Disagi sulla Cuneo-Torino: parte una lettera alla Regione


a cura del Gruppo Pendolari Cuneo-Torino.

Inviamo alla cortese attenzione dell’assessore dei Trasporti della Regione Piemonte F. Balocco, e a tutti gli organi amministrativi interessati, come Gruppo Pendolari della linea Cuneo–Torino, un dettagliato rapporto relativo ai disagi presenti sulla linea divisa nei seguenti punti ...
{jcomments on}
Stazione ferroviaria di Cuneo: la situazione della stazione, con particolare riferimento ai sottopassaggi e alle banchine ferroviarie, specie nelle giornate di pioggia, è alquanto desolante. Le pareti e i soffitti sono in buona parte scrostati o si stanno scrostando con conseguente caduta di scaglie di intonaco/vernice, rivelando una notevole umidità causata molto probabilmente dalle cospicue infiltrazioni dovute ad una approssimativa copertura delle pensiline che invece di riparare, incanalano l’acqua piovana che cade copiosa dalle plafoniere luminose sia sulle banchine che all’interno delle scale di comunicazione tra i sottopassaggi e le banchine stesse creando disagi e pericoli sia di scivolamento (scale e sottopassaggi) che di possibile shock elettrico (strutture pensiline banchine ferroviarie).
Chiediamo pertanto che vengano previsti dei lavori di sistemazione per la messa in sicurezza dei passaggi comuni della stazione e di riqualificazione della stessa secondo lo standard europeo per i servizi ferroviari metropolitani per facilitare l’accesso, l’inserimento di percorsi e mappe tattili, attualmente presenti solo sulla banchina del primo binario, per gli ipovedenti e l’installazione di luci a led ad alta efficienza energetica, attualmente le scale di accesso alle banchine hanno luci insufficienti e spesso non funzionanti. Sarebbero auspicabili anche interventi per quanto riguarda l’arredo urbano (panchine, cestini e posacenere).
Segnaliamo che questo tipo di interventi sono già stati effettuati nelle stazioni di Centallo e di Fossano, e previsti prossimamente anche ad Alba e Bra, ed è quindi auspicabile che vengano effettuati anche nella stazione di Cuneo, anche se ci segnalano comunque delle criticità per il sottopassaggio della stazione di Centallo e infiltrazioni/sgocciolamenti dalle pensiline nella stazione di Fossano.
L’attuale situazione non è certo un buon biglietto da visita per una città che vuole porsi come centro di interesse turistico, e non solo, quale merita di essere, in una regione che vuole porsi ai primi posti della mobilità, del turismo e dell’industria.

Treno 10215 Torino P-N.-Cuneo delle 17,50: da qualche anno, questo treno viene soppresso nel periodo di Agosto, e ci è giunta voce che l’intenzione è quello di sopprimerlo completamente, proprio ad iniziare con la prevista soppressione della prossima estate, sembra a causa del suo presunto elevato costo.
Tale soppressione, se ciò fosse vero, causerebbe un enorme disagio e una ulteriore penalizzazione per tutta l’utenza del bacino di Cuneo, e anche a quello di Racconigi, causando una grave lacuna nei servizi per i pendolari che quotidianamente lo utilizzano, poiché i servizi rimanenti non potrebbero coprire il servizio attuale se non con pesanti perdite di tempo sia di attesa che di spostamenti.
Nel mese di agosto inoltre le banche, le ditte e altri esercizi non chiudono più per tutto un mese, la richiesta quindi è che il treno 10215 Torino P-N.-Cuneo delle 17,50 non venga soppresso e che venga mantenuto possibilmente anche nel mese di agosto, e che venga considerato come treno effettivo e non solo di rinforzo.

Prolungamento linea SFM7 / Raddoppio linea Cuneo - Fossano: Ci è giunta voce, inoltre, che vi sarebbe la possibilità dell’estensione della linea SFM 7 fino a Cuneo. Vorremmo sapere se tale voce ha un fondamento veritiero ed eventualmente da quando potrebbe essere prevista questa estensione.
Da quanto ci era stato riferito in passato, la realizzazione di tale estensione era legata alla realizzazione del raddoppio della linea Cuneo Fossano, opera promessa ma mai realizzata.
Di tale raddoppio se ne parla ormai da quasi quarant’anni, e ogni volta che capita un problema come successo il giorno 14/12, con cancellazioni di vari treni in pieno orario pendolari dovuti ad un problema tecnico occorso alla motrice di un treno merci che ha bloccato la linea Cuneo-Fossano almeno fino alle 9, ci si chiede quanto dovremo ancora aspettare per avere un servizio adeguato e funzionale.
Ci chiediamo quindi: l’estensione della linea SFM7 sarà effettivamente fattibile senza il raddoppio? In caso affermativo, con quali tempistiche?
Il raddoppio della linea è da considerarsi ormai un’utopia o possiamo nutrire ancora qualche speranza per la sua realizzazione in tempi più o meno brevi?

Problematica ritardi: vorremmo segnalare che, seppur i ritardi quest’anno sono stati abbastanza contenuti, la situazione potrebbe essere migliorabile. Il treno delle 6,54 da Cuneo per Torino P.N., ad esempio, sovente lamenta un ritardo che si accumula tra le stazioni di Racconigi e Torino Lingotto a causa di ritardi causati da treni precedenti, in particolare del treno Reg. 4704 che spesso è in ritardo facendo così da tappo tra le stazioni di Carmagnola e Trofarello, ma dove si rilevano sistematici ritardi sono sulle percorrenze dei treni serali da Torino P.N. verso Cuneo, ad esempio il treno 10215
Torino P.N.-Cuneo delle 17,50 a Fossano risulta avere un ritardo quasi sempre tra gli 8 e i 12 minuti, così come il treno 10213 delle 17,25, e il treno 10217 delle 19,25, quest’ultimo, da quanto mi segnalano, legati spesso a problematiche relative alle porte non funzionanti.
Può anche essere vero che possono essere considerati ritardi di entità minima, ma, proprio per questo, crediamo che potrebbero anche essere risolti e fornire e garantire un servizio adeguato e funzionale.

Qualità servizio: infine qualche nota sulla qualità delle carrozze e del servizio. La climatizzazione delle carrozze lascia a desiderare: sovente sembra che non vi siano vie di mezzo o è troppo calda o è troppo fredda, della serie o forno o frigo., creando disagi vari a seconda di dove si trova posto. l’informazione a bordo, specie in caso di ritardi o fermate prolungate, dipende molto dal personale in servizio, qualcuno informa, ma altri non lo fanno, non si sa se perché in mancanza di istruzioni/informazioni dalla centrale o per altri tipi di problema, sicuramente migliorabile

Portavoce: C. Menegon
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino