di Maurizio Bongioanni, Alessandro Mortarino, Gino Scarsi.

«Collisioni è a una svolta. Solo se gli attori principali del territorio sosterranno questo momento critico aiutando il Comune di Barolo a sviluppare un’area idonea ai grandi eventi potremo continuare a garantire che per altri dieci anni il festival si terrà in Piemonte, e nei luoghi in cui è nato. Se ciò non avverrà, a malincuore, dovremo prendere in considerazione le tante offerte di trasferire il festival in altre regioni meno suggestive e adatte al festival, ma di certo interessate al prodotto». E' un'affermazione di Filippo Taricco, direttore artistico di Collisioni, il festival «AgriRock» della letteratura e della musica mondiale che da dieci anni miete successi nel cuore della viticoltura piemontese: Barolo, capitale dei Re dei vini ...

a cura del Comitato cuneese per l'Acqua Bene Comune.

L'8 marzo sembrava poter essere una giornata storica per la gestione del servizio idrico in provincia di Cuneo. I sindaci riuniti in assemblea generale erano stati convocati per votare su questo argomento e tutto faceva prevedere che finalmente sarebbe arrivata una chiara indicazione alla Conferenza per l'adozione della gestione pubblica inhouse ...

di Ugo Sturlese del Gruppo Cuneo per i Beni Comuni.

Preso atto che nel corso della riunione della II° Commissione consiliare del 31-1-2018 la Giunta ha comunicato “non solo che sarà dato corso alla possibilità di edificazione di uno stuolo di capannoni ad opera di Miac, Fincos e Porta Rossa in un’area grande quanto una ventina di campi da calcio nei pressi del casello autostradale – per l’esattezza 106mila mq edificabili in un PEC di 177mila – ma che il Comune stesso sarà protagonista attivo dell’intera operazione in quanto socio del Mercato agroalimentare”, senza che sia stata nemmeno verificata la disponibilità di capannoni in disuso e la reale domanda del settore ...

a cura del Comitato cuneese Acqua Bene Comune.

In una recente intervista Bruna Sibille, sindaca di Bra e presidente dell'Ente di Governo dell'Ambito Idrico n.4 del cuneese (EGATO4), ha espresso con chiarezza encomiabile la sua definitiva scelta per la gestione pubblica dell'acqua nel nostro territorio. Scelta del resto condivisa dalla grande maggioranza dei 250 sindaci della provincia di Cuneo, che si concretizzerà con la votazione all'Assemblea Generale del prossimo 8 marzo ...

A cura del Comitato cuneese Acqua Bene Comune.

Lunedì 5 febbraio scorso la Conferenza degli amministratori Rappresentanti del territorio dell'ATO idrico n. 4 del Cuneese ha affrontato la disamina delle 120 osservazioni presentate dai soggetti portatori di interesse al nuovo Piano d'Ambito che avrà valenza fino al 2047. Erano presenti oltre il 91% degli aventi diritto (presenza record nei quasi 15 anni di vita dell'ATO4) e tutte le controdeduzioni predisposte dalla presidenza, con il prezioso supporto della segreteria operativa e della società incaricata, sono state votate unanimemente e concordemente dai presenti. Spiace constatare che le due aree territoriali (Area Omogenea del Roero ed Unione Montana dell'Alta Langa) che più avevano contestato il piano nei mesi scorsi abbiano scelto di ritirarsi sull'aventino non partecipando alla seduta ...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino