di Alessandro Mortarino.

Lo scorso giovedì mentre il Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano/Forum Salviamo il Paesaggio diffondeva il suo invito ai componenti della commissione Urbanistica del Comune di Asti a non autorizzare la richiesta di ampliamento di una costruzione già in corso d'opera in una panoramica area collinare circondata dal verde e da boschi a Valleandona, il presidente del consiglio comunale inviava a tutti i consiglieri una integrazione ai punti dell'ordine del giorno in discussione il 28 e 29 giugno, riguardante proprio questa Variante. Ci pare un iter parecchio discutibile e uno "sgarbo istituzionale" che fa presupporre il totale disinteresse dell'amministrazione in carica a conoscere il dovuto parere della commissione...

A cura del Laboratorio Autogestito La Miccia.

Sabato 19 giugno eravamo presenti alla prima assemblea al bosco dei partigiani. Abbiamo ritenuto importante esserci per rimarcare il fatto che quel luogo non è completamente abbandonato: infatti noi come Laboratorio Autogestito insieme a molte altre persone e realtà in questi anni abbiamo riempito il boschetto con numerose iniziative. Negli ultimi tre anni abbiamo usato la zona dell’anfiteatro per ospitare reading di poesia, pranzi popolari, chiacchierate transfemministe, spettacoli teatrali per grandi e anche per i tant* bambin* presenti agli eventi, esibizioni musicali e mostre di artisti locali. Abbiamo sempre organizzato tutto questo in piena autogestione e rendendo il parco accessibile a tutt*...

Venerdì 25 giugno i componenti della Commissione Urbanistica del Comune di Asti saranno chiamati ad esprimersi sulla richiesta di autorizzazione di una Variante che riguarda le verdi aree collinari di Valleandona. La richiesta viene dalla società Nenè SS, nella persona del suo socio amministratore Livio Negro; il Movimento Stop al Consumo di Territorio Astigiano/Forum Salviamo il Paesaggio ritiene tale iniziativa privata come un autentico “frutto avvelenato” e invita tutti i consiglieri comunali a non rendersi colpevoli di un episodio che vorremmo definire davvero grave, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti della salvaguardia e della valorizzazione del paesaggio...

di Daniela Grassi.

Ad Asti esiste un piccolo gruppo di cittadine e cittadini, non coordinato, ma di quelli che agiscono seguendo nel loro volo le stesse coordinate: amore per la loro città e per il vasto insieme di creature che vi respirano, dandole vita, che siano persone, animali o alberi.
Ci sono, ad esempio, Paola e Teresa Lazzarato, due sorelle indomite che salvano gli alberi dal soffocamento delle infestanti e Teresa da anni è la custode spontanea del Parco del Borbore; c’è Fiore Lazzaro che con il suo trattorino in quel parco taglia l’erba per renderlo praticabile a tutti; c’è Roberto Novara, che sempre sul Borbore ha creato l’Isla Ripa, ha innestato sedie poetiche e un tepee, e ora è giunto al Bosco dei Partigiani portando il Boccino d’oro come simbolo luminoso di una visione sull’Oltre, sul Possibile, che accomuna le generazioni che cercano la via alla libertà...

di Paolo X Viarengo.

“E’ incredibile che nell’Italia di oggi si debba ricorrere, per difendere l’innovazione scolastica, alle stesse forme di protesta nonviolenta usate da Gandhi 100 anni fa contro l’imperialismo britannico! Eppure è così. Da 18 giorni il maestro Giampiero Monaca di Serravalle d’Asti sta digiunando per difendere il metodo Bimbisvegli, elogiato da più parti come approccio cooperativo, esperienziale e improntato alla cittadinanza attiva. Da più parti ma…non dalle sue parti. E nonostante abbia la solidarietà massiccia dei genitori e dei bambini della sua scuola. Ammiriamo la determinazione e il coraggio di Giampiero che si sta avviando alle tre settimane di digiuno ma vogliamo averlo ancora con noi in piena salute. Diamogli il cambio con un digiuno a staffetta di tutti coloro che sostengono la sua lotta! Oggi digiuno anch’io per solidarietà con Giampiero e invito tutti gli insegnanti di buona volontà a unirsi nei prossimi giorni. Partecipate e condividete questo messaggio!”...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino