Al via una petizione dell'alleanza italiana Stop 5G diretta al Governo italiano.

Considerata la Risoluzione di Vicovaro seguita al 1° meeting nazionale Stop 5G in cui, tra gli altri, hanno preso parte medici e scienziati di fama internazionale; depositata in Parlamento una prima petizione sottoscritta da oltre 11.000 cittadini italiani; tenute audizioni medico-scientifiche in IX Commissione permanente; tenute due conferenze stampa presso la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica; con una nuova raccolta firme, l’alleanza italiana Stop 5G rinnova al Governo la richiesta di una moratoria sul 5G...

di Riccardo Frontini, Dottore Agronomo e Docente, esperto di Progettazione del Verde Pubblico e Privato e della Valutazione di Stabilità delle Alberature.

Spesso la paura che gli alberi diventino pericolosi è ben peggiore del reale pericolo che un albero possa avere. In questi momenti l'ignoranza da il colpo di grazia alla sicurezza che un albero può dare.
Per ben 400 milioni di anni gli alberi hanno imparato a resistere, si sono evoluti e hanno trovato strategie di sopravvivenza e resistenza, in modo autonomo, in condizioni ben peggiori delle attuali (tempeste e venti ben più forti).
Perché ora creano problemi all'incolumità delle persone?
La risposta è molto semplice, le stesse persone che hanno paura degli alberi, intervengono, per via di un'ignoranza ingiustificata, compromettendo in modo irreparabile la resistenza degli stessi, creando emergenze ripetute alla pianta, in molti casi non recuperabili.
400 milioni di anni fa, le condizioni erano critiche, i temporali erano 100 volte peggiori dei nostri, però mancava l'uomo...

La rivista federalismi.it, uno dei più autorevoli periodici a carattere scientifico di approfondimento del diritto pubblico italiano, comunitario e comparato presenti sul web, ha pubblicato nei giorni scorsi un rilevante articolo di Lucilla Conte dedicato all’iniziativa legislativa popolare “mediata”, analizzando il caso della tutela del paesaggio e dell’arresto del consumo di suolo.
L’articolo affronta un interessante punto di osservazione per analizzare gli inediti rapporti tra iniziativa legislativa popolare e attività parlamentare e si focalizza sul disegno di legge A.S. 164 “NORME PER L’ARRESTO DEL CONSUMO DI SUOLO E PER IL RIUSO DEI SUOLI URBANIZZATI“, ovvero la Proposta di Legge Popolare elaborata dal nostro Forum Salviamo il Paesaggio e ora in discussione al Senato, ripercorrendo l’intero iter seguito nelle sue fasi di discussione e stesura, nelle modalità di presentazione e di azione politica “dal basso” e all’interno delle Istituzioni...

Qualche anno fa, durante un intervento in uno dei tanti convegni dedicati alla tutela del paesaggio e al consumo di suolo, mi scappò una frase ardita per rendere chiara la mia granitica certezza che l'ideologia, da sola, non è sufficiente per cambiare gli orientamenti della pianificazione urbanistica. Dissi che l'ideologia resta un gran bello strumento umano, ma necessita di dati, numeri, riferimenti "tattili" certificati per mettere a nudo la realtà e sospingere a scelte e cambiamenti. E il miglior dato, continuai, è conoscere la quantità numerica di edifici costruiti in ciascun Comune e, di questi, conoscere anche l'ammontare di quelli sfitti, vuoti, inutilizzati. Basilare.
Ma non mi fermai qui (le sinapsi sono sempre meno rapide della lingua, almeno nel mio caso) e aggiunsi che senza dati restiamo in balia della soggettività più pura, ma se a me piacciono i calzini verdi e mia moglie preferisce quelli gialli, mai e poi mai ci metteremo d'accordo nel decidere come vestire nostra figlia per la sua cresima...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino