L'imbarazzante silenzio su Asti e la questione morale

Livio Negro, Giorgio Galvagno, Mario Sacco e Fabio Carosso non hanno risposto alle richieste pubbliche loro rivolte, a luglio, dal Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano/Forum Salviamo il Paesaggio. Come prevedevamo e come temevamo.
Nel frattempo si è amplificata anche la frattura tra l'Assessore all'Ambiente del Comune di Asti, Renato Berzano, e la Rete Asti Cambia che ha rinnovato - per ora senza esito - la richiesta di riconvocazione del Tavolo Partecipato sulla Mobilità Sostenibile. Verrebbe da dire che la Democrazia ha due facce (una per chi gestisce il potere e l'altra per chi crede in comunità di pensiero e confronto), ma Sisifo ci insegna che la Democrazia è fatica e anche attesa: forse ora che il riposo d'agosto si è esaurito, le risposte degli interlocutori arriveranno...

Arriveranno?

Noi attendiamo. Fiduciosi. Consapevoli della fatica di attendere, certi del vero potere del dialogo. Che, in fin dei conti, per Socrate rappresentava uno strumento per correggere errori e giungere a una verità condivisa (e da rimettere comunque sempre in discussione).

E rinnoviamo le nostre richieste:

al signor Livio Negro: di rassegnare le dimissioni dalla presidenza del Parco Paleontologico Astigiano essendo venuti meno i presupposti di fiducia sulla sua figura alla luce dell'operazione immobiliare privata poco rispettosa dei contesti naturali;

al signor Giorgio Galvagno: di esprimere pubblicamente “l'abiura” delle sue passate certezze sull'inutilità dell'università di Asti oppure, in alternativa, di rassegnare le dimissioni dal Cd'A di Astiss;

al signor Mario Sacco: di provvedere alla revoca di Francesca Ragusa dal  Cd'A di Astiss e alla nomina in sua vece del prof. Stefano Massaglia;

al signor Fabio Carosso, vice presidente e assessore regionale con delega ai Parchi: di provvedere con urgenza alla nomina all'interno del Cd'A del Parco Paleontologico Astigiano del rappresentante indicato dalle associazioni ambientaliste in sostituzione del  dimissionario signor Umberto Gallo Orsi, nomina inspiegabilmente sospesa da troppi mesi.

E, infine, al signor Renato Berzano: di provvedere con massima urgenza a rivalutare la richiesta della Rete Asti Cambia di fissare una data della prossima convocazione del Tavolo Partecipato sulla Mobilità Sostenibile ed il suo oggetto, nonchè l'invito a far pervenire a tutti i suoi componenti la documentazione relativa allo Studio di fattibilità tecnico ed economica - Rete piste ciclabili, comprensiva dei documenti di riferimento per la copertura economica dello stesso.

Il silenzio, a questo punto, non è ammesso: equivarrebbe a una risposta. Una pessima risposta...

ULTIMA ORA:
Una delle nostre richieste ha ottenuto risposta: è stato infatti nominato, lo scorso 3 settembre, il nuovo rappresentante indicato dalle associazioni ambientaliste all'interno del Consiglio d'Amministrazione del Parco Paleontologico Astigiano.
Si tratta di Federico Pino, naturalista, paleontologo, ornitologo che prende il posto del dimissionario Umberto Gallo Orsi.
Al dottor Pino i nostri migliori auguri.

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino