A festa di Canalin

di Gino Scarsi.

La notizia dell'impossibilità di organizzare le feste di Canale, stante i rischi e le restrizioni imposte dal coronavirus, ha lasciato tutti i canalesi con l’amaro in bocca. Certamente condividiamo questa scelta dettata dal buon senso, ma è facile prevedere che l’annullamento farà sentire un mortorio Canale, l’ultima settimana di luglio...

Si è valutata seriamente qualche soluzione alternativa pur rispettosa delle regole? Io provo a proporne una: dal 26 luglio al 2 agosto si svolga “LA FESTA DEI CANALIN“ oppure la “Festa dei babi ‘d Canal “ , lasciando per settembre la ventilata manifestazione di saluto all’estate.

L’obiettivo è di puntare ad una festa in piccolo rivolta soprattutto a noi canalesi e mirata a costruire armonia in un tessuto urbano variegato e ormai multietnico.
Una festa popolare, più che soltanto culturale (si sa che gli eventi culturali sono più adattabili alle regole imposte), per vedere in concreto che una festa corale, condivisa e a più voci, aiuta a comprendere e ad amare il proprio paese (mantenendo ovviamente le opinioni diverse in politica o manifestando la propria diversità).
Prima di proporre un ipotetico programma, premetto che la festa andrebbe gestita dal Comitato Fiera del pesco e dal comune di Canale, a cui si richiederebbe comunque un impegno minimo.

Due i servizi indispensabili necessari: il solito impianto diffuso di musica almeno lungo tutta via Roma – il palco in piazza Italia e le sedie da sistemare distanziate volta per volta per gli eventi a numero chiuso.

Programma Festa di Canalin
Domenica 26 luglio-
ore 10 -consueti colpi di annuncio
ore 10,30 – sfilata per le vie del paese dei Canalensis Brando con musici ballerini e figuranti in costume debitamente distanziati -Dopo un secolo il Brando torna protagonista della festa .
Ore 11.30 nel salone municipale il sindaco rivolge il pubblico saluto trasmesso sia dall’impianto in via Roma che su canale facebook
A seguire brevi saluti di minoranza e associazioni che desiderino augurare buone feste.
Pomeriggio dalle 16,30- via Roma con i tavoli sarà il salotto di Canale, e si potranno visitare le varie mostre ( che non è difficile prevedere che arriveranno copiose).
Ore 21. Spettacolo ( teatrale o altro) proposto dal comitato fiera.

Le serate successive dal lunedì al sabato potranno essere gestite dal comitato, in collaborazione con gli enti o le associazioni che si rendano disponibili. Ad esempio Canale Ecologia potrebbe proporre una serata con la proiezione di un film di vedute naturali spettacolari, facendolo precedere dai filmati sulle Rocche e illustrando la campagna “SALVIAMO I GIGANTI SECOLARI DEL ROERO”.

La Proloco Canale e la Proloco valpone sono probabilmente interessati a proporsi, come gli stessi giovani con concerti musicali in acustica. Ovvio che la regola è il numero chiuso agli spettacoli, non difficile da gestire se la festa è rivolta particolarmente ai canalesi.

Per Domenica 2 agosto al mattino potremmo lasciare lo spazio dei saluti, alle comunità che hanno scelto Canale luogo di adozione, e con cui è importante armonizzare al meglio la reciproca convivenza , e mi riferisco in particolare alle diverse realtà presenti, con buona parte dei figli già nati a Canale: Romeni, Albanesi, Marocchini e Centroafricani. Anche qui far sentire oltre ai loro saluti anche pezzi della loro cultura musicale durante al giornata. Pomeriggio della domenica ore 17 - partita amichevole di pallone elastico in piazza Trento e Trieste tra due campioni canalesi: Campagno e Vacchetto. Anche qui un tuffo indietro nel tempo quasi a riprendere le vecchie sfide Gioetti-Manzo sulla stessa piazza.

Alla sera non potremo finire coi fuochi , ma se mai riuscissimo a mettere insieme una festa di questo genere , superando il vecchio schema per cui se non sei dalla mia parte sei contro, noi veramente vedremmo in cielo fuochi pirotecnici mai visti…

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino