di Maurizio Bongioanni.

Il consiglio comunale che si è tenuto il 30 settembre ad Alba è durato quasi 4 ore ma è negli ultimi 20 minuti che ha riservato delle sorprese. Il consigliere di minoranza Alberto Gatto, a nome del gruppo Uniti per Alba, ha infatti accusato il sindaco Carlo Bo di un possibile conflitto di interessi e di pensare più agli interessi suoi privati che a quelli della città di Alba...

a cura della rete Minerali Clandestini.

A partire da lunedì 18 settembre, e fino al 18 ottobre, l’APS MiCò, Emmaus, Cuneo per i Beni Comuni, Radicali, AIFO, LVIA, Orizzonti di Pace, Comunità di Mambre, Papa Giovanni XXIII, la pastorale Sociale del Lavoro, Sinistra Italiana, Santos Milani e Scuola di Pace di Boves animeranno un presidio quotidiano mattutino davanti al Comune di Cuneo. Un’azione simbolica contro l’ordinanza antibivacco, per informare la cittadinanza di ciò che sta succedendo, per schierarsi contro le soluzioni emergenziali e punitive, per difendere il diritto di tutti a un’esistenza dignitosa e quello ad essere solidali. L’iniziativa è sostenuta dalla Rete Minerali Clandestini, che raggruppa a Cuneo 50 associazioni impegnate sul fronte della solidarietà sociale Con la presenza al presidio si vuole esprimere una posizione fortemente critica verso le iniziative intraprese dall’amministrazione comunale, riconoscendo il positivo impegno per garantire l'apertura estiva del dormitorio della Croce Rossa (50 letti), ma denunciamo l'assurda e anacronistica ordinanza anti-bivacco, che vorrebbe punire i senza fissa dimora con multe e DASPO, come se il problema si limitasse al solo decoro urbano. La rete sostiene che a non essere decorose sono la miseria e la difficoltà delle persone e non serve spostare il problema un po’ più in là e dare risposte semplicistiche a problematiche complesse, che richiedono un altro tipo di approccio. azione di Polizia che ha portato allo sgombero il Movicentro in data 7 settembre, alcune persone hanno trovato riparo in capannoni abbandonati, pericolanti e non idonei. Ma lontano dagli occhi dei residenti...

Annotazioni dopo la Camminata lungo la "via Gavigena" (la strada originata dal Gruppo Gavio) dello scorso 19 settembre.

È stata una giornata bellissima, in tanti hanno voluto testimoniare con la loro presenza l’attenzione ad un territorio che pretende di essere coinvolto ed ascoltato.
L’evento organizzato dall’Osservatorio per la tutela del paesaggio di Langhe e Roero, con le associazioni aderenti e con il supporto del Forum Salviamo il Paesaggio, Friday for Future, Comitato SI,SI,SI e Fiumanità, ha consentito ai partecipanti, percorrendo la “via Gavigena” da Borgata Molino al moncone, di toccare con mano la bellezza di un’area ancora incontaminata ricca di zone boschive, intervallate da noccioleti e prati di trifoglio e di erba medica...

a cura del Museo Arti e Mestieri di Cisterna d'Asti.

Non conosco niente di più piacevole delle ore nelle quali uno straordinario pezzo di natura o d’arte si offre in modo così chiaro e trasparente che l’attenta osservazione riesce a seguire in modo immediato lo spirito creativo della bellezza” (Hermann Hesse, Diario italiano, 1901)

Questa frase apre la proposta per la celebrazione della “Giornata del panorama 2020”, che si è tenuta domenica 13 settembre. “In occasione della settima edizione della “Giornata del Panorama”, - si legge sul sito - il FAI invita il pubblico a “guardarsi intorno” con attenzione, a far spaziare lo sguardo e ad apprezzare con maggiore consapevolezza la bellezza dei paesaggi che si possono ammirare da nove suoi Beni in sette regioni…”

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino