di Alessandro Mortarino.

Da mesi la cittadinanza astigiana attende di conoscere che cosa è cambiato (o cosa cambierà) nell'assetto e nelle strategie della sua ex municipalizzata dopo l'importante modifica del suo azionariato, che ha visto l'uscita del Gruppo Gavio e la crescita del Gruppo Iren. Nulla, però, trapela da piazza San Secondo e il segnale non può tranquillizzarci perchè se è vero che il socio di maggioranza in ASP è il Comune di Asti, i cittadini dovrebbero essere ben informati dalla loro amministrazione su quanto - certamente - si sta discutendo nelle stanze che contano. Trasparenza che dovrebbe essere massima anche, e soprattutto, in questo momento in cui alcuni fatti denotano ombre fitte e domande in attesa di risposte, che toccano il cuore della democrazia...

di Alessandro Mortarino.

Lo scorso sabato 21 novembre si è avviato il primo atto formale di un percorso civico nazionale denominato "Per una Società della Cura. Fuori dall'economia del profitto": un'iniziativa che vede riunite 329 tra associazioni, Reti sociali, Movimenti di tutta Italia uniti nell'idea di costruire e proporre un nuovo modello di vita basato sull'uguaglianza, sulla condivisione dei Beni Comuni, sulla concretezza dell'uscire da una società dei consumi per ritrovare il senso della e delle comunità. Della vita vera, insomma...

Ad Asti prende avvio un'iniziativa nel pieno delle suggestioni proposte da "La Società della Cura", valida per ogni quartiere di ogni città e per ogni Comune, Borgo, luogo.

Vicine e vicini, siamo un gruppo di persone che vive in questo quartiere. In questo difficile periodo di pandemia e chiusura dovuto al Covid, dove la paura, l'odio e la rabbia possono peggiorare la situazione sociale e il nostro stato generale di salute, crediamo che abbiamo bisogno di metterci in gioco per esprimere solidarietà fra noi attraverso piccole azioni che trasmettano messaggi di sostegno, speranza e ci incoraggino a generare un senso di comunità; farci sentire che non siamo soli e di esprimere vicinanza a chi è più in difficoltà...

di Silvana Bellone.

Sono una cittadina di Asti, abito in corso Casale, quartiere Asti-est; una zona dove la pandemia ha fatto emergere nuove povertà che si sono aggiunte a problemi già preesistenti.
Ma ecco una novità! È in costruzione un nuovo supermercato, soluzione forse di tutti i problemi?!
In un quartiere dove già sono presenti: Esselunga, Penny, Coop e, leggermente più lontano, Eurospin e il nuovissimo Aldi, ecco che sta per arrivarne ancora uno...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino