di Ascanio Celestini.

Questa volta racconterò una favola. Perché nelle favole di tradizione popolare c’è un rapporto tra uomo e natura che sta scomparendo.
Molti di noi che non sono contadini o pescatori, allevatori o boscaioli hanno un’idea della natura come di qualcosa che si può amare. La natura si riduce alle belle passeggiate in montagna, alle belle fotografie da condividere con gli amici. Invece nella fiabe popolari la natura incute timore. Cioè quel sentimento che è allo stesso tempo amore, rispetto e paura. Noi non abbiamo più timore della natura. Siamo diventati turisti della natura...

L’insieme delle nostre attività quotidiane ci rende tutti responsabili dell’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera, nota anche come impronta ecologica. La nostra specie sta generando più emissioni di quante il pianeta ne possa assorbire e tutta la CO2 in più contribuisce ai cambiamenti climatici. Anche attività apparentemente innocue come la navigazione online contribuiscono quotidianamente a far crescere la nostra impronta ecologica. Nonostante il traffico web resti invisibile, i giganteschi data center che lo gestiscono e smistano in tutto il mondo sono visibili eccome...

di Paolo Piacentini.

Si sciolgono i ghiacciai, addirittura spariscono come quello del Calderone sul Gran Sasso o altri molto più vasti sull’arco alpino. L’Ipcc continua a pubblicare scenari catastrofici con tempi molto più ravvicinati del previsto, il fenomeno Greta è ormai planetario ed inaspettatamente arriva la bella sorpresa di un Ministro che scrive a presidi ed insegnanti per giustificare lo sciopero di oggi. Tutto questo però non basta, come non è certo sufficiente inserire l’ecologia nella Costituzione...

di Gino Scarsi.

A leggere le tesi del professor Anthel, del MIT di Boston, c’è da rimanere allibiti. Il prof - con una sequela impressionante di dati, grafici ed equazioni algebriche - dimostra scientificamente che, considerando la predisposizione umana a perseguire la crescita e che questa porta inevitabilmente al default ambientale, è meglio arrivarci il più in fretta possibile. Riducendo il messaggio in soldoni: BOTTO CLIMATICO SUBITO!...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino