di Enrico Euli.

“Lo sai che anche i mostri si lavano i denti? Non ci credi? Chiedilo al Mostro fatto di capelli o a quello che sta sotto il letto. E lo sai perché lo fanno? Perché c’è un mostro ancora più terribile che se la prende con tutti, ma soprattutto con chi non si lava i denti!…”

A cura della Rete dei Numeri Pari.

I dati pubblicati da Eurostat lo scorso 21 ottobre fotografano una situazione drammatica nel nostro Paese: l’Italia è l’unico fra i grandi Paesi europei (Francia, Germania e Spagna) in cui la quota di famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese nel 2022 è sopra il 63%. La media europea è di 45,5%.
Il Rapporto Istat 2022 appena pubblicato, denuncia un ulteriore aumento della povertà assoluta e delle disuguaglianze nel nostro Paese. sono in condizione di povertà assoluta poco più di 2,18 milioni di famiglie (8,3% del totale da 7,7% nel 2021) e oltre 5,6 milioni di persone (9,7% in crescita dal 9,1% dell’anno precedente). Numeri mai visti prima nella storia della Repubblica!...

di Marco Bersani, Attac Italia.

E’ arrivato in settimana il via libera del Consiglio dell’Ue alle modifiche apportate all’Italia ai target per la richiesta della quarta rata del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per la quale potrà essere ora formulata la richiesta di pagamento. La richiesta di modifica era stata inoltrata dal governo Meloni l’11 luglio scorso e riguarda dieci dei 27 obiettivi originariamente associati alla quarta rata del Pnrr. Le modifiche ovviamente non vanno a incidere sul costo totale del Pnrr, che rimane invariato e pari a 191,5 miliardi di euro, 68,8 dei quali sotto forma di sovvenzioni condizionate e 122,7 sotto forma di prestiti, altrettanto condizionati alla realizzazione di riforme e obiettivi decisi in sede Ue...

A cura del Coordinamento Asti Est per il diritto all’abitare.

Le persone straniere che arrivano in Italia, almeno quelle che riescono a sopravvivere agli inferni delle traversate nel Sahara, nel Mediterraneo o sulla rotta balcanica, incontreranno qui sicuramente molti problemi ma non quello dell’abitazione. Almeno per i primi 18 mesi, il governo italiano garantirà un tetto sulla testa a tutti. Una casa ma con le sbarre, una prigione; infatti nei CPR si potrà essere ‘trattenuti’ fino a 18 mesi. Un anno e mezzo di reclusione senza nessuna accusa, che non sia quella grottesca di "immigrazione illegale"...

di Giovanni Caprio.
La sanità va a rotoli, scricchiola sempre più a causa di problemi economici e di personale, il confronto con l’Europa è desolante, mentre il Governo Meloni decide di far ulteriormente scendere il valore della spesa sanitaria rispetto al Pil, spingendo di fatto la nostra salute sempre più nelle mani dei privati.  L’Istat ha stimato in circa 2,5 milioni le persone che hanno rinunciato a cure necessarie per colpa delle liste d’attesa o per ragioni economiche, mentre la spesa sanitaria privata per prestazioni a carico dei cittadini sfiora ormai i 40 miliardi di euro l’anno)...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino