di Sara Deflorian.


Rivolgo il mio appello a chi come me (ormai cinque anni fa) ha pensato fosse giusto o penserà giusto privarsi delle comodità della città e di qualche sfizio superfluo per dare la possibilità ai propri figli di vivere il più possibile in un ambiente sano, lontano da smog e caos: non fidatevi … delle apparenze, dei vincoli paesaggistici, delle denominazioni altisonanti (Siti di Importanza Comunitaria, Rete natura 2000), delle Direttive comunitarie 92/43/CEE “Habitat” per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario, di chi dovrebbe applicarle perché - come nel mio caso - potreste avere un brutto risveglio ...



di Vittorio Fiore.


Proprio non capisco perché ci si ostina a riproporre una soluzione così negativa per l'ambiente naturale, come quella rappresentata dalla riapertura del campo di motocross nei boschi di Valmanera. Quando frequentavo il C.E.A. WWF di Villa Paolina ricordo perfettamente il gravissimo disturbo sia acustico che di inquinamento atmosferico rappresentato da quell'impianto, impropriamente posizionato nel cuore dell'unico e prezioso polmone verde della città di Asti ...



di Alessandro Mortarino.


Qualche novità sul fronte dell'idea di trasformare i binari delle ferrovie locali in piste ciclabili, anzi in greenways (termine che significa più o meno la medesima cosa, ma suona meglio ...). Una fresca nota del Comune di Asti ci informa che l'amministrazione ha intenzione di aderire al progetto "Vento" promosso dal professor Pileri del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano: una ciclovia di 679 km. pensata come collegamento su due ruote tra Venezia e Torino. Il percorso tra Asti e Casale potrebbe snodarsi su strade bianche già esistenti e lungo la direttrice di una vecchia tramvia che decenni fa univa Casale e Asti. Tale ipotesi «avrebbe il vantaggio (rispetto ad altre soluzioni prospettate) di non interferire in alcun modo con la ferrovia, la cui riapertura ai treni rimane l'obiettivo prioritario del territorio astigiano» ...



di Alessandro Mortarino
.

La notizia è nota: il documento contabile del Comune di Asti è planato tra i banchi del consiglio comunale accessoriato da due pareri negativi del Collegio dei revisori dei conti e la sua discussione ed approvazione ha subito un rinvio. Il nodo del problema insiste sulla situazione di indebitamento della ex municipalizzata ASP SpA, che soffre di una cifra importante - circa 5 milioni di euro - di crediti non riscossi ...



di Mario Malandrone.


L'8 di maggio si svolge il gioco del cerino ad Asti. Si svolge in sala consiliare, è la partita finale o forse no. Il cerino è contenuto nel Bilancio del Comune ma ha che fare con alcune questioni. Per ora il cerino acceso tra il 2004 e 2009 di marca ASP, è passato di mano in mano sotto il controllo vigile di Consigli Comunali, Sindaci, Presidenti Asp, Revisori. Di mano in mano il cerino si è consumato (consumando un po' di millioni di Euro), fino a finire in mano all'attuale Sindaco Brignolo, poco meno di un anno fa ...
Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino