Al via una nuova campagna nazionale del Forum Salviamo il Paesaggio che, basandosi sui dati ufficiali sul consumo di suolo registrati dall'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) tra il 2006 e il 2022, ha riassunto in un agevole foglio di calcolo tutte le cifre utili per comprendere rapidamente le trasformazioni urbanistiche avvenute in ognuno dei Comuni italiani. Il lavoro del Gruppo di studio (a cui ha partecipato anche il nostro Alessandro Mortarino) riassume gli ettari di suolo naturale perduto negli ultimi diciassette anni (cioè quanto cemento e asfalto hanno sostituito la "terra" naturale), la percentuale di superficie comunale impermeabilizzata (cioè la già avvenuta "antropizzazione"), il costo annuale in migliaia di euro derivante dalla perdita della risorsa suolo per ciascun Comune e il debito complessivo da ciascuno accumulato. Un debito ecosistemico e ambientale, ovviamente. Ma anche economico-finanziario.
E il "bilancio" è drammaticamente negativo, anche nella provincia di Cuneo…

Crepa, Collettivo di ricerca e pratiche pedagogiche, vi invita a partecipare alla Piazzata! che si terrà sabato 2 marzo 2024 nelle piazze del centro storico di Alba.

Un appuntamento collettivo, aperto a tutti, dalla generazione Z ai boomer, dagli studenti ai lavoratori, dai single alle famiglie, per rivivere le nostre piazze. Un proposta ricreativa per affrontare lo “spiazzamento” che da tempo viviamo come abitanti, ma anche come persone che amano coltivare una socialità non mercificata...

Presentato il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte contro l’autorizzazione a costruire l’impianto di produzione di biometano nel comune di Govone, rilasciata dalla Provincia di Cuneo.

Gli avvocati Marco Scassa, del Foro di Asti, e Jacopo Gendre, del Foro di Torino, sono stati incaricati dal "Comitato No Biometano a Govone" di presentare ricorso contro il Provvedimento Autorizzativo per la costruzione dell’impianto di Biometano in Frazione Canove...

A cura dell'Assooiazione Giuseppe Biancheri.

Si leggono entusiasmanti comunicati stampa sulla nuova quarta corsa che dal 2 (forse meglio il 1°) aprile sarà in funzione sulla Ventimiglia-Cuneo. Ma ci rendiamo conto che sono solo briciole rispetto a quello di cui ha bisogno questa linea internazionale, rispetto a tutto ciò che è necessario affinché si possa ritornare indietro di 40 anni e viaggiare a velocità normali, con orari normali, con materiale ferroviario normale?...

di Chiara Rapalino.

Invogliati dall’ondata di caldo anomalo (sempre meno anomalo) di sabato 27 gennaio, io e mio marito abbiamo convinto i nostri figli a fare due passi lungo il fiume Tanaro. Viviamo a Roddi da una decina di anni e abbiamo scoperto la bellezza del lungo fiume tra Roddi e Verduno solo pochi mesi prima della costruzione dell’autostrada che ha modificato e antropizzato ancora di più uno degli ultimi rifugi per la biodiversità della nostra zona. Ciononostante i sentieri che costeggiano il corso d’acqua conservano ancora la loro attrattiva selvaggia, se così vogliamo chiamarla, sono un luogo tranquillo e di riconnessione con vari elementi: l’acqua, il vento, il silenzio, gli alberi, le lepri e tanti altri ancora.

Pagina 1 di 123

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino