A cura di ARI-Associazione Rurale Italiana.

E’ vero, la guerra non fa sconti a nessuno, moltissimi soffrono e piombano nella povertà e pochi si arricchiscono in modo insperato. La barbarie si concentra nella guerra producendo atti terribili che sono immaginabili commessi da esseri umani. Tra i più terribili c’è quello
di creare la penuria, gridare alla penuria, per poi vendere il cibo a borsa nera.
Per fare il pane serve la farina, cioè il grano, e per produrre carne e latte nei grandi allevamenti industriali serve il mais. Allora vediamo a che punto siamo con i dati aggiornati al 11.3.2022...

di Alessandro Portelli.

Ho letto l’articolo di Luigi Manconi sulla moralità della resistenza in Ucraina e sulla giustezza di mandare armi. Non sono d’accordo (con Manconi non mi capita quasi mai) ma riconosco le ragioni e la serietà e ci penso. Vorrei che anche chi è d’accordo riconoscesse e rispettasse le mie, che non riguardano certo la moralità della resistenza – in Ucraina come in Italia o in Kurdistan – ma la difficoltà di un paragone storico fra tempi e contesti molto diversi. Forse anche per questo l’Anpi, che di Resistenza qualcosa sa, la pensa diversamente...

di Alessandro Mortarino.

Erra chi pensa che soltanto all'uomo premuroso dei campi e ai marinai tocchi guardare il cielo e la stagione; ché non si può affidare ciecamente la semente alla terra ingannatrice, né la concava poppa ai verdi flutti (Ovidio).

La Pandemia. La guerra in Ucraina. Il pianeta Terra pare essere entrato nel suo momento più buio. Ma non è così: manca (ancora) il terzo passaggio e sarà purtroppo solo questione di (poco) tempo. Il crack climatico...

di Domenico Massano.

L’enfasi data alla risposta militare e armata all'invasione russa in Ucraina sembra stia facendo passare sotto silenzio l'esistenza di una resistenza civile nonviolenta e disarmata, di altri modi di lottare contro la violenza della guerra che sono non solo importanti, ma anche da sostenere per l’interruzione del conflitto e per la costruzione di percorsi di pace duraturi...

di Mao Valpiana, Presidente del Movimento Nonviolento, Esecutivo di Rete italiana Pace e Disarmo.

La “difesa della Patria” e il “ripudio della guerra” sono doveri costituzionali. Doveri che valgono in Italia, in Ucraina, in Russia, e in tutto il mondo.
La “difesa” è un punto decisivo nella pratica della nonviolenza attiva. Difesa della vita, difesa dei diritti, difesa della libertà, difesa dei più deboli, difesa dell’ambiente. La nonviolenza non è in antitesi con la difesa. La storia della nonviolenza moderna è storia di movimenti di difesa...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino