Per non dimenticare le tragedie sulle frontiere europee.
“Noi abitanti della terra di confine, che vediamo il dramma e la sofferenza umana, non facciamo calcoli. Dobbiamo restare umani”.
Sul confine tra Polonia e Bielorussia, in molte case gli abitanti lasciano accesa una luce verde per indicare alle persone migranti che si trovano al gelo oltre il filo spinato della frontiera che in quelle abitazioni potranno trovare un rifugio sicuro per la notte, un pasto caldo e una persona amica...

Amnesty International Asti: “Siamo felici per Patrick e per i suoi cari ma continueremo a lottare”.

Lunedì 6 dicembre anche ad Asti, così come in altre 50 città italiane tra cui Bologna e Roma, siamo scesi in piazza S. Secondo, in risposta alla mobilitazione nazionale promossa da Amnesty International, per chiedere con forza Libertà per Patrick Zaki, attivista per i diritti umani e studente dell’Università di Bologna, alla vigilia dell’udienza del 7 dicembre, dopo 22 mesi di ingiusta detenzione in Egitto...

A cura di Amnesty International Asti.

La violenza sessuale è un fenomeno diffuso e sistemico in tutto il mondo. Le vittime spesso non conoscono i propri diritti e si trovano di fronte a molteplici ostacoli nell’accesso alla giustizia e ai risarcimenti, compresi stereotipi di genere dannosi, idee sbagliate su violenza sessuale, accuse di colpevolezza, dubbi sulla propria credibilità, sostegno inadeguato e legislazione inefficace.
In Italia, in particolare, persiste il pregiudizio che addebita alla donna la responsabilità della violenza sessuale subita. Secondo l’Istat (rilevazione del 2019), addirittura il 39,3% della popolazione ritiene che una donna sia in grado di sottrarsi a un rapporto sessuale se davvero non lo vuole e il 23,9% pensa che le donne possano provocare la violenza sessuale con il loro modo di vestire...

di Marinella Correggia.

Passano i decenni ma i meccanismi di piazza si ripetono. Almeno in Italia. Si è visto il 9 ottobre 2021 quando un gruppo di figuri forzanovisti ancora annidati a Roma - gente che da sempre cerca di fare la mosca cocchiera - si è staccato dalla manifestazione di massa contro il lasciapassare sanitario (greenpass) ed è andato ad assaltare la sede della Cgil. La polizia non lo ha impedito. Ha reagito solo in prossimità di palazzo Chigi. E, naturalmente, il coro di politici e media è stato unanime: "no-vax violenti", "no-pass fascisti", "squadristi", "marcia su Roma". Così ogni riflessione sulle misure pandemiche viene oscurata, anzi stigmatizzata. Proprio alla vigilia dell'entrata in vigore del lasciapassare su tutti i posti di lavoro, il 15 ottobre...

Altritasti Periodico on line dell'Associazione di Promozione Sociale Altritasti - via Carducci 22 - 14100 Asti - C.F. 92060280051
Registrazione: Tribunale di Asti n. 7/2011 del 28.10.2011 - Direttore Responsabile: Alessandro Mortarino