Cari Amici,
siamo finalmente giunti alla conclusione della nostra campagna a sostegno della Legge d'iniziativa popolare per l'Acqua Pubblica ed è doveroso provare a sintetizzare gli elementi essenziali di quanto è stato fatto, che non è poco '
Questa volta il mio messaggio (volutamente ') NON sarà brevissimo; me ne scuso e mi auguro vogliate ragionare su tutti i punti tracciati che ci serviranno per delineare Lunedì 9 Luglio (ore 18,15, presso biblioteca del Centro Culturale San Secondo) i possibili – forse necessari -sviluppi del nostro comune lavoro.

Riflessioni di Mikhail Gorbaciov.
Le stime indicano che la Terra abbia 1400 milioni di chilometri cubi di acqua, che coprono il 71% della superficie terrestre. Di questa il 97% è salata.
L'acqua dolce, rappresenta il 3% del totale, ma di questa il 68,7% è contenuta nei ghiacciai e il 30% nelle falde sotterranee troppo profonde per essere utilizzate, per cui solo lo 0,3% dell'acqua dolce si trova in superficie (fiumi, laghi e sorgenti) e può essere usata per usi umani ed è pari allo 0,008% dell'acqua totale presente sulla Terra.
Il consumo di acqua nel mondo negli ultimi anni è aumentato di sei volte, a un ritmo più del doppio del tasso di crescita della popolazione, tanto che la disponibilità pro capite dal 1950 al 1995 è passata da 17000 m³ a 7500 m³. Questo in valori assoluti.

Fra la provincia di Asti e il pianeta Terra (ovvero: per non continuare a fare 'buchi nell'acqua, né perdersi in un bicchiere '): questo il sottotitolo del progetto elaborato dal Gruppo P.E.A.C.E. (Pace, Economie Alternative, Consumi Etici).
Circa il 70 % della superficie del nostro pianeta è composta da acqua.
Circa il 70 % del corpo umano è composto da acqua.
Probabilmente, sarebbe sufficiente questo 'semplice' dato fisico per rendere evidente l'importanza dell'elemento acqua all'interno dei nostri processi sociali, politici, economici, esistenziali, biologici.
L'acqua è uno dei pochi elementi vissuti da ogni individuo come attributo 'proprio', 'naturale', 'essenziale', 'di tutti', 'abituale' '

Il nostro è un Paese tra i più ricchi d'acqua del mondo:
• 155 mld di mc disponibilità annua teorica d'acqua per usi civili e produttivi;
• 2700 mc quota pro-capite per abitante/anno;
• Il 97% dell'acqua dolce in Italia è nelle falde acquifere;
• Irregolarità dei de flussi e inefficienze riducono questa disponibilità a 110 mld di mc e a 2000 mc. pro-capite;
• L'acqua effettivamente utilizzabile per tutti gli usi scende a 42 miliardi di mc. ossia a 764 mc. a persona equivalenti a 764 mila litri a persona l'anno a poco più di 2000 litri a persona al giorno;
• Un italiano su due beve solo acqua minerale, l'Italia è prima in assoluto nel consumo pro-capite d'acqua minerale;

L'acqua è una delle risorse più preziose presenti sul nostro Pianeta ma, oramai, anche una delle più rare. Questo perché l'uomo non ha compreso a fondo che la quantità di acqua non è infinita, ma solo rinnovabile e quindi, per definizione, sempre disponibile purché la velocità di prelievo non superi la velocità di riproduzione e crescita della risorsa stessa.
L'acqua si rinnova continuamente attraverso il suo ciclo naturale, ma la sua quantità è sempre la stessa da miliardi di anni; l'incuria e la superficialità umana però hanno distorto e inquinato il ciclo idrico. Spesso basta veramente poco: un po' di attenzione e accortezza nelle azioni quotidiane possono fare veramente risparmiare tanto.

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino