi alle annualità 2015/2016, il 67 % per il 2017, il 39 % per il 2018 e solo il 10 % per il 2019. Anche in questo campo, si conferma la storica incapacità italiana di spendere i fondi, come succede per quelli europei. E si conferma l’inefficienza dell’Ente Regione, già dimostrata nell’emergenza sanitaria...

A cura del Coordinamento di Libera Asti.

Giovedì 22 ottobre noi volontari del Coordinamento di Libera Asti, insieme a rappresentanti della segreteria di Libera Piemonte abbiamo assistito all’udienza del processo scaturito dall’operazione Barbarossa. Come accade dall’inizio del processo che ha preso l’avvio poco più di un anno fa, come Libera eravamo lì in piedi, nell’aula del Tribunale di Asti ad assistere all’udienza, silenziosamente attenti, per comprendere i fatti e testimoniare il nostro schierarci sempre e comunque contro le mafie ed al fianco della Giustizia...

A cura del Movimento Nonviolento.

L’Assemblea generale dell’ONU ha indetto per il 2 ottobre di ogni anno (compleanno di Mohandas K. Gandhi) la Giornata  Internazionale della Nonviolenza.
Forse lo stesso Gandhi sarebbe stato contrario a questa ricorrenza, refrattario com'era a cerimonie rituali e culti formali. Più interessato al metodo di lotta che alla meta da raggiungere: "Abbiate cura dei mezzi e i fini si realizzeranno da soli". Tutta la sua vita è stata una sperimentazione delle tecniche (spirituali, personali, sociali, politiche) per cercare la Verità. La sua eredità è l'esempio che ci ha lasciato. Nient'altro. Ora dobbiamo andare avanti noi...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino